Giornata nazionale delle Famiglie al museo 2019: i luoghi visitabili a Bari e provincia

In il

giornata delle famiglie al museo 2019 bari

Domenica 13 ottobre 2019 il Polo Museale della Puglia aderisce alla consueta edizione della Giornata delle Famiglie al Museo, coinvolgendo nella manifestazione l’intera rete museale e proponendo un ricco calendario di attività destinate a tutti i tipi di pubblico. 
Per l’occasione tutti i musei predispongono una serie di iniziative specificamente rivolte alle famiglie con bambini di età prescolare o di scuola primaria, supportati nell’organizzazione e nella promozione dell’evento dal team di esperti professionisti della Giornata Nazionale delle Famiglie al Museo. 
Organizzata anche quest’anno in collaborazione e con il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, l’edizione 2019 delle F@MU punterà l’attenzione sul tema C’era una volta al Museo – l’arte dello Storytelling, eccezionale strumento di mediazione culturale attraverso cui raccontare e promuovere il nostro straordinario patrimonio.
Se il Museo Archeologico Nazionale di Canosa di Puglia proporrà per l’occasione uno spettacolo di marionette e una piccola mostra sui giocattoli nel mondo antico, a Canne della Battaglia si evocherà Annibale e la storia del sito attraverso letture teatralizzate e visite guidate rivolte ai bimbi e alle famiglie. Al Museo Nazionale Jatta di Ruvo di Puglia l’Associazione Culturale La Capagrossa giocherà con l’iconografia antica e le abilità grafiche di ciascuno dei piccoli partecipanti alle attività.
E ancora al Castello Svevo di Bari si andrà alla ricerca di personaggi storici, animali e creature fantastiche che popolano la sua Gipsoteca, mentre la Galleria Nazionale della Puglia di Bitonto proporrà al pubblico C’era una volta lo storytelling sui miti del mondo antico illustrati in alcune opere della Galleria.
Non mancano ricchi programmi e attività per bambini anche al Museo Nazionale Archeologico di Altamura, al Museo Nazionale Archeologico di Gioia del Colle, al vicino Parco Archeologico di Monte Sannace e al Museo Nazionale Archeologico di Egnazia (Fasano – Br); qui il gioco – quiz Parola di Reperto condurrà le famiglie in un’insolita visita guidata all’interno del parco e del museo.
Infine il Museo Nazionale Archeologico di Manfredonia partecipa alla Giornata F@MU 2019 aprendo le porte del castello dalle ore 14:30 sino alle ore 19:30 con ultimo ingresso alle ore 19:00.
Con l’occasione le guide turistiche abilitate presenti sul territorio potranno accompagnare i visitatori nel castello e fruire della sala convegni adibita per l’occasione a laboratorio per bambini.
Per conoscere nel dettaglio la programmazione offerta dal Polo Museale della Puglia, si rimanda alla piattaforma web predisposta per la diffusione degli eventi in ambito nazionale, nonché ai riferimenti dei singoli luoghi della cultura promotori delle attività: http://www.famigliealmuseo.it

Altamura (BA) – Museo Nazionale Archeologico
Tel. +39 0803146409

Bari – Castello Svevo
Tel. +39 0805213704

Bitonto (BA) – Galleria Nazionale della Puglia “G. e R. Devanna”
Tel. +39 080 099708

Canne della Battaglia (BT) – Antiquarium e Parco Archeologico
Tel: +39 0883510993

Canosa di Puglia (BT) – Museo Archeologico Nazionale
Tel. +39 0883664716

Gioia del Colle (BA) – Museo Nazionale Archeologico
Tel. +39 0803481305

Monte Sannace (BA) – Parco Archeologico
Tel. +39 0803483052

Ruvo di Puglia (BA) – Museo Nazionale Jatta
Tel. +39 0803612848


Visita gratuita al castello Svevo in occasione della XVª Giornata del Contemporaneo

In il

giornata del contemporaneo 2019

Per la XV Giornata del Contemporaneo, sabato 12 Ottobre 2019, sarà possibile visitare gratuitamente il castello Svevo di Bari (orari di apertura ordinari, dalle ore 8.30 alle 18.30), promotore del progetto “Per mare. Approdi e naufragi”, evento a più facce sul tema della migrazione e della sofferenza che questa esperienza racchiude.
Un’occasione per aprire una riflessione, fra le opere di Caja, Genco, Belvedere e Gernone, che arricchiranno il piano nobile del monumento fino al 4 novembre.
La Giornata del Contemporaneo è promossa dalla AMACI ed è finalizzata alla valorizzazione del complesso e vivace mondo dell’arte contemporanea in Italia.

