I Riti della Settimana Santa 2019 a Bitonto: il calendario degli eventi

In il

programma settimana santa 2019 bitonto

La Settimana Santa bitontina, a partire dagli inizi del XVIII secolo, ha celebrato la Passione e Morte di Gesù Cristo, attraverso pratiche devozionali che si svolgono in tutte le chiese della città, durante tutto il periodo Quaresimale, e culminano nello svolgimento di tre processioni:

– La processione della Addolorata nella mattinata del venerdì antecedente la Domenica delle Palme, un tempo denominato Venerdì di Passione.
– La processione dei Misteri nelle prime ore del Venerdì Santo.
– La processione di Gala nella serata del Venerdì Santo.

Protagoniste di primo piano nella Settimana Santa di Bitonto sono due Arciconfraternite: quella di Maria SS. del Rosario con sede nella chiesa di San Domenico e quella di Santa Maria del Suffragio con sede nella chiesa del Purgatorio, entrambe situate nel centro storico della città.

I riti Quaresimali vengono introdotti con la celebrazione della imposizione delle Sacre Ceneri, nel Mercoledì cosiddetto delle Ceneri, che si svolge in tutte le parrocchie, così come in tutta Italia e nel resto del mondo cattolico.

Proseguono con la Via Crucis, che si tiene in maniera particolarmente solenne ogni domenica, nelle chiese di S. Domenico e del Purgatorio, a cura delle due Arciconfraternite innanzi menzionate.


“MOMENT FOR MORRICONE”: Tributo alle Grandi musiche del Maestro

In il

moment for morricone

La Grande Orchestra Italiana di Simone Mezzapesa
presenta:
MOMENT FOR MORRICONE
Tributo alle Grandi musiche del Maestro

Al teatro Traetta di Bitonto (Bari), in occasione del 90° compleanno del Maestro Ennio Morricone, La Grande Orchestra Italiana di Simone Mezzapesa eseguirà le intramontabili colonne sonore dei Film musicate dal grande Maestro.

Info: 3683570302 – 0803748156


Mediofondo Bosco di Bitonto – 6^ edizione

In il

Mediofondo Bosco di Bitonto 2019

Continua la pedalata dell’Iron Bike in terra murgiana: dopo gli appuntamenti di Castel del Monte e Altamura tocca ora alla ridente borgata di Mariotto, che ospiterà la 6^ Mediofondo Bosco di Bitonto, organizzata dal team Oroverde. La quarta tappa dell’Iron Bike 2019 torna in una delle sue sedi storiche, presenti sin dalla prima edizione del circuito, ma in una veste del tutto rinnovata. Si parte e si arriva sempre dal Park Hotel Elizabeth, ma si affronterà un percorso nuovo, dagli elevati contenuti tecnici ed estremamente spettacolare per pubblico e atleti.



In questi giorni in casa Oroverde Bitonto si stanno ultimando i preparativi, ma in fondo è quasi tutto pronto. Lo hanno sperimentato i molti appassionati che nel weekend appena trascorso hanno avuto modo di testare il circuito e, soprattutto, di apprezzarlo, in due distinti gruppi (uno sabato e uno domenica).

Percorso molto divertente ma anche impegnativo, con 1100 mt di dislivello positivo in 54 km; interamente rinnovato, caratterizzato da salite brevi ma con pendenze importanti (anche al 18 %), e da discese veloci e tecniche.
Il percorso si sviluppa attraverso tre diverse aree boschive: Il bosco del ceraso, il bosco di Pietre Tagliate ed il Bosco di Bitonto. La partenza e l’arrivo sono collocati presso Il Park Hotel Elizabeth poco fuori Mariotto, ma è nel bosco di Pietre Tagliate che avviene la vera magia, con un toboga di single track e continui cambi di pendenza nella penombra degli alberi. Una goduria assicurata per i biker! Suggestivo il transito nei pressi della ex base dei missili Jupiter, utilizzata nel cuore della Guerra Fredda e poi abbandonata alla storia e alla natura, un vero reperto di archeologia industriale.



