“I Monologhi della Vagina” di Eve Ensler

In il

i monologhi della vagina

I Monologhi Della Vagina

Dopo il successo del 2014, il Centro antiviolenza IO SONO MIA, col patrocinio del Comune di Bitonto, presenta “i Monologhi della Vagina” di Eve Ensler, un videospettacolo diretto da Elisabetta Tonon e Lorenzo Scaraggi.

Piéce teatrale di Eve Ensler, vincitrice ai Tony Award per la drammaturgia, tradotta in oltre 48 lingue e messa in scena in oltre 140 Paesi.

Nel 1994, con la sua commedia “I Monologhi della Vagina”, la drammaturga e attivista Eve Ensler ha offerto al mondo un’idea di arte che nessuno aveva mai visto prima. Basato su oltre duecento interviste condotte dalla Ensler con le donne di varie età ed estrazione sociale, il testo affronta il tema della sessualità femminile e lo stigma sociale che circonda lo stupro e gli abusi, creando una nuova conversazione su e con le donne.
“I Monologhi della Vagina” andò in scena per cinque anni a New York, poi cominciò a girare gli Stati Uniti.
Dopo ogni performance, Eve Ensler trovava fuori dal suo camerino donne in attesa di condividere le proprie storie di sopravvivenza quotidiana. Questo la portò a vedere come “I Monologhi della Vagina” fosse più di un’opera d’arte sulla violenza; le fece intuire che le performances avrebbero potuto diventare un modo per indurre le persone ad agire e a porre fine alla violenza. Il suo spettacolo, dal 1998, è diventato un vero e proprio movimento contro la violenza. Il ricavato delle rappresentazioni viene devoluto ad associazioni e programmi che assistono le donne vittime di violenza domestica.
L’esperienza della messa in scena de “The Vagina Monologues” ispira Eve Ensler la creazione del V-Day, un movimento globale per fermare la violenza contro donne e ragazze. Progetto al quale dedica la sua vita coltivando il sogno di un mondo in cui le donne e le ragazze siano libere di crescere e non debbano più solo sopravvivere. La missione del V -Day è semplice: esigere che la violenza contro le donne e le ragazze finisca.

Eve Ensler con i Monologhi della vagina ha inaugurato un nuovo modo di fare sensibilizzazione attraverso l’arte e un nuovo modo di vedere le donne: meravigliose creature e non solo vittime.
I monologhi parlano di amore, violenza, anatomia ma soprattutto di emancipazione femminile e individualità.
I monologhi parlano di donne che combattono, che vanno avanti, che sopravvivono e che non si arrendono alla violenza nonostante le cicatrici.
La pièce esorta le donne a scuotersi e ad alzarsi per urlare che non vanno toccate e che la violenza deve finire.
I diritti delle donne vengono a galla nella loro forma più cruda e tangibile; umorismo e resistenza si fondono insieme, trasformando il dolore in sorriso, con l’obiettivo di formare una nuova società possibile dove agli uomini viene richiesto di rispettare, conoscere e ascoltare per costruire un futuro senza abusi e che non costringa le donne ad arretrare ogni qualvolta avanzino.
Quello che era iniziato come singolo evento a New York nel 1998, oggi conta oltre 5.800 eventi V-Day ogni anno.

IL VIDEOSPETTACOLO di beneficenza “I Monologhi della Vagina” verrà messo in scena al Teatro Traetta di Bitonto Venerdì 8 marzo 2019:
Ingresso ore 20.00 – Sipario ore 20.30

Le videointerviste sono interpretate da: Ketty Volpe, Marianna Di Muro, Alessandra Abis, Miryam Montanarelli, Federica Alloro, Maria Antonella Pasculli, Marialuisa Longo e la piccola Gloria Ferorelli.
La serata sarà dedicata alla scomparsa attrice Ketty Volpe che ha partecipato con grande entusiasmo e maestria alla versione del 2014.

Info: 3341533773


“La Principessa scalza” di Daniella Baldassarra

In il

la principessa scalza daniela baldassarra

“La Principessa scalza” di e con Daniella Baldassarra

“Tematiche centrali nelle opere di Daniela Baldassarra sono la donna e le differenze di genere, e in particolar modo i suoi lavori accendono i riflettori sul tema della violenza. Violenza non intesa solo come violenza sessuale, ma scandagliata e raccontata in tutte le sue molteplici sfaccettature”.

Dopo “Nei nostri panni”, “Zero a Zero”, “Paolo & Francesca ipotesi semiseria”, è la volta de “La Principessa scalza”, un monologo che racconta, prevalentemente in chiave ironica e comica, la ricerca, da parte di una donna vittima di violenza, di una via d’uscita dalla traumatica esperienza, attraverso l’invenzione di un mondo altro nel quale vivere. Mentendo agli altri ma soprattutto a sé stessa, la protagonista vive in una realtà parallela fino a quando la forza del dolore rompe anche i confini di questa fantastica barriera protettiva, travolgendola. All’interno di questa macro-storia, si svilupperanno i temi cardine della comicità di Daniela Baldassarra: il matrimonio, la maternità, la guerra dei sessi, la sessualità, la ricerca del principe azzurro, in un girotondo brillante e grottesco di personaggi e situazioni.