Maggiori info qui


“Per mare. Approdi e naufragi” al Castello Svevo due giornate di incontri e riflessioni sulla tematica della migrazione

In il

per mare approdi e naufragi castello svevo

Dopo aver celebrato i ventotto anni dall’approdo della nave Vlora nel porto di Bari con l’esposizione delle opere di Duli Caja e Nicola Genco, il Polo Museale della Puglia ed il Castello Svevo di Bari propongono due giornate di incontri e riflessioni sulla tematica migratoria, variamente interpretata da studiosi, intellettuali e artisti contemporanei.

Gli appuntamenti avranno luogo giovedì 3 e venerdì 4 ottobre a partire dalle ore 10.00 presso la sala multimediale del Castello Svevo e saranno organizzate in due distinte sessioni mattutine.

Giovedì 3 ottobre gli intervenuti racconteranno le proprie esperienze e rifletteranno sul fenomeno migratorio, le trasformazioni sociali e i nuovi orizzonti culturali profilatisi nel tempo.

Venerdì 4 ottobre si discuterà del fenomeno con la partecipazione di artisti che hanno variamente interpretato e raccontato la complessa esperienza migratoria attraverso le loro creazioni.

Agli incontri parteciperanno ospiti di grande rilievo, come Vito Antonio Leuzzi, Direttore dell’Istituto Pugliese per la Storia dell’Antifascismo e dell’Italia Contemporanea, Costantino Foschini, giornalista RAI e testimone diretto degli sbarchi del 1991; saranno altresì presenti l’Avvocato Giuseppe Dalfino e Anna Dalfino, rispettivamente figlio e moglie dell’allora sindaco di Bari Enrico Dalfino e l’Assessora Francesca Bottalico dell’Assessorato al Welfare del Comune di Bari.

Ospiti delle due giornate saranno anche diversi artisti che hanno dedicato alcune delle loro principali opere a questa tematica, come Jasmine Pignatelli e Nicola Genco o che hanno vissuto in prima persona il fenomeno migratorio ed hanno commutato la loro esperienza in arte, come Duli Caja.

Gli incontri saranno accompagnati dalla proiezione di documentari e filmati, di volta in volta commentati dagli ospiti e dagli studenti attivamente coinvolti nella discussione.

Il progetto, fortemente voluto e curato da tutto il personale del Polo Museale della Puglia, vuole essere un’occasione per contribuire alla riflessione sui valori dell’accoglienza e del rispetto dei diritti umani, nelle sue differenti declinazioni. Per questo motivo l’Istituto invita tutte le scuole e le università interessate, a partecipare e a coinvolgere attivamente i propri studenti, al fine di consentire il dialogo e la riflessione sui valori fondanti del vivere civile.

La manifestazione proseguirà venerdì 4 ottobre alle ore 18.00 nella sala Federico II e nella sala Normanna del Castello svevo di Bari dove saranno presentate al pubblico due nuove installazioni fotografiche: Bar Codes di Romolo Belvedere e Sguardi dal Mare di Giuseppe Gernone, a completamento del progetto artistico avviato con le opere di Caja e Genco.


