DOMENICA AL MUSEO GRATIS: Ritorna l’iniziativa promossa dal Ministero dei Beni Culturali

In il

Il 6 ottobre 2019 DOMENICA GRATUITA NEI MUSEI E NEI SITI ARCHEOLOGICI STATALI
Domenica al Museo, giornata in cui tutti i musei e le aree archeologiche statali saranno visitabili gratuitamente, in applicazione della norma del decreto Franceschini, in vigore dal primo luglio 2014, che stabilisce che ogni prima domenica del mese non si pagherà il biglietto per visitare monumenti, musei, gallerie, scavi archeologici, parchi e giardini monumentali dello Stato.

Per Bari e provincia i luoghi visitabili:

  • Bari

Museo nazionale archeologico di Altamura
via Santeramo, 88 – Altamura
Orario: Lunedì-Venerdì 8.30-19.30, Sabato-Domenica 8.30-13.30

Castello svevo di Bari
piazza Federico II di Svevia, 4 – Bari
Orario: Mercoledì-Lunedi 8.30-19.30 Chiusura settimanale: Martedì; Orario biglietteria: Mercoledì-Lunedi 8.30-19.00

Museo e Pinacoteca d’Arte Medievale e Moderna della Città Metropolitana di Bari “Corrado Giaquinto”
Via Spalato 19 – Bari
Orario: dal martedì al sabato 09,00 – 19.00 (ultimo ingresso consentito ore 18:30) domenica 09.00 – 13.00 (ultimo ingresso consentito ore 12:30) lunedì e festività infrasettimanali chiuso

Palazzo Simi
Strada Lamberti, 1 – Bari
Orario: tutti i giorni 9,30 – 18,30

Galleria nazionale della Puglia “Girolamo e Rosaria Devanna”
via Giandonato Rogadeo, 14 – Bitonto
Orario: Giovedì-Martedì 9.00-20.00 Chiusura settimanale: Mercoledì; Orario biglietteria: Giovedì-Martedì 9.00-19.30

Museo nazionale archeologico di Gioia del Colle
piazza dei Martiri del 1799, 1 – Gioia del Colle
Orario: Lunedì-Sabato 8.30-19.30 Festivi 8.30-13.30; Orario biglietteria: Lunedì-Sabato 8.30-19.15; Domenica 8.30-13.15

Parco archeologico di Monte Sannace
Strada Provinciale 61 – Gioia del Colle – Turi Km 4, 5 – Gioia del Colle
Orario: 8.30 – tramonto (su prenotazione) Chiusura settimanale: nessuna

Museo nazionale Jatta
piazza G. Bovio, 35 – Ruvo di Puglia
Orario: Lunedì-Domenica 8.30-13.30 Giovedì 8.30-19.30; Orario biglietteria: Lunedì-Martedì-Mercoledì-Venerdì 8.30-13.30 Giovedì e Sabato 8.30-19.30

  • Barletta – Andria – Trani

Castel del Monte
località Castel del Monte – Andria
Orario: 1 Aprile-30 Settembre Lunedì-Domenica 10.15-19.45; 1 Ottobre-31 Marzo Lunedì-Domenica 9.00-18.30; Orario biglietteria: 1 Aprile-30 Settembre Lunedì-Domenica 10.15-19.45; 1 Ottobre-31 Marzo Lunedì-Domenica 9.00-18.30

Antiquarium e la zona archeologica di Canne della Battaglia
– Barletta
Orario: Giovedì-Domenica 10.00-19.00 seconda settimana del mese: mercoledì-sabato 10.00–19.00 Chiusura settimanale: Lunedì-Mercoledì; Orario biglietteria: 10.00-18.30

Cantina della sfida
Via Cialdini, 9 – Barletta
Orario: Prenotazione: Nessuna

Museo civico Barletta
Piazza Castello – Castello Svevo – Barletta
Orario: Prenotazione: Nessuna

Pinacoteca “Giuseppe De Nittis”
Via Cialdini 74 – Barletta
Orario: Prenotazione: Nessuna

Palazzo Sinesi – Canosa di Puglia
Via Kennedy, 18 – Canosa di Puglia
Orario: Tutti i giorni 9.00 – 13.00 Chiusura settimanale: lunedì