Di particolare rilevanza la “salita dei cinghiali” (L = 1,5 km | Pmax = 18%), ma fanno paura anche il “Muro del Bosco” (lunghezza 600 m e pendenza del 20-25%). Su questo tracciato parteciperanno anche le E-Bike, biciclette con pedalata elettricamente assistita. 
Nella stessa manifestazione è previsto anche un percorso più corto, a carattere ciclo-escursionistico, che non darà punteggio per il circuito Iron Bike, sulla distanza complessiva di 35 km per 350 metri di dislivello. Per il percorso corto la salita più impegnativa è la “Padre Pio”, sulla lunghezza di 1 km e la pendenza massima del 15%.Per tutti gli atleti che parteciperanno alla 6^ Mediofondo Bosco di Bitonto, il team Oroverde mette a disposizione un pacco gara, composto di prodotti da forno del main sponsor Casa Milo, nel rispetto delle tradizioni locali e nella promozione della gastronomia bitontina, in aggiunta a una barretta energetica. E nel dopo gara sarà festa per tutti con il pasta party che anticiperà le premiazioni. Il clima promette bene, ci sono tutti i presupposti per una grande giornata di sport. Apertissime ancora le iscrizioni, disponibili presso il sito Icron.
Info sul portale federale Fattore K (obbligatorio per tutti gli iscritti alla Federazione Ciclistica Italiana) con ID gara: 147498.
La quota di iscrizione, per i soli atleti cicloamatori (gli agonisti non pagano) è fissata in € 25,00 sino a sabato 30/03, a cui aggiungere 5 € per il noleggio del chip. La mattina della gara il costo sarà di € 35,00.
Per Il pagamento della quota di iscrizione, effettuare un Bonifico, inserendo nella causale “Quota di iscrizione Gara Ironbike” presso il conto ASD TEAM OROVERDE BITONTO con IBAN: IT34 H031 2704 0010 0000 0001 737.


Okiko in Bovary 2000

In il

Okiko in Bovary 2000

Un Teatro a Luci Rosse…
Una Parigi senza tempo…
Una Storia colma di intrighi. Il Bovary 2000 è uno dei Teatri più belli della città, frenquentato da donne e uomini vogliosi di spettacolo e sensualità… ci si recano per godere delle esibizioni… dei misteriosi artisti che lo abitano…ma qualcosa arriva dal mondo di fuori.
In una giornata come tante altre, durante una delle solite esibizioni delle starlette del Bovary, giunge una figura inaspettata, come fosse un fantasma candido e innocuo…una donna vestita da sposa…in un teatro pregno di erotismo e scandalo…e da qui, tutto cambia.
Il gioco delle maschere prende forma…la famelica tigre si trasforma in topo spaventato, il dolce gattino terrorizzato diviene Pantera aggressiva, il dolce usignolo intrappolato spicca il volo ed apre le sue grandi ali. i riflessi cambiano, i ruoli si invertono.
Le maschere fino ad ora indossate, si trasformano in anima.
Bienvenue mes amis…siete pronti per lo spettacolo del Bovary?
vi aspettiamo!

SABATO 30 MARZO 2019
TEATRO T. TRAETTA BITONTO (BARI)
UN NUOVO SPETTACOLO INEDITO
SCRITTO E DIRETTO DA PIERGIORGIO MEOLA
UNA PRODUZIONE OKIKO THE DRAMA COMPANY
GRAPHIC ART STEFANIA SANNICANDRO
MOVEMENT NOEMI FARELLA


Cabaret Sacco e Vanzetti in scena al teatro Traetta

In il

cabaret sacco e vanzetti

Teatro dei Borgia
presenta:

CABARET SACCO E VANZETTI

da Michele Santeramo
ideazione e regia Gianpiero Borgia
con Valerio Tambone e Raffaele Braia
scene Vincenzo Mascoli
luci Gianpiero Borgia
costumi Manuela Paladin Šabanović
musiche Papaceccio MMC, Roberta Carrieri
foto di scena Roberto D’Introno

Cabaret Sacco & Vanzetti è il racconto, divenuto paradigmatico, di due umili, due ultimi, due migranti, due eroi moderni divenuti simbolo universale delle battaglie per i diritti di uguaglianza e giustizia. Condannati alla sedia elettrica per un crimine che non avevano commesso, vittime di un processo farsa e di un crimine giudiziario, Sacco e Vanzetti caddero anche a causa della “politica del terrore” contro i “rossi” che l’America degli anni ’10 praticava, con speciale ferocia quando si trattava di immigrati.
La storia di Sacco e Vanzetti, il loro rapporto, che muterà nei tanti anni insieme fino a divenire una grande amicizia, ha il ritmo di una ballad, una melodia continua sempre presente nello spettacolo: ogni giorno Nicola e Bartolomeo devono improvvisare la loro vita, mantenendo però salda la loro identità col sogno di una vita migliore, più libera, combattendo un mondo in cui regna il pregiudizio.

