DOMENICA AL MUSEO GRATIS: Ritorna l’iniziativa promossa dal Ministero dei Beni Culturali

In il

Il 6 ottobre 2019 DOMENICA GRATUITA NEI MUSEI E NEI SITI ARCHEOLOGICI STATALI
Domenica al Museo, giornata in cui tutti i musei e le aree archeologiche statali saranno visitabili gratuitamente, in applicazione della norma del decreto Franceschini, in vigore dal primo luglio 2014, che stabilisce che ogni prima domenica del mese non si pagherà il biglietto per visitare monumenti, musei, gallerie, scavi archeologici, parchi e giardini monumentali dello Stato.

Per Bari e provincia i luoghi visitabili:

  • Bari

Museo nazionale archeologico di Altamura
via Santeramo, 88 – Altamura
Orario: Lunedì-Venerdì 8.30-19.30, Sabato-Domenica 8.30-13.30

Castello svevo di Bari
piazza Federico II di Svevia, 4 – Bari
Orario: Mercoledì-Lunedi 8.30-19.30 Chiusura settimanale: Martedì; Orario biglietteria: Mercoledì-Lunedi 8.30-19.00

Museo e Pinacoteca d’Arte Medievale e Moderna della Città Metropolitana di Bari “Corrado Giaquinto”
Via Spalato 19 – Bari
Orario: dal martedì al sabato 09,00 – 19.00 (ultimo ingresso consentito ore 18:30) domenica 09.00 – 13.00 (ultimo ingresso consentito ore 12:30) lunedì e festività infrasettimanali chiuso

Palazzo Simi
Strada Lamberti, 1 – Bari
Orario: tutti i giorni 9,30 – 18,30

Galleria nazionale della Puglia “Girolamo e Rosaria Devanna”
via Giandonato Rogadeo, 14 – Bitonto
Orario: Giovedì-Martedì 9.00-20.00 Chiusura settimanale: Mercoledì; Orario biglietteria: Giovedì-Martedì 9.00-19.30

Museo nazionale archeologico di Gioia del Colle
piazza dei Martiri del 1799, 1 – Gioia del Colle
Orario: Lunedì-Sabato 8.30-19.30 Festivi 8.30-13.30; Orario biglietteria: Lunedì-Sabato 8.30-19.15; Domenica 8.30-13.15

Parco archeologico di Monte Sannace
Strada Provinciale 61 – Gioia del Colle – Turi Km 4, 5 – Gioia del Colle
Orario: 8.30 – tramonto (su prenotazione) Chiusura settimanale: nessuna

Museo nazionale Jatta
piazza G. Bovio, 35 – Ruvo di Puglia
Orario: Lunedì-Domenica 8.30-13.30 Giovedì 8.30-19.30; Orario biglietteria: Lunedì-Martedì-Mercoledì-Venerdì 8.30-13.30 Giovedì e Sabato 8.30-19.30

  • Barletta – Andria – Trani

Castel del Monte
località Castel del Monte – Andria
Orario: 1 Aprile-30 Settembre Lunedì-Domenica 10.15-19.45; 1 Ottobre-31 Marzo Lunedì-Domenica 9.00-18.30; Orario biglietteria: 1 Aprile-30 Settembre Lunedì-Domenica 10.15-19.45; 1 Ottobre-31 Marzo Lunedì-Domenica 9.00-18.30

Antiquarium e la zona archeologica di Canne della Battaglia
– Barletta
Orario: Giovedì-Domenica 10.00-19.00 seconda settimana del mese: mercoledì-sabato 10.00–19.00 Chiusura settimanale: Lunedì-Mercoledì; Orario biglietteria: 10.00-18.30

Cantina della sfida
Via Cialdini, 9 – Barletta
Orario: Prenotazione: Nessuna

Museo civico Barletta
Piazza Castello – Castello Svevo – Barletta
Orario: Prenotazione: Nessuna