Castello svevo di Trani
piazza Manfredi, 16 – Trani
Orario: Lunedì-Domenica 8.30-19.30; Orario biglietteria: Lunedì-Domenica 8.30-19.00


Visita Gratuita al Castello Svevo di Bari

In il

castello svevo bari

Il Castello di Bari, storicamente attribuito a Ruggero II il Normanno, sorge nel 1131 su preesistenti strutture abitative bizantine. Tra il 1233 e il 1240, Federico II di Svevia recupera all’uso l’impianto normanno danneggiato dal duro intervento di Guglielmo il Malo che, nel 1156, si era imposto con la forza alla popolazione barese, restia ad accogliere il nuovo dominatore. Il nucleo normanno-svevo è a pianta trapezoidale, con una corte centrale e quattro alte torri angolari fortemente bugnate. Superando la torre S-O, detta dei Minorenni per averne ospitato la sezione carceraria nel XIX secolo, si incontra l’ingresso originale, il portale federiciano. Con la sua doppia ghiera a sesto acuto, con conci popolati da personaggi della mitologia classica e nordica, il portale federiciano è il manifesto del potere imperiale: nel concio in chiave, un leoncino fra gli artigli di un’aquila, simbolo ricorrente nell’architettura federiciana.

Ingresso Gratuito

Domenica 6 ottobre in occasione dell’iniziativa Domenica al Museo promossa dal Ministero dei Beni Culturali.


“FEDERICO II° NEL RACCONTO” spettacolo itinerante con ingresso gratuito al Castel del Monte

In il

federico ii nel racconto castel del monte

Domenica 22 settembre 2019 alle ore 17.00, in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio 2019 (21-22 settembre), Nova Apulia, in collaborazione con Il Teatro del Viaggio, celebra la figura del grande imperatore svevo a Castel del Monte, il luogo più rappresentativo del sovrano in Puglia, con una visita guidata teatralizzata, per attore solo.
“FEDERICO II NEL RACCONTO” ripercorre la storia di un sovrano e di un uomo, i fasti e le debolezze di una delle figure più controverse del medioevo e del suo legame profondo con la terra di Puglia.

Ingresso gratuito al Castello per l’iniziativa “Io Vado al Museo”
Visita guidata teatralizzata a pagamento (€ 8,00 a persona), durata: 1 ora e 1/2

N.B. L’attività ha un numero minimo di 50 partecipanti, la prenotazione è obbligatoria.
Per info e prenotazioni contattare:
Bookshop Nova Apulia Castel del Monte, casteldelmonte@novaapulia.it , tel 3883026000


Nel Castello Svevo di Bari, “Nella bottega d’arte, i silenzi si illuminano con i colori”

In il

Nella bottega darte i silenzi si illuminano con i colori

Giornate Europee del Patrimonio al Castello Svevo di Bari:


Domenica 22 settembre

Dalle ore 17.00 alle ore 18.30 – Performance teatrale dell’Associazione “Le mani incatenate”

Apertura in orario ordinario con ingresso gratuito per l’iniziativa #iovadoalmuseo

Torna al Castello l’Associazione “Le mani incatenate”, ex compagnia teatrale barese costituita da performers sordi attiva sin dal 2000, nata dalla lunga esperienza personale di Michele Caiati, in qualità di maestro d’arte, a cui si è aggiunto Dario Palazzo con il suo estro e la sua creatività.

Il nome dell’Associazione ricorda quanto accaduto al “Congresso di Milano” nel Settembre del 1880, durante il quale venne proibito l’uso del linguaggio dei segni nelle scuole, imponendo l’oralismo come unico metodo di istruzione ed escludendo di fatto i sordi dalla possibilità di imparare. “Le mani incatenate” è impegnata in spettacoli in tutta Italia e all’estero per sensibilizzare e contrastare la cattiva informazione sulla vita della comunità sorda.

Alle ore 17.00 avrà inizio lo spettacolo con il racconto de “Il mio cammino verso la comunità sorda”, autobiografia edita nel 2014, in cui Dario Palazzo – primo scrittore sordo pugliese – descrive il senso di estraneità durante il suo percorso, pervaso di ostacoli e pregiudizi, in un mondo che riscoprirà solo apparentemente distante dal suo.