Infotel. 080 3742636


SHAKESPEARE MIXTAPE

In il

SHAKESPEARE MIXTAPE

Fatti d’Arte presenta
SHAKESPEARE MIXTAPE
con Mariantonia Capriglione, Nicola Napoli e Liliana Tangorra
di Raffaele Romita
con la partecipazione straordinaria di “Quei Bravi ragazzi”

Cosa succede quando tre persone totalmente avulse dal teatro ma così tanto innamorate di William Shakespeare hanno la pretesa di farlo rivivere sul palcoscenico? E se sono così rapiti dalle parole del Bardo da non sapere proprio scegliere quale opera mettere in scena? Da qui nasce SHAKESPEARE MIXTAPE!
Le varie opere si intrecciano, le parole si confondono, le tematiche di mischiano, il testo si trasforma in canto, le risa in lacrime… una versione della storia più fosca, fatta d’inchiostro e sangue, di amore e di tradimento.

Shakespeare Mixtape è uno spettacolo realizzato dalla compagnia Fatti d’Arte che omaggia alcuni testi del Bardo prendendo a pretesto la volubilità e allo stesso tempo la vulnerabilità dell’Uomo.
Un omaggio a William Shakespeare che anticipa le iniziative del festival www.shakespare alla sua settima edizione che la Compagnia organizzerà per il prossimo ottobre.
Uno spettacolo in cui ritmo, parola e musica accompagneranno lo spettatore ad assaporare le suggestive atmosfere della drammaturgia inglese.
Lo spettacolo si avvarrà della straordinaria collaborazione del gruppo di giovani attori ‘Quei Bravi ragazzi’.
E come sostieme Jan Kott “Shakespeare è come il mondo, o come la vita. Ogni epoca vi trova quello che cerca e quel che vuole vedervi”.

In occasione dello spettacolo del 23 marzo la compagnia festeggerà il suo decennale.
Verranno create attività collaterali allo spettacolo, compresa una sorpresa.
Non mancate!

23 marzo alle ore 21:00 e 24 marzo alle ore 18:00
Teatro T. Traetta Largo Goldoni – Bitonto (Bari)
Costo biglietto unitario: € 5
Info e prenotazioni: 3338553593 – 3483797668
info@fattidarte.org


SI NOUS PRENIONS LE TEMPS prima nazionale al Teatro Traetta

In il

network danza puglia 2019 teatro traetta

Compagnia YMA
SI NOUS PRENIONS LE TEMPS
musica Fred Malle / accompagnamento alla scrittura Alice Zenite
Concetto e interpretazione CHLOÉ HERNANDEZ E ORIN CAMUS

PRIMA NAZIONALE
“È difficile scrivere o descrivere questo progetto da quando è iniziato senza parole. Parte dal desiderio di iniziare una ricerca da parte dei corpi senza registrarli nella cornice di un pensiero, una forma, un tema.Dobbiamo trovarci direttamente nello studio ed entrare nella creazione attraver-so il movimento, la danza. Non ci sono altri soggetti oltre a questi due corpi – e questo è già vasto.”Presentazione al pubblico di un estratto del lavoro tra i due coreografi, Chloé Hernandez e Orin Camus: workshop proposti in direzione del lavoro in coppia, comprendono la tecnica del “contact” nel lavoro del peso, del sostegno e supporto.


