BITalk – L’arte pop, il talk con Vittorio Sgarbi

In il

vittorio sgarbi bitalk

“L’arte pop: pittori, poeti e contaminazioni (da Warhol, a Rotella, a Schifano e molte altre storie)
Accompagnati dal professor Vittorio Sgarbi nella splendida cornice della Chiesa di San Francesco d’Assisi a Bitonto, un appassionante viaggio tra miti, dipinti, pensieri e rivoluzioni nel mondo della pop art.

31 ottobre 2019
ore 22:00
Ingresso libero fino ad esaurimento posti
Chiesa San Francesco d’Assisi (detta La scarpa), via Ferrante Aporti – Bitonto (Ba)

********

Il viaggio nella pop art attraversa tutto il festival con la mostra di Giuliano Grittini – “Il ’68 e gli anni di piombo – la cultura pop tra mito e bellezza”.

Dal 30 ottobre al 3 novembre
dalle ore 18.00 alle ore 22.00 | Sabato dalle ore 18.00 alle ore 23.00
Sancti Nicolai Convivium – Piazza Cattedrale, 35, Bitonto (Ba)
Ingresso libero

Il programma completo del BITalk 2019


A Bitonto, Il giorno dei morti per celebrare la vita Xª edizione

In il

il giorno dei morti per celebrare la vita 2019 bitonto

“Il giorno dei morti per celebrare la vita X edizione”

l’Associazione Italo-messicana El Zottano, Gallery-Atelier Casa Mexicana, con il patrocinio del Comune di Bitonto, presenta la decima edizione ‘Il giorno dei morti per celebrare la Vita’, un’opera istallazione a cura dell’artista messicana Yanira Delgado Altamirano.

In Messico la Festività dei Morti rappresenta una commemorazione in cui concorrono in ugual maniera la tradizione precolombiana e la religione cattolica. La festa è tutta per i morti e le loro anime che tornano; ed è proprio l’incontro delle culture italiana e messicana che il Torrione Angioino intende celebrare dal 31 ottobre al 3 novembre 2019.
‘La preparazione al distacco, l’esorcismo della paura, la beffa del destino, la parodia della morte. Una festa avvolgente, satura, esplosiva, senza sbavature, carnale nella spiritualità, irriverente nella solennità. Una vitalità che scongiura la tristezza e rompe i margini dell’ascetismo cristiano. L’altare che unisce il ricordo della perdita alla gioia del ritrovamento in un rituale furiosamente dolorifico e furiosamente ardente di vita. I messicani hanno nel sangue una capacità di sopravvivenza al dolore che li fa vivere costantemente in una cerniera tra la luce e l’oscurità, costantemente pronti ad onorare la morte per cantare la vita’. Lara Carbonara.

Nel 2003 il Giorno dei Morti celebrato in Messico è stato dichiarato dall’UNESCO “Capolavoro del Patrimonio Orale e Immateriale dell’Umanità”.

L’intervento artistico de “IL GIORNO DEI MORTI PER CELEBRARE LA VITA” nasce dalla necessità della celebrazione del rituale intimo della memoria e della commemorazione per rivivere emozioni, ricordi e momenti significativi del proprio caro defunto. Attraverso installazioni fatte da oggetti (fotografie, musica, fiore, farfalla, candele, specchio, bicchiere con acqua, sale, pane, frutta di stagione, il cibo preferito, effetti personali appartenuti al proprio caro) recuperiamo e condividiamo la memoria di chi ci ha lasciato.

L’artista allestirà insieme al pubblico e associazioni presso gli spazi del Torrione Angioino, un installazione Tavolata – Altare del ‘Día de los muertos’ con il titolo “SIAMO POLVERE DI STELLE” ( titolo presso dal dipinto di Gabriella Villanueva).
A cura di Yanira Delgado Altamirano e Armand Soppi
Collaborati di questa 10°edizione:
Nicola Abbondanza, Cecilia Manginni, Antonella Stellacci, Daniela De Fino, Dania Delvino, Luigi Rutigliano, Maria Grazia Scarola.