Seguirà la rappresentazione teatrale dal titolo “Nella bottega d’arte, i silenzi si illuminano con i colori”: ambientata nel Medioevo, la performance illustra il lavoro in una bottega d’arte che rinasce grazie alle straordinarie capacità di artisti sordi. Al fianco dei due attori, un interprete tradurrà simultaneamente il linguaggio gestuale in linguaggio parlato. Infine, Michele Caiati concluderà con una toccante interpretazione della preghiera laica di Erri de Luca, invitando il pubblico ad una riflessione sul più ampio tema dell’accoglienza.


Nel Castello Svevo di Bari, Concerto omaggio a Ennio Morricone

In il

Nel Castello Svevo di Bari Concerto omaggio a Ennio Morricone

Giornate Europee del Patrimonio al Castello Svevo di Bari:

Sabato 21 settembre

Dalle ore 19.30 alle ore 22.30 (ultimo accesso al pubblico alle ore 22.00) – Apertura straordinaria serale con biglietto di ingresso al costo simbolico di € 1,00

Dalle ore 20.00 alle ore 21.30 – Concerto Balducci-Santoro dedicato al Maestro Morricone

Un concerto dedicato al Maestro Ennio Morricone e ad alcune delle sue musiche più rappresentative che da oltre mezzo secolo si muovono attraverso i più disparati generi musicali, passando con versatilità dall’essere sinfonie essenzialmente ancorate alla tradizione a composizioni di respiro avanguardistico.

Con Domenico Balducci al pianoforte e attraverso la ‘narrazione’ e la guida all’ascolto di Nicola Santoro, si ripercorrerà una parte della prolifica carriera del compositore premio Oscar, senza dubbio il più celebre creatore di colonne sonore della storia del cinema, dagli esordi nel 1955 come arrangiatore di musica leggera fino alla collaborazione con Sergio Leone che ebbe inizio nel 1964.

Tra i brani scelti, i più rappresentativi della grande storia del cinema italiano e internazionale: A Mozart Reincarnated, La leggenda del pianista sull’oceano, Once upon a time in America, Cinema Paradiso, Deborah’s theme, Chi mai, C’era una volta il west, Gabriel’s oboe, Se telefonando, Giù la testa, Metti una sera a cena.


Maurizio Battista in “Estate…calmi 2019”

In il

maurizio battista estate calmi 2019

Maurizio Battista
in
Estate…Calmi 2019
Fossato del Castello di Barletta

Un viaggio fra gli usi ed i costumi (con accezione ironica) della nostra società. Particolare come sempre sarà la sua attenzione alla situazione” romana “che lo vede coinvolto in prima persona.

Ultimo di tanti capolavori che il genio romano ha regalato sul piccolo e grande schermo nell’arco di una carriera longeva e ricca di soddisfazioni in quella che sarà un’emozione senza eguali.

>>>Acquista Biglietti


La Settimana Medievale 2019

In il

la settimana medievale 2019

Durante l’arco di un anno noi dell’Associazione Culturale Trani Tradizioni, ci siamo impegnati su diversi fronti per far si che il nostro evento diventasse sempre più degno delle vostre aspettative. La nostra città va amata e rispettata come le persone che cercano di dar il meritato lustro ad essa e che con non poche difficoltà si adoperano per regalare a tutti i tranesi e non, momenti di grande letizia.

Non possiamo non essere orgogliosi di portare a Trani migliaia di visitatori in occasione della nostra manifestazione, ci inorgoglisce il fatto di essere riconosciuti come cittadini di una città favolosa.

Speriamo che il frutto del nostro lavoro sia gradito a tutti e che possiate vivere la settimana medioevale 2019 come un’occasione per ammirare la città di Trani con i suoi monumenti, la sua storia e la sua gente.

Castello Svevo
Piazza Re Manfredi – Trani

Maggiori info sulla pagina facebook Trani Tradizioni


A Barletta, “TUTTO IL MONDO È UN PALCOSCENICO” con Emilio Solfrizzi e Antonio Stornaiolo

In il

tutto il mondo e un palcoscenico stornaiolo solfrizzi

«Tutto il mondo è un palcoscenico e gli uomini e le donne sono soltanto attori. Hanno le loro uscite e le loro entrate e nella vita ognuno recita molte parti…».