Pinacoteca “Giuseppe De Nittis”
Via Cialdini 74 – Barletta
Orario: Prenotazione: Nessuna

Palazzo Sinesi – Canosa di Puglia
Via Kennedy, 18 – Canosa di Puglia
Orario: Tutti i giorni 9.00 – 13.00 Chiusura settimanale: lunedì

Castello svevo di Trani
piazza Manfredi, 16 – Trani
Orario: Lunedì-Domenica 8.30-19.30; Orario biglietteria: Lunedì-Domenica 8.30-19.00


Visita Gratuita al Castello Svevo di Bari

In il

castello svevo bari

Il Castello di Bari, storicamente attribuito a Ruggero II il Normanno, sorge nel 1131 su preesistenti strutture abitative bizantine. Tra il 1233 e il 1240, Federico II di Svevia recupera all’uso l’impianto normanno danneggiato dal duro intervento di Guglielmo il Malo che, nel 1156, si era imposto con la forza alla popolazione barese, restia ad accogliere il nuovo dominatore. Il nucleo normanno-svevo è a pianta trapezoidale, con una corte centrale e quattro alte torri angolari fortemente bugnate. Superando la torre S-O, detta dei Minorenni per averne ospitato la sezione carceraria nel XIX secolo, si incontra l’ingresso originale, il portale federiciano. Con la sua doppia ghiera a sesto acuto, con conci popolati da personaggi della mitologia classica e nordica, il portale federiciano è il manifesto del potere imperiale: nel concio in chiave, un leoncino fra gli artigli di un’aquila, simbolo ricorrente nell’architettura federiciana.

Ingresso Gratuito

Domenica 6 ottobre in occasione dell’iniziativa Domenica al Museo promossa dal Ministero dei Beni Culturali.


Maurizio Battista in “Estate…calmi 2019”

In il

maurizio battista estate calmi 2019

Maurizio Battista
in
Estate…Calmi 2019
Fossato del Castello di Barletta

Un viaggio fra gli usi ed i costumi (con accezione ironica) della nostra società. Particolare come sempre sarà la sua attenzione alla situazione” romana “che lo vede coinvolto in prima persona.

Ultimo di tanti capolavori che il genio romano ha regalato sul piccolo e grande schermo nell’arco di una carriera longeva e ricca di soddisfazioni in quella che sarà un’emozione senza eguali.

>>>Acquista Biglietti


BARI PIANO FESTIVAL 2019

In il

bari piano festival 2019

Il sindaco Antonio Decaro ha partecipato questa mattina alla conferenza stampa di presentazione della seconda edizione del Bari Piano Festival, in programma dal 24 agosto al 1° settembre prossimi nel capoluogo pugliese. Un evento ideato e patrocinato dal Comune di Bari con la direzione artistica del maestro Emanuele Arciuli e organizzato da Teatro Pubblico Pugliese. Quindici appuntamenti, tutti ad ingresso gratuito: incontri e conversazioni, house concert, maratona di musica contemporanea, concerti all’alba e al tramonto sul mare. Si parte domani con l’anteprima del pianista Maurizio Baglini alle 18:00 al Fortino Sant’Antonio.

“Per noi il Piano Festival – ha detto Decaro – è diventata una realtà importante, un evento culturale che grazie al maestro Arciuli e grazie al teatro Pubblico Pugliese si sta consolidando nel panorama dei festival e nella nostra città. Vogliamo proseguire così, mantenere questo legame forte tra la città, la musica e il pianoforte, tanto è vero che il 27 mattina nell’ambito del Bif&st consegneremo le chiavi della Città ad Ennio Morricone. Inoltre stiamo lavorando per dedicare una giornata a Nino Rota portando in città, nel quartiere di Torre a Mare, un piccolo premio estivo dove incontreremo gli autori delle colonne musicali dei film dell’anno.