IL PROGRAMMA:

– Giovedì 31 ottobre
19:00 Inaugurazione
In occasione della inaugurazione dell’evento “IL GIORNO DEI MORTI PER CELEBRARE LA VITA X EDIZIONE” Il M°ANGELO MICHELE COTUGNO si esibirà in qualità di CORNO SOLISTA
PROGRAMMA ESEGUITO:
J.S.Bach: Suite per violoncello in sol maggiore (trascrizione per corno)
W.A.Mozart: Rondò dal IV° Concerto per corno e orchestra
A.Cotugno-“Caccia” per corno solo
A.Vivaldi: Concerto per violino in La minore I movimento (trascrizione per corno).

Presentazione della Installazione con Yanira Delgado, Armand Soppi, Nicola Abbondanza, Antonella Stellacci e Daniela De Fino.

Ci sarà un percorso guidato all’istallazione “Siamo Polvere di stelle” Fiori, colori, profumi e la possibilità di essere truccati con il tema della festa messicana, la serata si concluderà alle ore 23.00

– Venerdì 1 novembre:
17.30 Breve esecuzione di Marce Funebri tradizionali Bitontine a cura dell’Orchestra Sinfonica di Fiati “Davide Delle Cese” diretta dal M° Vito Vittorio Desantis.
20:30 Primo Appuntamento con Vincenzo Mazzeo
in arte Spiegorelax Longevity che è uno studioso di longevità, condurrà attraverso un intrattenimento olistico insolito con note di ironia, portando a conoscenza del pubblico, gli aneddoti, le curiosità, i segreti e le leggende dei personaggi più longevi di sempre, vissuti sulla terra. Il pubblico rilassato, vivrà un’esperienza che fa riflettere e ne uscirà arricchito di un inno alla vita.
Dalle ore 10.30 alle ore 23.00 l’installazione sarà visitabile dal pubblico.

– Sabato 2 novembre ore 19:00:
“Si chiamerà Angelo!”
Presentazione del libro del
M°ANGELO INGLESE
interverrano: Autore, M° Vito Vittorio Desantis (Ass.Mus. “Delle Cese”),Teresa Fabbricatore (giornalista RAI)
Interventi Musicali a cura del M° Adriana Giancaspro,
Performance pittorica live dell’artista Domenico Casadibari che sarà accompagnato da un performance musicale.
Dalle ore 10.30 alle ore 23.00 l’installazione sarà visitabile dal pubblico.

– Domenica 3 novembre:
19:00 Vincenzo Mazzeo riproporrà il suo intrattenimento Spiegorelax Longevity con musica di piano forte il pubblico rilassato, vivrà un’esperienza che fa riflettere e ne uscirà arricchito di un inno alla vita.

20:00 CHIUSURA della manifestazione a cura di Antonella Stellacci (Psicologa-Psicoterapeuta dell’associazione IO SONO MIA). Presenterà una riflessione dal titolo ‘LOVER or LOSER?: la Crescita Post Traumatica nell’esperienza del lutto’

l’installazione sarà visitabile fino al 3 novembre presso il Torrione Angioino (Torre delle arti), Piazza Cavour (ENTRATA DAL PONTILE DI LEGNO), Bitonto BA.

Ingesso libero
Info. 345 2222 464
diadelosmuertositalia@gmail.com


BITalk – dal Sessantotto agli Anni di Piombo: il programma

In il

bitalk 2019 bitonto

BITalk
dal Sessantotto agli Anni di Piombo
dal 30 Ottobre al 3 Novembre 2019
Bitonto (BARI)

Pupi Avati, Alessio Boni, Gianni Ciardo, Gherardo Colombo, Cosimo Damiano Damato, Gabriella Labate, Omar Pedrini, Raf,
Vauro Senesi, Vittorio Sgarbi, Giuliano Turone, Vladimiro Satta, Antonio Stornaiolo.