Così Shakespeare in «Come vi piace», quasi a sottolineare che la vita di ognuno di noi sia una sequenza di scene e controscene. Il teatro allora diventa il luogo ideale per parlare delle debolezze, ma anche delle straordinarie qualità del genere umano. Parafrasando il famoso dipinto di Paul Gauguin, gli interpreti in scena proveranno a chiedersi: «Da dove veniamo? Che siamo? Dove andiamo? Ma, soprattutto, è il caso di aggiungere, che social network usiamo?».
Si prenda una scena e si metta la moglie di Shakespeare, un cavallo di battaglia e due bambine, una svedese e l’altra pugliese: si agiti per bene e si farcisca con la prima hit di Al Bano, il giovane Amleto e un telefonino che riceve messaggi a tromba; si condisca il tutto con un gattino grigio topo, una ragazza pane e acqua e Romeo e Giulietta alle prese con dei peperoni indigesti. Si otterrà il succo concentrato del nuovo spettacolo di Emilio Solfrizzi e Antonio Stornaiolo.
Uno spettacolo per chi ama il teatro in generale e quello comico in particolare.
 Uno spettacolo per quelli che amano restare a casa. Beati loro!

di e con Emilio Solfrizzi e Antonio Stornaiolo
prodotto da
I like Puglia Srl
distribuito da
 For you eventi Snc

Castello Svevo di Barletta
>>>Acquista Biglietti


Festa della Musica al Castello Svevo di Bari

In il

Festa della Musica al Castello Svevo di Bari

In occasione della Festa della Musica, venerdì 21 giugno alle ore 17.30, si terrà nel Castello Svevo di Bari “Women in Red. Undici sfumature di rosso”, recital pianistico di Annamaria Giannelli.
Saranno eseguite musiche di Anna Bon, Teresa Carreño, Clara Wieck, Wanda Landowska e Cecilie Chaminade, un repertorio tutto al femminile che prende spunto dal tema di questa edizione ‘Musica fuori centro – musiche periferiche’ e riscatta il ruolo delle donne nel campo musicale.

Sarà possibile partecipare alla manifestazione, acquistando il biglietto d’accesso al monumento secondo le ordinarie disposizioni di cassa.


Festa della Repubblica al Castello Svevo – Amadeus e il Quartetto d’Archi “Le Consonanze”

In il

Festa della Repubblica al Castello Svevo

In occasione della Festa Nazionale della Repubblica domenica 2 giugno alle ore 11.30 il Polo Museale della Puglia e la Direzione del Castello Svevo di Bari presentano Amadeus e il quartetto d’archi, per due violini, viola e violoncello.
La Festa della Repubblica Italiana rappresenta un momento di grande gioia per un Paese che ricorda con orgoglio e spirito patriottico il giorno in cui l’Italia divenne una repubblica in seguito al referendum istituzionale del 1946. La musica ancora una volta diventa strumento privilegiato che consente al cittadino italiano di mantenere ben saldo il legame con la memoria storica nazionale pur non rinunciando a guardare verso l’Europa unita.
Senza la musica, per usare le parole di Riccardo Muti, “la patria sarebbe davvero perduta”.

In occasione della Festa Nazionale della Repubblica il quartetto “Le Consonanze” con Carmine Scarpati (violino I), Clelia Sguera (violino II), Matteo Notarangelo (viola) e Donatella Milella (violoncello) eseguiranno musiche di Wolfgang Amadeus Mozart (1756 – 1791): Quartetto per archi n. 15 in re minore KV 421 e Quartetto per archi n. 19 in do maggiore KV 465 . Introduzione e guida all’ascolto di Nicola Santoro
Wolfgang Amadeus Mozart, modello di composizione dell’opera lirica italiana nella nostra lingua, assurge da sempre a simbolo dell’artista universale imbevuto della nostra grande civiltà artistica: ancora tredicenne, il giovane Amadeus compì il suo primo dei tre viaggi di formazione proprio in Italia nel 1769, e altri due fino al 1773, ammirato dai suoi contemporanei, a Bologna ebbe modo di conoscere il grande Maestro G.B. Martini dal quale trasse lezione, a Milano ottenne commissioni di importanti lavori e a Roma il cavalierato pontificio da Papa Clemente XIV.
L’ingresso al concerto è gratuito fino ad esaurimento posti e sarà consentito a partire dalle ore 11.00.
Si ringrazia la Cobar S.p.a. (Altamura-BA), per il sostegno profuso nell’organizzazione dell’evento.

Ingresso libero


Info. 0805285201