Domani il Bari Piano Festival prenderà il via in uno dei luoghi più suggestivi della città di Bari, il Fortino, e questa volta lo faremo al tramonto. Un concerto di pianoforte che darà il via alla Primavera Barese. Due mesi di eventi e iniziative che testimoniano il grande lavoro che questa città ha fatto sul fronte dell’attrattività.

Questa è la Bari del futuro, una Bari che si lascia conoscere e attraversare dai turisti, che offre opportunità ai baresi per vivere bene e crescere e che fa della cultura e dell’arte una leva di sviluppo e di economia”.


A Barletta, “TUTTO IL MONDO È UN PALCOSCENICO” con Emilio Solfrizzi e Antonio Stornaiolo

In il

tutto il mondo e un palcoscenico stornaiolo solfrizzi

«Tutto il mondo è un palcoscenico e gli uomini e le donne sono soltanto attori. Hanno le loro uscite e le loro entrate e nella vita ognuno recita molte parti…».

Così Shakespeare in «Come vi piace», quasi a sottolineare che la vita di ognuno di noi sia una sequenza di scene e controscene. Il teatro allora diventa il luogo ideale per parlare delle debolezze, ma anche delle straordinarie qualità del genere umano. Parafrasando il famoso dipinto di Paul Gauguin, gli interpreti in scena proveranno a chiedersi: «Da dove veniamo? Che siamo? Dove andiamo? Ma, soprattutto, è il caso di aggiungere, che social network usiamo?».
Si prenda una scena e si metta la moglie di Shakespeare, un cavallo di battaglia e due bambine, una svedese e l’altra pugliese: si agiti per bene e si farcisca con la prima hit di Al Bano, il giovane Amleto e un telefonino che riceve messaggi a tromba; si condisca il tutto con un gattino grigio topo, una ragazza pane e acqua e Romeo e Giulietta alle prese con dei peperoni indigesti. Si otterrà il succo concentrato del nuovo spettacolo di Emilio Solfrizzi e Antonio Stornaiolo.
Uno spettacolo per chi ama il teatro in generale e quello comico in particolare.
 Uno spettacolo per quelli che amano restare a casa. Beati loro!

di e con Emilio Solfrizzi e Antonio Stornaiolo
prodotto da
I like Puglia Srl
distribuito da
 For you eventi Snc

Castello Svevo di Barletta
>>>Acquista Biglietti


Festa della Musica al Castello Svevo di Bari

In il

Festa della Musica al Castello Svevo di Bari

In occasione della Festa della Musica, venerdì 21 giugno alle ore 17.30, si terrà nel Castello Svevo di Bari “Women in Red. Undici sfumature di rosso”, recital pianistico di Annamaria Giannelli.
Saranno eseguite musiche di Anna Bon, Teresa Carreño, Clara Wieck, Wanda Landowska e Cecilie Chaminade, un repertorio tutto al femminile che prende spunto dal tema di questa edizione ‘Musica fuori centro – musiche periferiche’ e riscatta il ruolo delle donne nel campo musicale.

Sarà possibile partecipare alla manifestazione, acquistando il biglietto d’accesso al monumento secondo le ordinarie disposizioni di cassa.


Festa della Repubblica al Castello Svevo – Amadeus e il Quartetto d’Archi “Le Consonanze”

In il

Festa della Repubblica al Castello Svevo

In occasione della Festa Nazionale della Repubblica domenica 2 giugno alle ore 11.30 il Polo Museale della Puglia e la Direzione del Castello Svevo di Bari presentano Amadeus e il quartetto d’archi, per due violini, viola e violoncello.
La Festa della Repubblica Italiana rappresenta un momento di grande gioia per un Paese che ricorda con orgoglio e spirito patriottico il giorno in cui l’Italia divenne una repubblica in seguito al referendum istituzionale del 1946. La musica ancora una volta diventa strumento privilegiato che consente al cittadino italiano di mantenere ben saldo il legame con la memoria storica nazionale pur non rinunciando a guardare verso l’Europa unita.
Senza la musica, per usare le parole di Riccardo Muti, “la patria sarebbe davvero perduta”.

