Antonio Tirelli in “Volevo essere Bublè” al Teatro Mercadante

In il

Antonio Tirelli in Volevo essere Buble al Teatro Mercadante

“Volevo essere Bublè, ma quando mi hanno sentito cantare, m’ hanno detto “vai a fare cabaret!””.
Antonio Tirelli, artista pugliese, racconta le avventure e disavventure, le contraddizioni, le incongruenze che hanno caratterizzato la sua adolescenza e la sua giovinezza in Puglia, cercando sin da piccolo di assomigliare al famoso cantante canadese.
E’ un varietà, un cabaret, in cui l’artista alterna dialoghi, monologhi, e canzoni del suo idolo, mettendo a nudo tutto se stesso, raccontando situazioni vissute da lui, da amici, da tutti.
In Antonio non esiste il sentimento della resa: partendo da Altamura, dalla sua Puglia, riuscira’ fino al termine dello spettacolo nell’impresa di essere come Michael Bublè?

>>>Acquista Biglietti

Teatro Mercadante
Via dei Mille, 159 – Altamura (Bari)
Tel. 080310122


Pino Campagna in IO…SUPERTERRONE al Teatro AncheCinema

In il

pino campagna io superterrone

Pino Campagna in IO…SUPERTERRONE
Spettacolo teatrale | Regia Dino Pecorella
Il comico pugliese reso famoso da Zelig torna a teatro!
Continua la sua intensa attività di divulgatore di meridionalità, questa volta però con una sfida che richiede dei super poteri. Si tratta infatti di allontanare discriminazioni, disuguaglianze e incomprensioni. Oltretutto facendo leva esclusivamente sulle uniche armi in possesso di Campagna, ovvero la comicità e l’umorismo.

venerdì 28 dicembre 2018
Teatro Anche Cinema
Corso Italia 112 BARI
Parcheggi MetroPark Corso Italia 45 + GestiPark Piazza Cesare Battisti
INFO tel./SMS/WhatsApp 3339072419

BIGLIETTI online qui
Biglietto INTERO PLATEA: 15€ + d.p.
Biglietto INTERO GALLERIA: 12€ + d.p.

Biglietti disponibili anche al Botteghino del Teatro Anche Cinema aperto su appuntamento al numero 3339072419

Il risultato è un viaggio immaginario che accompagnerà il pubblico per mille e più chilometri lungo tutta la Penisola, mettendo in scena le usanze regionali, le tradizioni popolari, la metamorfosi dei linguaggi comuni e il modo unico di essere #Italiani.

La tappa principale sarà ovviamente la #Puglia, terra natale di Campagna, che ergendosi a professore impartirà lezioni di francese, tedesco, giapponese e inglese usando i suoi cari dialetti pugliesi come base teorica di studio delle nuova grammatica dialettale divulgando lezioni di lingua straniera.

Né mancherà il “Papy Ultras”, il personaggio che lo ha reso celebre a colpi di squilli del telefono. Una carriera iniziata all’inizio degli anni Ottanta come cantante #folk quella di Pino Campagna. L’approdo al #cabaret avviene nel 1987, dopo il trasferimento a Roma. Qui è entrato a far parte della compagnia stabile “Al Fellini”. Alla fine degli anni Novanta sono iniziate le apparizioni stabili sul piccolo schermo, in programmi come “La sai l’ultima?” e poi diverse edizioni di Zelig. Trasmissione che lo ha consacrato all’affetto del grande pubblico.

Chi è Pino Campagna?