Per mare. Approdi e naufragi è un evento a più facce sul tema della migrazione e del dolore che questa esperienza racchiude. Attraverso una serie di installazioni, i quattro artisti coinvolti manifestano con il loro contributo di solidarietà e partecipazione la solitudine e lo sconforto di coloro che sono stati costretti a lasciare le loro terre per affermare il sacrosanto diritto alla dignità della vita. Accogliere i 20 mila profughi della nave Vlora nel 1991 è stato per la città di Bari un fatto storico di grande civiltà. Duli Caja, albanese anche lui, lo ricorda nel suo grande arazzo, popolato di bottoni/persone che testimoniano lo stato psicologico di chi sa di aver compiuto un’impresa più grande di lui. L’accoglienza dei naufraghi della Adriaticu Dures a Bari nel 1997 è stata per Beppe Gernone un’esperienza di giovane reporter che ha lasciato il segno di una vera partecipazione dentro ognuno dei suoi scatti fotografici. Lo stesso naufragio della Kir ha spinto Nicola Genco, tanti anni dopo, a ricordare ancora che quegli 81 morti in mare, 81 “anime bianche”, hanno rincorso un sogno che non si è mai tramutato in futuro.

Infine i corpi di Romolo Belvedere, acefali perché anonimi e nudi perché innocenti, testimoniano l’indifferenza della nostra società al loro esistere: sono non persone, privi di identità, l’uno uguale all’altro, incapaci di farsi ascoltare da tutti coloro che faticano ad accettarli nel suo seno.
Queste opere sono tutte segni indelebili della sensibilità degli artisti a diventare spontaneamente testimoni e difensori dei diritti umani e civili dei migranti. Ad essi si uniscono in un coro di grande suggestione le testimonianze di quelli che hanno contribuito a diffondere il messaggio di accoglienza e di inclusione negli spazi della vita.

 
La serata di giovedì proseguirà alle ore 19.30 con una degustazione di specialità albanesi. Alle ore 20.00 presso la sala Bona Sforza avrà inizio il concerto musicale dell’Ensemble Terra d’Otranto, sintesi perfetta tra opere di tradizione “colta” e il repertorio musicale che tra XVI ed XVIII secolo ha fortemente caratterizzato le più originali espressioni artistiche dell’antica Terra d’Otranto e della Puglia.


In occasione dell’evento il Castello svevo di Bari resterà eccezionalmente aperto al pubblico fino alle ore 22.30 (ultimo ingresso alle ore 22.00).

Per partecipare gratuitamente agli incontri e all’inaugurazione è necessario accreditarsi inviando una email al seguente indirizzo pm-pug.ufficioeventi@beniculturali.it entro e non oltre le ore 12.00 di mercoledì 2 ottobre. Si fa presente che per gli incontri i posti a sedere sono limitati.

Un ringraziamento particolare va alla sede RAI di Bari e ad Apulia Film Commission.

Giornate di incontri

Per mare. Approdi e naufragi
 


Venerdì 4 ottobre ore 18.00

Inaugurazione mostre fotografiche
 


Bar Codes di Romolo Belvedere
 e 
Sguardi dal mare di Giuseppe Gernone
 


Apertura straordinaria al pubblico fino alle ore 22.30

(ultimo ingresso alle ore 22.00)


“FEDERICO II° NEL RACCONTO” spettacolo itinerante con ingresso gratuito al Castel del Monte

In il

federico ii nel racconto castel del monte

Domenica 22 settembre 2019 alle ore 17.00, in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio 2019 (21-22 settembre), Nova Apulia, in collaborazione con Il Teatro del Viaggio, celebra la figura del grande imperatore svevo a Castel del Monte, il luogo più rappresentativo del sovrano in Puglia, con una visita guidata teatralizzata, per attore solo.
“FEDERICO II NEL RACCONTO” ripercorre la storia di un sovrano e di un uomo, i fasti e le debolezze di una delle figure più controverse del medioevo e del suo legame profondo con la terra di Puglia.