In occasione della Festa Nazionale della Repubblica il quartetto “Le Consonanze” con Carmine Scarpati (violino I), Clelia Sguera (violino II), Matteo Notarangelo (viola) e Donatella Milella (violoncello) eseguiranno musiche di Wolfgang Amadeus Mozart (1756 – 1791): Quartetto per archi n. 15 in re minore KV 421 e Quartetto per archi n. 19 in do maggiore KV 465 . Introduzione e guida all’ascolto di Nicola Santoro
Wolfgang Amadeus Mozart, modello di composizione dell’opera lirica italiana nella nostra lingua, assurge da sempre a simbolo dell’artista universale imbevuto della nostra grande civiltà artistica: ancora tredicenne, il giovane Amadeus compì il suo primo dei tre viaggi di formazione proprio in Italia nel 1769, e altri due fino al 1773, ammirato dai suoi contemporanei, a Bologna ebbe modo di conoscere il grande Maestro G.B. Martini dal quale trasse lezione, a Milano ottenne commissioni di importanti lavori e a Roma il cavalierato pontificio da Papa Clemente XIV.
L’ingresso al concerto è gratuito fino ad esaurimento posti e sarà consentito a partire dalle ore 11.00.
Si ringrazia la Cobar S.p.a. (Altamura-BA), per il sostegno profuso nell’organizzazione dell’evento.

Ingresso libero


Info. 0805285201


“Libri d’artista. L’arte da leggere” al Castello Svevo oltre cinquanta opere realizzate da quarantuno artisti

In il

libri d artista l arte da leggere castello svevo

Nella suggestiva cornice del Castello Svevo di Bari, sabato 25 maggio, la Direzione del Polo Museale della Puglia e l’Associazione Volontari per la Cultura presenteranno la mostra “Libri d’artista. L’arte da leggere”.
Alle ore 12:00 ne sarà data anteprima alla stampa e nel pomeriggio alle ore 18:00 la mostra aprirà al pubblico negli spazi della Sala Sveva del Castello.

Il progetto, promosso dall’Associazione Volontari per la Cultura, è stato ideato e curato da Mariastella Margozzi, direttore del Polo Museale della Puglia, con il coordinamento di Luciano Perrone, Presidente dell’Associazione Culturale ETRA e la collaborazione di Vito Nicola Iacobellis, Gianfranco Lepore, Giuseppe Gernone, Carla Bagnulo, Stefania Gatto, Eleonora Crimi, Silvana Costa e Alessandra Mongelli.

Saranno qui esposte oltre cinquanta opere realizzate da quarantuno artisti italiani contemporanei: Bruno Aller, Vincenzo Arena, Antonio Barrese, Adriano Bergozza, Alberto Biasi, Veronica Botticelli, Silvia Celeste Calcagno, Giuseppe Carta, Franco Durelli, Marisa Facchinetti, Enrico Franchi, Fausto Maria Franchi, Omar Galliani, Nicola Genco, Claudia Giannuli, Corrado Grifa, Massimo Luccioli, Teodosio Magnoni, Mirna Manni, Elio Marchegiani, Riccardo Monachesi, Elisa Montessori, Marcello Morandini, Elena Nonnis, Gianfranco Notargiacomo, Maria Elisabetta Novello, Anna Onesti, Joseph Pace, Jasmine Pignatelli, Lamberto Pignotti, Lydia Predominato, Pino Procopio, Paolo Radi, Anna Maria Russo, Giuseppe Salvatori, Filippo Sassòli, Attilio Taverna, Edoardo Tresoldi, Chiara Valentini, Grazia Varisco, Emiliano Zucchini con Alessandra Alliata Nobili.