Pino Campagna inizia la carriera di cantante folk all’inizio degli anni ottanta, esibendosi in un repertorio umoristico e avvicinandosi così ben presto al cabaret. Il suo primo successo discografico fu Paese Mije, una canzone dedicata alla sua città natale che allora toccò le 35 mila copie vendute[senza fonte].[1] Anche se nel 1985 partecipa a La corrida classificandosi al secondo posto, il suo vero debutto televisivo è nel gennaio del 1988, nella trasmissione D.O.C. in onda su Rai Due, presentata da Gegè Telesforo. Dal 1987 al 1992 Pino Campagna si trasferisce a Roma ed entra a far parte della compagnia stabile di Cabaret “Al Fellini” diretta da Marcello Casco. Nel 1990 approda al suo primo grande appuntamento televisivo nazionale con Gran Premio 1990 presentato da Pippo Baudo su Rai Uno, dove Campagna si contraddistingue per il suo cabaret folle e demenziale e per un taglio di capelli originale.[2] Nel 1992 ha partecipato alla terza edizione del Festival di Sanscemo con la canzone Donatella Raffai twist. Nel 1996 è al centro di una querelle con il comico Francesco Paolantoni. Il comico pugliese accusa il collega campano di plagio per avergli copiato la caratterizzazione di uno dei suoi personaggi di punta all’epoca[3]. Dopo il festival Pino partecipò a vari programmi televisivi, tra cui a varie edizioni de La sai l’ultima? (1998-1999-2000), per poi passare nel 2001 su Rai Uno con Ci vediamo su Rai 1 presentato da Paolo Limiti, raggiungendo però la fama con Zelig Circus. Pino Campagna arriva nel 2003 a Zelig Circus dove inventa il personaggio del Papy Ultras, famoso per la battuta pronunciata dalla figlia «Papi, ci sei? Ce la fai? Sei connesso?». Il personaggio è un padre alle prese con due figli disobbedienti che slogheggiano, ossia parlano tramite abbreviazioni e neologismi. Nel 2005 pubblica il libro comico “Papy, ci sei? Ce la fai?? Sei connesso???”, dove raccoglie alcuni dei suoi monologhi scoppiettanti sulla non comunicazione genitori-figli con un’ottica comico-umoristica.[4] Nell’edizione di Zelig del 2007 il comico propone un nuovo numero, in cui è sempre alle prese con la sua famiglia, dove viene continuamente disturbato dal cellulare. Partecipa anche all’edizione di Zelig del 2008-2009 con una gag sui dialetti pugliesi. Nel 2010 ha fatto parte del cast del cabaret più visto d’Italia e ha proposto vari monologhi tratti dai libri di Paolo Crepet. Nello stesso anno lancia un video intitolato Welcome to Puglia prodotto da Telenorba e partecipa a due edizioni di Battiti Live, sempre su Telenorba.


“47 Corto che parla” al Teatro Mercadante per la 16ª Bombetta d’Oro

In il

corto che parla teatro mercadante

La 16ª edizione del Festival Nazionale del Teatro Comico “Bombetta d’Oro” si svolgerà nello stesso periodo della passata edizione: inizierà a dicembre e terminerà ad aprile, alternandosi con gli spettacoli dei professionisti della Stagione di prosa e di concerti del Teatro Mercadante. Altra conferma sarà la sesta edizione del concorso “47 Corto che parla”, la rassegna di cabaret in cui si esibiranno tre comici pugliesi di alto livello.
Quest’anno saranno proposti quattro spettacoli di compagnie provenienti da tutta Italia, che si daranno battaglia per vincere il premio Bombetta d’Oro, decretato dal pubblico.

Questi gli spettacoli inseriti nel cartellone 2018/2019:

– Si inizia con la rassegna di cabaret “47 Corto che parla” presentata da Franco Laico e dal direttore artistico Silvano Picerno, che andrà in scena il 22 dicembre alle ore 21,00, con ospiti i comici pugliesi: Tommy Terrafino (Made in Sud), Antonello Vannucci e Filippo Totaro.

– Il 26 gennaio alle ore 21,00 la prima compagnia finalista proporrà un testo del commediografo Gianni Clementi, uno dei più attivi in Italia, dal titolo “Finché vita non ci separi” che vedrà in scena la compagnia pugliese de I Commedianti di Putignano.

– Il 16 febbraio alle ore 21,00 sarà la volta di una compagnia campana Teatro mio di Vico Equense con lo spettacolo pluripremiato di Bruno Alvino “Chi non muore si rivede”, che assicura risate e divertimento.

– La compagnia padrona di casa La banda degli onesti andrà in scena domenica 3 marzo alle 21,00, con la nuova commedia diretta da Silvano Picerno e Raffaele Braia “2018: Odissea per lo sfizio”, parodia comica dell’opera di Omero.

– Il 9 marzo alle ore 21,00 torna la compagnia sicula molto conosciuta dal pubblico altamurano, ossia il Teatro Stabile Nisseno di Caltanissetta, con lo spettacolo “Una nonna in ostaggio” di Giuseppe Speciale.

– Ultima commedia in concorso il 6 aprile alle ore 21,00 “‘A Carabinera”, una commedia realizzata da Piero Procopio con la compagnia calabrese Teatro Hercules di Catanzaro, novità assoluta per il festival.

– Evento collaterale sarà la quinta edizione del concorso di poesie «Giovanni Carlucci», riservato alle scuole secondarie di I grado di Altamura che, dopo una serie di semifinali, culminerà in uno spettacolo finale il 31 marzo alle ore 17,30, in cui sarà decretata la poesia vincitrice.
L’iniziativa è promossa dalla Regione Puglia e dal Comune di Altamura, patrocinata dalla Fita, con la direzione artistica dell’Arch. Silvano Picerno (regista e attore).
Per l’ennesima volta l’organizzazione del Festival si è impegnata al massimo per dare un’offerta variegata, che possa soddisfare i gusti più disparati, con un unico comune denominatore: la comicità, in memoria di Totò.