Info: 3331266695


“Segretarie – Una vita per il cinema” al Teatro Traetta

In il

segretarie una vita per il cinema teatro traetta bitonto

Nell’ambito delle giornate dedicate alla figura della donna organizzate dall’assessorato alle Pari Opportunità dal 6 all’8 marzo, l’associazione Just Imagine propone all’interno del teatro comunale “Tommaso Traetta” la visione del film “Sei segretarie”. Sia per celebrare la figura delle sei donne raccontate all’interno del lungometraggio, che per dare alla coautrice, la bitontina Daniela Masciale, il palco della sua città.

Alla presentazione, evento esclusivo in provincia, sarà presente, oltre che la nostra concittadina, anche il regista Raffaele Rago; modera l’incontro l’insegnante Carmelo Bacco. I saluti istituzionali saranno affidati all’assessore al ramo, Marianna Legista.

L’appuntamento è per il 6 marzo alle ore 20:00. Si accede alla visione del film, all’interno del teatro “Traetta”, acquistando il proprio biglietto (3 euro) dalla “Libreria del Teatro” (largo teatro, Bitonto) o rivolgendosi al numero 3801908683 (Carmelo Bacco).

Ingresso 3 euro
Info botteghino teatro: 0803742636


THE WOLF (Cappuccetto Rosso) al Teatro Traetta

In il

cappuccetto rosso

THE WOLF (Cappuccetto Rosso)
comapgnia la Compagnia La Luna nel Letto coreografie Vito Cassano / assistente alla regia Annarita De Michele / costumi Maria Pascale / video Leandro Summo / coproduzione Teatri Di Bari e Cooperativa Crest con la collaborazione di Eleinad
con i danzatori Claudia Cavalli, Erica Di Carlo, Francesco Lacatena, Marco Curci, Roberto Vitelli
drammaturgia, regia, scene e luci Michelangelo Campanale

Un lupo si prepara a cacciare. Qualsiasi animale del bosco, può andar bene; l’importante è placare
la fame. Ma la sua preda preferita è Cappuccetto Rosso.
Come in un sogno ricorrente o in una visione, cura ogni dettaglio della sua cattura: un sentiero di
fiori meravigliosi è l’inganno perfetto. Questo però gli costerà la vita. Così è scritto, da sempre. In
questo show che chiamiamo vita, egli non è soltanto un lupo, ma IL LUPO, che non vince… ma non
muore mai.

Michelangelo Campanale dirige un gruppo di danzatori-acrobati affrontando la più popolare tra le fiabe. Una fiaba che arriva da lontano e grazie alla scrematura del tempo racconta argomenti legati alla vita in maniera tanto semplice quanto esatta. Le relazioni tra i personaggi e la dinamica della storia si rivelano sulla scena attraverso il corpo, il linguaggio non parlato, ispirato all’immaginario dei cartoni animati d’inizio ‘900. Le luci, i costumi e le scene si compongono in una danza di simboli, citazioni pittoriche (Goya, Turner, Bosch, Leonardo da Vinci), che ridisegnano la fiaba con la semplicità di ciò che vive da sempre e per sempre. A dare corpo all’opera cinque danzattori, capaci di associare l’acrobazia all’interpretazione, l’ironia al dramma.

Spettacolo dai 6 anni.
SPETTACOLO VINCITORE FESTEBA’ 2018

Info botteghino del Teatro: 0803742636


“Il Gobbo di Notre Dame” in scena al teatro Traetta

In il

il gobbo di notre dame bitonto

La Garbo Teatrale presenta “Il Gobbo di Notre Dame”

L’associazione artistico culturale “Garbo Teatrale” presenta il musical “Il Gobbo di Notre Dame”, liberamente tratto dal romanzo “Notre Dame de Paris” di Victor Hugo e dall’omonimo musical.

SABATO 2 MARZO 2019

– Alle 20.30 presso il Teatro Traetta di Bitonto (Bari)

Biglietti:
platea e primo ordine: € 10,00;
secondo e terzo ordine: € 8,00;
quarto ordine: € 6,00.

