ROSSELLA BRESCIA in “Carmen” al Teatro Mercadante

In il

rossella brescia carmen

Daniele Cipriani Entertainment
presenta
DANZITALIA
Italian Touring Dance Company
Compagnia riconosciuta dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali
in
CARMEN
Balletto in due atti di
Luciano Cannito

musiche di Georges Bizet musiche originali Marco Schiavoni
luci Carlo Cerri costumi Maria Hoffmann

con
Rossella Brescia

TUTTE LE CARMEN DEL MONDO
di Luciano Cannito

Un gruppo di profughi sbarca a Lampedusa dopo un viaggio allucinante, sfruttati dallo
scafista-“Escamillo” e braccati dalle forze dell’ordine comandate dal severo carabiniere “Don Josè”.
L’amore travolgente tra Carmen e Don Josè, il tentativo di quest’ultimo di piegare il fiero spirito ribelle della sua amata ad una vita perbene, fatta di routine, belle passeggiate e tanta televisione.
La passione si trasforma in noia, solitudine, angoscia.
Carmen, non sa e non può vivere in una gabbia di mediocrità.
Fugge e torna dai suoi amici al campo profughi. Fugge tra le braccia di Escamillo, ben consapevole di quello che l’aspetta…

La potenza della musica di Bizet è riuscita a far diventare il nome “Carmen” un archetipo universale della cultura dell’Occidente. Dire Carmen è un po’ come dire passione estrema, voluttà, forza e istinto.
Carmen è il sole dei Sud, la felice disperazione di possedere solo se stessi e la propria libertà.
La mia Carmen è forse semplicemente questo. Immaginata nell’isola di Lampedusa, isola del Sud per la ricca e annoiata Europa, mitico Nord per centinaia di disperati e profughi in fuga chissà da dove e chissà per quanto tempo. Storie, del resto, sotto i nostri occhi dalla mattina alla sera.

Carmen può essere oggi una sudanese, una kurda, un’afghana, una kosovara, una pakistana, e non ha paura di rischiare tutto per la propria libertà. E’ una giovane donna che, come una leonessa, sa di possedere forza, bellezza, potenza e libertà. Carmen sa di essere ricca di quella ricchezza che non si può comprare.

E’ invece l’uomo-Don Josè ad essere un poveraccio imbrigliato nella sua burocratica e sicura armatura di maschio occidentale ad avere tutto da perdere contro chi non ha nulla da perdere.
E poi c’è l’Escamillo dell’Opera di Bizet. Il grande torero. Il “macho”, diremmo noi oggi. Straordinario ritratto anche questo, di personaggio archetipo. L’uomo del successo, l’uomo della gloria effimera. Tutto sommato l’uomo della superficialità.
La storia termina con la morte di Carmen. Ma perché non ci chiediamo che fine farà Don Josè? Chi è il vero perdente? Chi muore o chi resta vivo, ucciso nell’anima, nella fede, nell’orgoglio, nella speranza?

Teatro Mercadante
Via dei Mille, 159 – Altamura (Bari)
Tel. 080310122

>>>Acquista Biglietti


“Histoire de Carmen” al Teatro van Westerhout

In il

histoire de carmen teatro van westerhout

Le memorie dal carcere di Don Josè, l’immaginario protagonista del femminicidio più famoso nella storia del melodramma. È dal suo “resoconto” che nasce “Histoire de Carmen”, originale rivisitazione del capolavoro di Bizet ispirata al racconto di Mérimée e al libretto di Meilhac e Halévy.
Tutto si muove intorno all’attore Christian Levantaci, il geloso brigadiere Don José che uccide la sigaraia di Siviglia e che, in questa inedita mise en espace con le musiche del compositore francese, narra la storia di Carmen dalla cella nella quale è stato rinchiuso. È il racconto dal punto di vista di chi ha amato fino alle estreme conseguenze una donna libera e indipendente, diventata il simbolo della lotta contro la violenza di genere. Così, come in un
sogno doloroso, riappaiono in scena tutti i protagonisti della storia.
Una storia scandalosa e immorale, come la volle Bizet, autore di uno dei melodrammi ancora oggi tra i più rappresentati in tutto il mondo, adesso nelle mani di Gianna Fratta, prima donna a dirigere il Concerto di Natale al Senato e anche lei un simbolo nel mondo della musica, dove la direzione d’orchestra è praticamente un’esclusiva degli uomini.
In scena, nel ruolo di Carmen, Angela Bonfitto, mentre Leonardo Gramegna è Don Josè cantante. Completano il cast, Cuneyt Unsal nei panni del torero Escamillo, Libera Granatiero in quelli dell’innocente Micaela e Ilaria Bellomo e Monica Paciolla nelle vesti delle zingare Frasquita e Mercedes.

Biglietti in prevendita su Vivaticket (online e nei centri vendita), al botteghino del teatro durante giorni degli spettacoli.
18 euro + dp (platea e palchi)
15 euro + dp (loggione e palchi con visibilità ridotta)

Info: 368568412 – www.associazionepadovano.it


La Carmen di Georges Bizet all’Auditorium Regina Pacis di Molfetta

In il

carmen georges bizet molfetta

Terzo e ultimo appuntamento dedicato alla lirica, con La Carmen che andrà in scena domenica 20 maggio alle ore 18.30 al Teatro Regina Pacis di Molfetta, con la direzione artistica del Maestro Marilena Gaudio, la regia di Francesco Tammacco e l’interpretazione di Pantaleo Annese. L’opera vedrà la collaborazione di ALTER CHORUS diretto da Antonio Allegretta, l’esecuzione al pianoforte del maestro Emanuele Petruzzella, il corpo di ballo del Liceo Coreutico “Leonardo Da Vinci “ di Bisceglie sarà diretto da Cinzia Daddato.
In una originale versione della celeberrima eroina di Prosper Mérimée si esalta il carattere della bellezza medusea che seduce il pubblico di sempre anche grazie alla popolarissima musica di Georges Bizet al quale testo dedicò un’opera lirica.
Carmen è ambientata (nel testo e nella versione musicale) in una Spagna letta da un punto di vista non autoctono, ovvero da autori che ne colorano la componente esotica aumentando il fascino delle caratteristiche tipiche della tradizione popolare di una terra che fu crocevia di popoli e culture. Alle musiche di Bizet si affiancano opere di altri autori (Albéniz, Chabrier e Massenet) che guardano nella stessa maniera il paese e il popolo spagnolo dalla raffinatissima Parigi.
Porta 18.30/ Sipario 19.00. Per info e prenotazioni: 3397758173 Prevendita presso Expert Gadaleta – Corso Umberto 25 a Molfetta. Email: ilcarrodeicomicimolfetta@gmail.com


ELEONORA ABBAGNATO in “Carmen” al Teatro Petruzzelli

In il

ELEONORA ABBAGNATO in “Carmen” – 14/07/2016 ore 21:00 Teatro Petruzzelli (Bari)

>>>Acquista Biglietti

Quando si parla d’ amore, passione, gelosia, rabbia e libertà si pensa subito a “CARMEN”. E quando si parla di balletto è impossibile non pensare alla musa italiana della danza, ELEONORA ABBAGNATO.
E sarà proprio LEI ad interpretare quel ruolo così affascinante e pieno di sfaccettature che da sempre fa sognare e trepidare.