PREZZI Abbonamenti 6 Spettacoli (compreso prevendita):
-Poltronissima: Intero € 60,00
-Poltrone / Palchi centrali: Intero € 50,00
-Palchi laterali (Sedia) / Loggione (File B – E): Intero € 29,00
-Posti a scarsa visibilità – Palchi laterali (sgabello) / Loggione (Fila A): Intero € 19, 00
Riduzioni per studenti under 26.

Gli abbonamenti saranno in vendita fino al 22 dicembre.
I biglietti dei singoli spettacoli saranno in vendita a partire dal 16 novembre. Ogni 4 biglietti acquistati, il quarto lo paghi € 2,00!

Prevendita presso:
Box Office Teatro Mercadante
Via dei Mille, 159 – Altamura
(dal martedì al sabato: 10,00 / 13,00 – 17,00 / 20,00)
tel. 080 3101222 – www.teatromercadante.com


A Putignano, “Amore a prima svista” con Daniele Condotta e Mariangela Cardone

In il

daniele condotta mariangela cardone putignano

Amore a Prima Svista” è il nuovo spettacolo del cabarettista e Facebook star Daniele Condotta.
Lo spettacolo si basa principalmente nella messa a nudo al pubblico di quelle che sono tutte le problematiche tipiche della vita di coppia.
Daniele Condotta sarà coadiuvato nell’esibizione da Mariangela Cardone, la quale interpreterà il ruolo della sua fidanzata.
Si prevedono, pertanto, momenti davvero esilaranti da non perdere.

Lo spettacolo è inserito nel cartellone di eventi della manifestazione di Natale in Comune e si svolgerà SABATO 22 DICEMBRE, all’interno del Chiostro Comunale di Putignano, con inizio fissato per le ore 21.30.
A termine dello spettacolo, Daniele e Mariangela saranno disponibili per foto e autografi.

INGRESSO GRATUITO!


Cabaret Sacco e Vanzetti in scena al teatro comunale di Corato

In il

cabaret sacco e vanzetti

Teatro dei Borgia
presenta:

CABARET SACCO E VANZETTI

da Michele Santeramo
ideazione e regia Gianpiero Borgia
con Valerio Tambone e Raffaele Braia
scene Vincenzo Mascoli
luci Gianpiero Borgia
costumi Manuela Paladin Šabanović
musiche Papaceccio MMC, Roberta Carrieri
foto di scena Roberto D’Introno

Cabaret Sacco & Vanzetti è il racconto, divenuto paradigmatico, di due umili, due ultimi, due migranti, due eroi moderni divenuti simbolo universale delle battaglie per i diritti di uguaglianza e giustizia. Condannati alla sedia elettrica per un crimine che non avevano commesso, vittime di un processo farsa e di un crimine giudiziario, Sacco e Vanzetti caddero anche a causa della “politica del terrore” contro i “rossi” che l’America degli anni ’10 praticava, con speciale ferocia quando si trattava di immigrati.
La storia di Sacco e Vanzetti, il loro rapporto, che muterà nei tanti anni insieme fino a divenire una grande amicizia, ha il ritmo di una ballad, una melodia continua sempre presente nello spettacolo: ogni giorno Nicola e Bartolomeo devono improvvisare la loro vita, mantenendo però salda la loro identità col sogno di una vita migliore, più libera, combattendo un mondo in cui regna il pregiudizio.

Infotel. 080 9592281


Cabaret Sacco e Vanzetti in scena al teatro Vida

In il

cabaret sacco e vanzetti

Teatro dei Borgia
presenta:

CABARET SACCO E VANZETTI

da Michele Santeramo
ideazione e regia Gianpiero Borgia
con Valerio Tambone e Raffaele Braia
scene Vincenzo Mascoli
luci Gianpiero Borgia
costumi Manuela Paladin Šabanović
musiche Papaceccio MMC, Roberta Carrieri
foto di scena Roberto D’Introno

Cabaret Sacco & Vanzetti è il racconto, divenuto paradigmatico, di due umili, due ultimi, due migranti, due eroi moderni divenuti simbolo universale delle battaglie per i diritti di uguaglianza e giustizia. Condannati alla sedia elettrica per un crimine che non avevano commesso, vittime di un processo farsa e di un crimine giudiziario, Sacco e Vanzetti caddero anche a causa della “politica del terrore” contro i “rossi” che l’America degli anni ’10 praticava, con speciale ferocia quando si trattava di immigrati.
La storia di Sacco e Vanzetti, il loro rapporto, che muterà nei tanti anni insieme fino a divenire una grande amicizia, ha il ritmo di una ballad, una melodia continua sempre presente nello spettacolo: ogni giorno Nicola e Bartolomeo devono improvvisare la loro vita, mantenendo però salda la loro identità col sogno di una vita migliore, più libera, combattendo un mondo in cui regna il pregiudizio.