Per info e prenotazioni:
Ciccio M Di Maestà: 3381886977


L’OPERAZIONE di Rosario Lisma al Teatro Traetta

In il

l operazione rosario lisma

Fondazione Teatro Piemonte Europa
L’OPERAZIONE
di Rosario Lisma; musiche di Andrea Nicolini
con Andrea Nicolini, Andrea Narsi, Ugo Giacomazzi, Rosario Lisma
regia di Rosario Lisma

Quattro attori di oggi che mettono in scena un testo scritto da uno di loro che parla di quattro terroristi clandestini negli anni di piombo. In un sistema italiano, scivolato senza rimedio verso l’abolizione delle più elementari tutele per i giovani lavoratori, del posto fisso come miraggio e della distruzione della meritocrazia, osserviamo come vivono quattro trentenni fra i più precari di tutti i precari: gli attori.
Chiusi in un spazio sotterraneo, come topi operosi, alle prese con le prove di uno spettacolo sui brigatisti, lavorano, si confrontano, litigano, sperano e si deprimono.
Si scontrano sull’attualità delle “necessarie nuove forme del teatro”, e si convincono che l’unico sbocco per uscire alla luce del sole è farsi recensire dal critico più potente d’Italia.
Il potente critico, divenuto ormai una vera ossessione, non fa fede alla sua promessa di assistere allo spettacolo, gettando nello sconforto la banda dei quattro. Accecati dal delirio combattente dei personaggi che interpretano sulla scena, sequestrano l’autorevolissimo personaggio, alla maniera dei sequestri delle prime cellule brigatiste degli anni ’70, costringendolo con le cattive a vedere il loro lavoro.


Carnevale a Bitonto, serata danzante in maschera

In il

Carnevale a Bitonto serata danzante in maschera

L’edizione zero di un nuovo evento di Carnevale nella città di Bitonto, inserito nei festeggiamenti carnascialeschi che si terranno anche a Mariotto (il 24 febbraio) e Palombaio (il 3 marzo).
E’ in programma una serata danzante giovedì 28 febbraio dalle ore 17.30 alle ore 20 nella Villa Comunale (zona centrale), a cui sono invitate innanzitutto le associazioni di Danza e di Ballo, le scuole, le associazioni culturali, ma anche i cittadini, singoli o in gruppi.
La serata sarà strutturata in modo molto semplice:
– una sfilata iniziale dei gruppi mascherati nel viale di ingresso alla Villa;
– una serata danzante con DJ set;
– un concorso per premiare la maschera più bella e i gruppi migliori.

L’evento è organizzato con la partecipazione libera e gratuita di ASSODEEJAY e POWERSOUND

Da un’idea-proposta della Consigliera Veronica Visotti.


“Melodie dal mondo”, un viaggio poetico e musicale intorno al globo al Teatro Traetta

In il

Melodie dal mondo Bitonto Teatro Traetta

A Bitonto musica, moda e arte parlano il linguaggio universale della solidarietà.

“Quello che noi facciamo è solo una goccia nell’oceano ma se non lo facessimo l’oceano avrebbe una goccia in meno”. Deve essere stato il pensiero di Madre Teresa ad aver ispirato l’assessore alle attività produttive del comune di Bitonto, Marianna Legista, per l’organizzazione di una serata di beneficenza al Teatro Traetta, a testimonianza del prezioso impegno del comune di Bitonto nel sociale.
La cittadinanza ha risposto con entusiasmo. È già sold out infatti lo spettacolo “Melodie dal mondo” in programma sabato 23 febbraio, organizzato dall’assessorato alle attività produttive del comune di Bitonto e allestito grazie all’essenziale apporto creativo del noto couturier bitontino Giulio Lovero, già protagonista della scena della moda, dello spettacolo e del cinema italiani, e dal presidente dell’A.I.M.A. (Associazione i Miracoli dell’Amicizia ndr), Francesco Naglieri, da sempre vicino alle famiglie più bisognose del territorio con la sua associazione laica di ispirazione cattolica, orientata dal pensiero e dalle opere di San Pio da Pietrelcina. Un tributo dal nobile fine solidaristico: l’afflato caldo e ristoratore della beneficenza a favore dell’Istituto Tumori Ospedale “Giovanni Paolo II” di Bari.
Musica, moda e arte che parlano il linguaggio universale della solidarietà. Uno spettacolo di teatro-canzone che vedrà protagonista l’ensemble delle raffinate voci femminili di Lisa e Vanna Sasso, accompagnate da due straordinari musicisti, al pianoforte Roberto Marasciuolo e alla fisarmonica e sax Francesco Galizia. Un concerto esaltato dall’impatto scenografico a cui lo stilista bitontino ci ha abituati nel tempo: suo infatti l’allestimento teatrale delle scene. Veri e propri tableau vivant di alta moda, interpretati dalle modelle della Top fashion model, installazioni scenografiche da sogno con un omaggio in più, fortemente voluto dal creativo, alla grandezza e al cuore dell’Italia tutta: un sontuoso abito tricolore.
Ha solide radici il sodalizio professionale e artistico di Lovero con le sorelle Sasso, già apprezzato in altre occasioni di alto profilo culturale. Due voci dalla coloritura diversa in grado di evocare emozioni sorprendenti. Sempre pronte a supportare progetti che mettano al centro l’uomo e lo spirito solidaristico, dopo le esperienze artistiche altolocate con due giganti come Michele Placido e Giancarlo Giannini, sabato 23 febbraio Lisa e Vanna Sasso saranno interpreti di un originale itinerario poetico-musicale. Sul palco del teatro comunale Traetta ci condurranno, attraverso il suono melodioso delle loro coinvolgenti timbriche vocali, in un immaginario viaggio intorno al mondo, eseguendo assieme ai musicisti brani dall’Italia, Brasile, Argentina, Francia, Germania, Stati Uniti. Un vero e proprio percorso attraverso la musicalità di note e versi, ogni brano sarà infatti preceduto dalla declamazione di un componimento poetico. Un omaggio all’unico linguaggio davvero universale, il vero Esperanto del mondo: la musica!
Giulio Lovero, baluardo di alta moda da più di una decade a Bitonto con il suo Atelier Miss and Lady, stilista apprezzatissimo e di talento, curerà anche l’immagine delle due soliste, amplificando con le sue creazioni la loro già indiscussa presenza scenica.
La serata, che non lesinerà sorprese, sarà presentata dalla giornalista Annamaria Natalicchio, con la partecipazione del direttore scientifico dell’oncologico di Bari “Giovanni Paolo II”, il dott. Nicola Silvestris.
Info: 3346712352
Ore 19,30 porta, Sipario ore 20.
Teatro Traetta, Largo Teatro – Bitonto (Bari).