Ingresso gratuito al Castello per l’iniziativa “Io Vado al Museo”
Visita guidata teatralizzata a pagamento (€ 8,00 a persona), durata: 1 ora e 1/2

N.B. L’attività ha un numero minimo di 50 partecipanti, la prenotazione è obbligatoria.
Per info e prenotazioni contattare:
Bookshop Nova Apulia Castel del Monte, casteldelmonte@novaapulia.it , tel 3883026000


Nel Castello Svevo di Bari, “Nella bottega d’arte, i silenzi si illuminano con i colori”

In il

Nella bottega darte i silenzi si illuminano con i colori

Giornate Europee del Patrimonio al Castello Svevo di Bari:


Domenica 22 settembre

Dalle ore 17.00 alle ore 18.30 – Performance teatrale dell’Associazione “Le mani incatenate”

Apertura in orario ordinario con ingresso gratuito per l’iniziativa #iovadoalmuseo

Torna al Castello l’Associazione “Le mani incatenate”, ex compagnia teatrale barese costituita da performers sordi attiva sin dal 2000, nata dalla lunga esperienza personale di Michele Caiati, in qualità di maestro d’arte, a cui si è aggiunto Dario Palazzo con il suo estro e la sua creatività.

Il nome dell’Associazione ricorda quanto accaduto al “Congresso di Milano” nel Settembre del 1880, durante il quale venne proibito l’uso del linguaggio dei segni nelle scuole, imponendo l’oralismo come unico metodo di istruzione ed escludendo di fatto i sordi dalla possibilità di imparare. “Le mani incatenate” è impegnata in spettacoli in tutta Italia e all’estero per sensibilizzare e contrastare la cattiva informazione sulla vita della comunità sorda.

Alle ore 17.00 avrà inizio lo spettacolo con il racconto de “Il mio cammino verso la comunità sorda”, autobiografia edita nel 2014, in cui Dario Palazzo – primo scrittore sordo pugliese – descrive il senso di estraneità durante il suo percorso, pervaso di ostacoli e pregiudizi, in un mondo che riscoprirà solo apparentemente distante dal suo.

Seguirà la rappresentazione teatrale dal titolo “Nella bottega d’arte, i silenzi si illuminano con i colori”: ambientata nel Medioevo, la performance illustra il lavoro in una bottega d’arte che rinasce grazie alle straordinarie capacità di artisti sordi. Al fianco dei due attori, un interprete tradurrà simultaneamente il linguaggio gestuale in linguaggio parlato. Infine, Michele Caiati concluderà con una toccante interpretazione della preghiera laica di Erri de Luca, invitando il pubblico ad una riflessione sul più ampio tema dell’accoglienza.


Nel Castello Svevo di Bari, Concerto omaggio a Ennio Morricone

In il

Nel Castello Svevo di Bari Concerto omaggio a Ennio Morricone

Giornate Europee del Patrimonio al Castello Svevo di Bari:

Sabato 21 settembre

Dalle ore 19.30 alle ore 22.30 (ultimo accesso al pubblico alle ore 22.00) – Apertura straordinaria serale con biglietto di ingresso al costo simbolico di € 1,00

Dalle ore 20.00 alle ore 21.30 – Concerto Balducci-Santoro dedicato al Maestro Morricone

Un concerto dedicato al Maestro Ennio Morricone e ad alcune delle sue musiche più rappresentative che da oltre mezzo secolo si muovono attraverso i più disparati generi musicali, passando con versatilità dall’essere sinfonie essenzialmente ancorate alla tradizione a composizioni di respiro avanguardistico.

Con Domenico Balducci al pianoforte e attraverso la ‘narrazione’ e la guida all’ascolto di Nicola Santoro, si ripercorrerà una parte della prolifica carriera del compositore premio Oscar, senza dubbio il più celebre creatore di colonne sonore della storia del cinema, dagli esordi nel 1955 come arrangiatore di musica leggera fino alla collaborazione con Sergio Leone che ebbe inizio nel 1964.

Tra i brani scelti, i più rappresentativi della grande storia del cinema italiano e internazionale: A Mozart Reincarnated, La leggenda del pianista sull’oceano, Once upon a time in America, Cinema Paradiso, Deborah’s theme, Chi mai, C’era una volta il west, Gabriel’s oboe, Se telefonando, Giù la testa, Metti una sera a cena.