Infotel. 080 3267377


Cabaret Sacco e Vanzetti in scena al teatro Van Westerhout

In il

cabaret sacco e vanzetti

Teatro dei Borgia
presenta:

CABARET SACCO E VANZETTI

da Michele Santeramo
ideazione e regia Gianpiero Borgia
con Valerio Tambone e Raffaele Braia
scene Vincenzo Mascoli
luci Gianpiero Borgia
costumi Manuela Paladin Šabanović
musiche Papaceccio MMC, Roberta Carrieri
foto di scena Roberto D’Introno

Cabaret Sacco & Vanzetti è il racconto, divenuto paradigmatico, di due umili, due ultimi, due migranti, due eroi moderni divenuti simbolo universale delle battaglie per i diritti di uguaglianza e giustizia. Condannati alla sedia elettrica per un crimine che non avevano commesso, vittime di un processo farsa e di un crimine giudiziario, Sacco e Vanzetti caddero anche a causa della “politica del terrore” contro i “rossi” che l’America degli anni ’10 praticava, con speciale ferocia quando si trattava di immigrati.
La storia di Sacco e Vanzetti, il loro rapporto, che muterà nei tanti anni insieme fino a divenire una grande amicizia, ha il ritmo di una ballad, una melodia continua sempre presente nello spettacolo: ogni giorno Nicola e Bartolomeo devono improvvisare la loro vita, mantenendo però salda la loro identità col sogno di una vita migliore, più libera, combattendo un mondo in cui regna il pregiudizio.

Infotel. 080 473 8200


“Non ho ancora finito” al Teatro Bravò cabaret show con Gennaro De Santis

In il

Non ho ancora finito Teatro Bravo Gennaro De Santis

Lui non ha ancora finito… di divertirsi e di farvi divertire! Il 16 novembre, al teatro Bravò ritorna Gennaro De Santis con uno show tutto da ridere!

Non perdete una serata di pura comicità “disgraziata” con la musica travolgente della “The Band Project”!

Per info e biglietti contattare in privato la pagina facebook “Gennaro De Santis attore” o chiamare il numero 3401504281.

Prezzo biglietto: 10 euro

Teatro Bravò
 (ex Cinema il Salottino)
via Stoppelli, 18 – Bari
Info. 340 1504281


Cabaret Sacco e Vanzetti al teatro Mercadante

In il

cabaret sacco e vanzetti

Teatro dei Borgia
presenta:

CABARET SACCO E VANZETTI

da Michele Santeramo
ideazione e regia Gianpiero Borgia
con Valerio Tambone e Raffaele Braia
scene Vincenzo Mascoli
luci Gianpiero Borgia
costumi Manuela Paladin Šabanović
musiche Papaceccio MMC, Roberta Carrieri
foto di scena Roberto D’Introno

Cabaret Sacco & Vanzetti è il racconto, divenuto paradigmatico, di due umili, due ultimi, due migranti, due eroi moderni divenuti simbolo universale delle battaglie per i diritti di uguaglianza e giustizia. Condannati alla sedia elettrica per un crimine che non avevano commesso, vittime di un processo farsa e di un crimine giudiziario, Sacco e Vanzetti caddero anche a causa della “politica del terrore” contro i “rossi” che l’America degli anni ’10 praticava, con speciale ferocia quando si trattava di immigrati.
La storia di Sacco e Vanzetti, il loro rapporto, che muterà nei tanti anni insieme fino a divenire una grande amicizia, ha il ritmo di una ballad, una melodia continua sempre presente nello spettacolo: ogni giorno Nicola e Bartolomeo devono improvvisare la loro vita, mantenendo però salda la loro identità col sogno di una vita migliore, più libera, combattendo un mondo in cui regna il pregiudizio.

Infotel. 080 3101222
Mail – info@teatromercadante.com


I Fratelli Lo Tumolo in “Buona fine a tutti” al Teatro Osservatorio

In il

fratelli lo tumolo teatro osservatorio

Per la rassegna di cabaret
“RIDIAMO! Una risata li spazzerà via!”
(Appuntamenti col Cabaret pugliese diretti e presentati dagli Otto&Mezzo)

Un nuovo Evento imperdibile
i becchini più famosi d’Italia
i Fratelli LOTUMULO

Dopo i successi di ITALIA’S GOT TALENT, COLORADO e AMICI di Maria De Filippi
finalmente in scena a Bari.
I FRATELLI LO TUMOLO
in “Buona fine a tutti!”

”Uno spettacolo da morire dalle risate. Le vostre ultime. SAAALME!” (Cit. Lotumulo’s)

***Prenotazione obbligatoria***
371 3739078

Una iniziativa promossa da
CIRONIKE
PromoArt

MediaPartner
RADIO MADEINITALY.IT 102.3 FM