FIREFLIES prima nazionale al Teatro Traetta

In il

network danza puglia 2019 teatro traetta

Ballet de l’Opéra National du Rhin
FIREFLIES
musica Nicolas Worms / drammaturgia Daniel Conrod
coreografia BRUNO BOUCHÉ

PRIMA NAZIONALE
In Fireflies, Bruno Bouché sta impostando la sua creazione per la musica dal musicista Nicolas Worms. Le lucciole richiamate dal titolo sono al tempo stesso un commento politico, un gesto poetico e, in particolare, ricordano la figura di Pier Paolo Pasolini. Metafore di uno spirito di chi vive ai margini del mondo ordinato, le lucciole sono fragili e luminescenti e brillano nella notte. Fireflies è la prima collaborazione tra lo scrittore Daniel Conrod, artista associato del Ballet of the OnR, e Bruno Bouché.
Fondato nel 1972, il Ballet du Rhin, si afferma in tutto il mondo come compagnia ambasciatrice della danza, essendo una delle rare compagnie francesi a spaziare dal barocco al moderno e dal classico al contemporaneo, in modo che ogni stile possa essere apprezzato appieno dal vasto pubblico.


IL PAPÀ IN AFFITTO di Silvano Picerno in scena all’Auditorium SS. Medici

In il

il papa in affitto auditorium ss medici

IL PAPÀ IN AFFITTO di Silvano Picerno
Regia Silvano Picerno
con Silvano Picerno, Leo Coviello, Antonella Macella, Irene Giorgio, Rosanna Tafuno
Direttore di scena Rosa Squicciarini, Suggeritore Mariolina Popolizio, Grafica Manuela Coluccino

Maria e Valentino sono una coppia che non riesce ad avere figli, perchè gli spermatozoi del marito sono troppo “lenti”. Dopo averle provate tutte, decidono di fare la fecondazione eterologa. Prima, però, di effettuare l’inseminazione artificiale, in cui non sapranno l’identità del donatore, decidono di chiedere al loro caro amico Rodolfo di effettuare un’inseminazione “naturale”! Rodolfo è un professore universitario che ha la nomea di “sciupafemmine”, tanto da avere alle calcagna la sua ex Raffaella, che lo assilla per il riconoscimento della paternità del proprio figlio ed ha persino un’amante fissa Nancy, giovane studentessa. La coppia decide che è proprio il loro amico il prototipo ideale del “papà in affitto”: intelligente, passionale e soprattutto fecondo! Purtroppo Rodolfo è allergico ai bambini, al contrario del suo amico Valentino che non sogna altro da anni… Riusciranno i due a convincere il single incallito a fare questo dono immenso alla loro coppia? E, qualora ci riuscissero, come cambierà la vita delle due coppie: quella fedele ai principi morali e quella fedigrafa senza principi? Lo scoprirete in questa esilarante commedia che racconterà un tema attuale e molto serio come quello della sterilità e della fecondazione assistita, attraverso la lente della comicità con colpi di scena a ripetizione e tante sane risate.

Info e prenotazioni: 3296222056

Fondazione Opera Santi Medici Cosma e Damiano
Piazza Mons. Aurelio Marena, 34 – Bitonto (Bari)