Maurizio Battista in “Estate…calmi 2019”

In il

maurizio battista estate calmi 2019

Maurizio Battista
in
Estate…Calmi 2019
Fossato del Castello di Barletta

Un viaggio fra gli usi ed i costumi (con accezione ironica) della nostra società. Particolare come sempre sarà la sua attenzione alla situazione” romana “che lo vede coinvolto in prima persona.

Ultimo di tanti capolavori che il genio romano ha regalato sul piccolo e grande schermo nell’arco di una carriera longeva e ricca di soddisfazioni in quella che sarà un’emozione senza eguali.

>>>Acquista Biglietti


La Settimana Medievale 2019

In il

la settimana medievale 2019

Durante l’arco di un anno noi dell’Associazione Culturale Trani Tradizioni, ci siamo impegnati su diversi fronti per far si che il nostro evento diventasse sempre più degno delle vostre aspettative. La nostra città va amata e rispettata come le persone che cercano di dar il meritato lustro ad essa e che con non poche difficoltà si adoperano per regalare a tutti i tranesi e non, momenti di grande letizia.

Non possiamo non essere orgogliosi di portare a Trani migliaia di visitatori in occasione della nostra manifestazione, ci inorgoglisce il fatto di essere riconosciuti come cittadini di una città favolosa.

Speriamo che il frutto del nostro lavoro sia gradito a tutti e che possiate vivere la settimana medioevale 2019 come un’occasione per ammirare la città di Trani con i suoi monumenti, la sua storia e la sua gente.

Castello Svevo
Piazza Re Manfredi – Trani

Maggiori info sulla pagina facebook Trani Tradizioni


A Barletta, “TUTTO IL MONDO È UN PALCOSCENICO” con Emilio Solfrizzi e Antonio Stornaiolo

In il

tutto il mondo e un palcoscenico stornaiolo solfrizzi

«Tutto il mondo è un palcoscenico e gli uomini e le donne sono soltanto attori. Hanno le loro uscite e le loro entrate e nella vita ognuno recita molte parti…».

Così Shakespeare in «Come vi piace», quasi a sottolineare che la vita di ognuno di noi sia una sequenza di scene e controscene. Il teatro allora diventa il luogo ideale per parlare delle debolezze, ma anche delle straordinarie qualità del genere umano. Parafrasando il famoso dipinto di Paul Gauguin, gli interpreti in scena proveranno a chiedersi: «Da dove veniamo? Che siamo? Dove andiamo? Ma, soprattutto, è il caso di aggiungere, che social network usiamo?».
Si prenda una scena e si metta la moglie di Shakespeare, un cavallo di battaglia e due bambine, una svedese e l’altra pugliese: si agiti per bene e si farcisca con la prima hit di Al Bano, il giovane Amleto e un telefonino che riceve messaggi a tromba; si condisca il tutto con un gattino grigio topo, una ragazza pane e acqua e Romeo e Giulietta alle prese con dei peperoni indigesti. Si otterrà il succo concentrato del nuovo spettacolo di Emilio Solfrizzi e Antonio Stornaiolo.
Uno spettacolo per chi ama il teatro in generale e quello comico in particolare.
 Uno spettacolo per quelli che amano restare a casa. Beati loro!

di e con Emilio Solfrizzi e Antonio Stornaiolo
prodotto da
I like Puglia Srl
distribuito da
 For you eventi Snc

Castello Svevo di Barletta
>>>Acquista Biglietti


Festa della Musica al Castello Svevo di Bari

In il

Festa della Musica al Castello Svevo di Bari

In occasione della Festa della Musica, venerdì 21 giugno alle ore 17.30, si terrà nel Castello Svevo di Bari “Women in Red. Undici sfumature di rosso”, recital pianistico di Annamaria Giannelli.
Saranno eseguite musiche di Anna Bon, Teresa Carreño, Clara Wieck, Wanda Landowska e Cecilie Chaminade, un repertorio tutto al femminile che prende spunto dal tema di questa edizione ‘Musica fuori centro – musiche periferiche’ e riscatta il ruolo delle donne nel campo musicale.

Sarà possibile partecipare alla manifestazione, acquistando il biglietto d’accesso al monumento secondo le ordinarie disposizioni di cassa.