— CONCEPT —

Come si sa la lettura arricchisce chi la pratica, perché ogni libro è una fonte di esperienze e un passaggio di testimone da chi ha scritto a chi legge, con una possibilità di diffusione del pensiero illimitata. Finché un libro esiste e viene letto può raccontare la stessa storia a decine di generazioni, ognuna delle quali, immersa nel proprio tempo, ne farà l’uso culturale che vuole: personale, sociale, storico. Un libro è sempre un dono, perfino quando è stato acquistato, perché il suo contenuto è compagnia e conoscenza. La compagnia è evidente a chiunque ama leggere e riconosce nel libro il compagno di un viaggio, di una serata in solitudine; la conoscenza arricchisce il sapere di ognuno di noi e non lo esaurisce mai: c’è sempre qualcosa da sapere, da mettere nel bagaglio di esperienze della vita, sia quella lavorativa che quella speculativa. Ne consegue che i libri sono sempre stati considerati un bene prezioso, tanto che conservarli ha costituito in tutte le civiltà una conquista e un vanto. Il libro d’artista ha sempre goduto di fascino e curiosità; qui l’opera d’arte non è concepita come illustrazione o compendio del testo, ma come parte integrante e principale protagonista del messaggio. L’artista diventa il creatore dell’opera, scrittore per immagini, colori, linee, forme e significati, utilizzando tecniche e stili secondo la propria sensibilità. Come far comprendere a tutti questo concetto è l’obiettivo del presente progetto che intende mostrare in modo evidente, attraverso “libri” molto particolari realizzati certo non convenzionalmente e non da scrittori ma da artisti, quanta arte si possa esprimere attraverso il contenuto di un libro. Tante opere d’arte sotto forma di “libro” che testimoniano così la straordinarietà del proprio contenuto.

La mostra, inserita nel percorso di visita del Castello Svevo di Bari, sarà aperta al pubblico fino al 9 settembre 2019.

Info: 08052855217 – 08052855276


Notte dei Musei: apertura straordinaria del Castello Svevo con ingresso ad 1 euro

In il

festa dei musei castello svevo

Pronti per la grande #FestadeiMusei2019?

Vi ricordiamo che sabato 18 e domenica 19 Maggio, l’ingresso al #castellosvevodibari durante l’orario ordinario di apertura al pubblico, dalle 8.30 alle 18.30, è eccezionalmente gratuito per tutti per l’iniziativa #iovadoalmuseo.

Ecco il programma degli eventi:

Sabato 18 maggio, alle ore 17.00, presentazione del libro “I diari del giovane Casavola. 1914-1916”

Domenica 19 maggio, alle ore 11.00, matinée musicale dedicato ad Ennio Morricone.

Inoltre, torna la #Nottedeimusei sabato sera, con l’apertura straordinaria del Castello dalle ore 20.00 alle ore 23.00 (ultimo ingresso ore 22.30), al prezzo simbolico di 1 euro, accompagnata da una maratona musicale di giovani talenti.


Al Castello Svevo, concerto gratuito in occasione della Festa dell’Europa

In il

festa dell europa castello svevo bari

Nel pomeriggio del 9 maggio 1950, Robert Schuman, allora Ministro degli Esteri francese, presentava il piano di cooperazione economica ideato da Jean Monnet, segnando l’inizio di quel lungo processo di integrazione e cooperazione che avrebbe portato alla costituzione dell’odierna Unione Europea.
In occasione della Festa dell’Europa 2019, giovedì 9 maggio, alle ore 17:30, si terrà nel Castello Svevo di Bari un concerto per pianoforte e violoncello, con musiche di Ludwig van Beethoven e Franz Schubert.
Vi ricordiamo che nei giorni 8 e 9 maggio, l’ingresso al Castello è gratuito per tutti.
L’ingresso al concerto è permesso dalle ore 17:00 e fino ad esaurimento posti disponibili nella Sala Multimediale.