Cinque giorni tra teatro, cinema, musica, arte, e letteratura per raccontare, commentare e riflettere su un periodo storico cruciale della storia del nostro Paese. E’ Bitalk, il festival “diffuso” che torna per la sua terza edizione dal 30 ottobre al 3 novembre tra i più bei luoghi del cento storico di Bi- tonto (Bari), con un programma di eventi- per la maggior parte gratuiti- quest’anno dedicati al tema “dal ’68 agli anni di piombo”.

Dalla contestazione studentesca allo sbarco sulla luna, dalla nascita del movimento femmini- sta al dilagare della musica rock, dal culto di Che Guevara fino alla pop art consacrata dal genio di Andy Warhol, il decennio dal 1968 al 1978, rappresenta un’ondata rivoluzionaria e creati- va che anche in Italia segna un cambiamento politico e sociale senza precedenti.

In quest’ottica, Bitalk apre una finestra su un periodo tra i più controversi della storia italiana, sfo- ciato in quegli anni tristemente noti come “anni di piombo”, attraverso la testimonianza di persona- lità di spicco dello scenario culturale contemporaneo che li hanno vissuti, e gli scambi con il pub- blico e le più giovani generazioni in un clima di grande informalità.

Gherardo Colombo, Vittorio Sgarbi, Pupi Avati, Omar Pedrini, Alessio Boni, Vauro Senesi, Giuliano Turone, Raf, Gianni Ciardo, Antonio Stornaiolo, Gabriella Labate, Cosimo Damiano Damato, Vladimiro Satta sono soltanto alcuni dei protagonisti del mondo dell’editoria, del cinema e della musica, invitati a riflettere, da angolazioni diverse, sul modo in cui l’espressione artistica e culturale è stata influenzata dai grandi cambiamenti sociali dell’Italia di quegli anni.

Il festival si apre mercoledì 30 ottobre al Comvivium Sancti Nicolai, nel centro storico di Bitonto, con l’inaugurazione della mostra dell’artista e fotografo Giuliano Grittini dal titolo La cultura pop tra mito e bellezza: un’ode alla memoria attraverso personaggi mitici – in carne ed ossa, di fumetti o di film- che l’artista reinterpreta in chiave personale, destrutturati dalla propria immagine e rico- struiti alla luce di una poetica nuova e dirompente.

Per la prima volta sarà presentato al pubblico, nella stessa giornata di mercoledì 30 ottobre alle ore 21.00 al Teatro Traetta, La rivoluzione nell’anima, recital che vede protagonista la musica di Raf. La pièce, prodotta in esclusiva per Bitalk- è un omaggio al ’68 e alle altre rivoluzioni per la libertà, sin dal suo titolo, tratto da un verso del brano James che il cantautore dedicò a Che Gueva- ra. Volto e voce di un’istanza libertaria globale, l’icona del “Che” influenza molto della produzione musicale di Raf, giovane musicista negli anni ’70 che dalla figura del rivoluzionario argentino trae gran parte dell’ispirazione delle sue canzoni più impegnate: da La prova a Che giorno è, da Il primo uomo ad Il re e Assolti a Il senso delle cose. Questi brani più civili e “segreti”, insieme alle canzoni “manifesto”, Battito animale e Cosa resterà, scandiranno il ritmo dei testi tratti dai diari giovanili dello stesso Che Guevara, da una inedita traduzione di Rivoluzione di Jack London, impreziosita da una riflessione di Erri De Luca e da altri scritti “rivoluzionari” del grande poeta napoletano, narrati da Cosimo Damiano Damato e recitati da Gabriella Labate.

Negli spazi del Sancti Nicolai Convivium, si affronterà anche il più buio capitolo della lotta ar- mata degli anni settanta e delle stragi, che è stato oggetto di centinaia di libri pubblicati, film, e in- chieste che dimostrano un diffuso e ancora vivo desiderio di sapere. Punto di partenza per il talk sul tema con l’ex magistrato Gherardo Colombo, e il Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sarà Il libro dell’incontro, la prima pubblicazione nata dall’esperienza di una serie di incontri tra vittime e responsabili della lotta armata, a confronto con l’aiuto di tre mediatori: il padre gesuita Guido Bertagna, il criminologo Adolfo Ceretti e la giurista Claudia Mazzucato. Accostando una rigorosa riflessione metodologica alle vive voci dei protagonisti, alle lettere che si sono scam- biati negli anni, e alle loro parole, il libro segna una svolta decisiva nella storia italiana che supera il radicale paradigma storico tra vittime e militanti, nella convinzione che né i processi né i dibattiti mediatici all’insegna della spettacolarizzazione del conflitto sono riusciti a sanare la ferita.