Banana Republic Band – Lucio Dalla e Francesco De Gregori a Bitonto

In il

banana republic teatro traetta

La Banana Republic Band – Lucio Dalla & Francesco De Gregori torna in scena per riproporvi alcune delle canzoni della storica coppia che dopo lo straordinario successo del tour “Banana Republic” nel 1979 decise di riunirsi 31 anni dopo con “Work In Progress”.
Sempre loro: “Il Principe” De Gregori ed “Il Ragno” Lucio Dalla, due dei più grandi cantautori della musica leggera italiana.

Venerdì 15 Marzo 2019
Teatro Traetta – Bitonto (Bari)
Ingresso ore 20:00 – Concerto ore 20:30
Platea: 10 € – Palchi: 8 €
Per info e prenotazioni: Libreria del Teatro – tel: 080.3758368

Banana Republic Band

Piero Rinaldi – Voce
Francesco Corallo – Voce e chitarra
Lorenzo Freccia D’Urso – Tastiere, cori
Roberto Antonacci – Chitarre
Angelo Verbena – Basso
Giuseppe Bruni – Batteria


Stefania Rocca in SQUALIFICATI al Teatro Traetta

In il

squalificati stefania rocca

Ente Teatro Cronaca Vesuvioteatro
Stefania Rocca in
SQUALIFICATI
di Pere Riera / traduzione di Inés Rodríguez e Joan Negrié / adattamento David Campora / ideazione scenica Luciano Melchionna / musiche a cura di Riccardo Regoli / opere Redux in scena Cristano Carotti / in collaborazione con il Festival Teatrale di Borgio Verezzi 2018
con Andrea de Goyzueta e Fabrizio Vona
regia LUCIANO MELCHIONNA

Un gioco raffinato, una partita a scacchi esclusivamente tra re, cavaliere e torre avversaria tra declinazioni di potere, strategie prive di scrupoli e il giudizio calato dall’alto, con chirurgico e amabile cinismo, da parte di chi afferma sia impossibile sporcarsi le mani. Il tutto condito da accuse di molestie, ambiguità, rovesciamento delle dinamiche e dei ruoli, ricatti e amletiche scelte tra carriera e famiglia.
La politica e i mass media a confronto: chi si salverà? Dov’è il male, dov’è il bene in questa giungla ormai priva di riferimenti e valori, dove l’unico criterio valido, tra scivolate e colpi bassi è la selezione naturale e
dove la sopravvivenza dei prescelti è delegata a qualche voto in più e allo share?


Aspettando il Traetta Opera Festival

In il

Aspettando il ll Traetta Opera Festival

L’Orchestra Sinfonica della Città Metropolitana di Bari esegue uno dei concerti bitontini “aspettando” il Traetta Opera Festival, manifestazione di punta del Comune di Bitonto e della Regione Puglia, che in aprile e maggio avrà la sua XV edizione.

La scelta del programma è paradigmatica della strategia culturale del Festival: la “pugliesità” di ieri e di oggi.
Il recupero dei tesori del passato con le pagine di Logroscino, Traetta e La Rotella, triade d’eccezione tutta bitontina, si declina nel recupero delle fonti manoscritte, collazione delle stesse, trascrizione e revisione, pubblicazione ed esecuzione. L’attenzione alla contemporaneità si traduce nella commissione di nuove composizioni a giovani ed affermati compositori pugliesi, cui segue spesso anche l’incisione discografica. Completa il programma la parte solistica affidata a “nostre” eccellenze solistiche.
In apertura il “genius” assoluto Mozart, del quale Traetta è unanimamente riconosciuto come precursore.

Programma:

Wolfgang Amadeus MOZART
Don Giovanni – Ouverture

Nicola Bonifacio LOGROSCINO
Il Governatore – Ouverture*

Tommaso TRAETTA
Zenobia – Ouverture*

Francesco Onofrio MANFREDINI
Concerto per trombe piccole soliste e orchestra

Massimo PARENTE
A tempo e luogo – Prelude

Massimo DE LILLO
Ouverture dell’umanità perduta

Leonardo FURLEO SEMERARO
Beat on Ouverture**

Pasquale LA ROTELLA
Il Mattino della Montagna

Trombe piccole soliste
Michele Rivellini, Michele Ventrella
Orchestra Sinfonica della Città Metropolitana di Bari
Direttore Vito Clemente

Vi aspettiamo nella chiesa di San Gaetano – INGRESSO LIBERO