Spazio al cinema giovedì 31 ottobre, alle 20.00 al Teatro Traetta con il regista Pupi Avati, che proprio nel 1968 esordisce cinematograficamente con il suo primo film- la pellicola grottesca Bal- samus, l’uomo di Satana- segnando l’inizio di una carriera tra le più interessanti e prolifiche del pa- norama italiano.

Sul versante delle arti visive, sarà invece Vittorio Sgarbi, alla Chiesa di S. Francesco La Scarpa alle ore 22.00, a coinvolgere il pubblico in un dialogo sul tema L’arte pop: pittori, poeti e conta- minazioni. Da Warhol a Rotella, Schifano e molte altre storie, mettendo a confronto i grandi rap- presentanti del movimento pop.

Protagonista di venerdì 1 novembre al Teatro Traetta alle ore 20.30, sarà la storica band Il Bal- letto di Bronzo, una vera e propria formazione pioniera della musica rock progressive nell’Italia de- gli anni ’70. Formatasi a Napoli nel 1969- originariamente come quartetto composto da Raffaele Cascone (chitarra), Michele Cupaiolo (basso), Marco Cecioni (voce) e Giancarlo Stinga (batteria), cui si aggiunge il giovane e talentuoso tastierista Gianni Leone- il gruppo è tra i primi a portare in Italia l’ondata progressive, sulla scia delle band inglesi come King Crimson, Soft Machine, ELP, Gentle Giant, Genesis.

Tuttavia, appena pochi anni dopo nel 1973, la band si scioglie, dopo aver dato però alla luce l’al- bum YS, una delle gemme del rock progressivo considerato ancora oggi una pietra miliare del gene- re. Negli ultimi anni una nuova veste ha riportato sul palco Il Balletto di Bronzo, che oggi è capita- nato da due dei suoi storici componenti: Lino Ajello e Marco Cecioni.

Ancora un appuntamento con le pagine più misteriose della storia d’Italia, alle ore 21.00 nella Bi- blioteca Comunale e Museo Civico Eustachio Rogadeo, sarà la presentazione del libro, L’italia
L’indagine sul cinema dell’epoca si completerà con CineFocus Italia70: il cinema
di piombo, il ciclo di incontri curato da Paola Gravina – ospitato fino al 3 novembre dalle Officine Culturali in largo Gramsci, 7 – e dedicato ai migliori film dell’epoca, politicamente impegnati, gial- li, poliziotteschi e racconti civili, che tra proiezioni e dibattiti si svolgeranno per tutta la durata del
festival.
occulta del magistrato Giuliano Turone: un cumulo di fatti atroci maturati in un arco di tempo ri- stretto (1978-1980) e rimasti il più delle volte senza giustizia, qui recuperati e ricostruiti dal magi- strato che nella sua carriera ha scoperto la P2, arrestato il boss di Cosa Nostra Luciano Liggio e rin- viato a giudizio Michele Sindona.

A seguire, alle 22.00, ci si sposterà nel Sancti Nicolai Convivium per ascoltare le storie e le note degli anni settanta, con i racconti del giornalista e conduttore televisivo e radiofonico Carlo Mas- sarini, e la musica di Diodato.

Gli “anni di piombo”, sono il focus anche della ricerca dello storico Vladimiro Satta, che sabato 2 novembre alle ore 21.00 nella Biblioteca Comunale e Museo Civico Eustachio Rogadeo, presen- terà il libro I Nemici della Repubblica. Storia degli Anni di Piombo, in dialogo con Pierpaolo Romani, coordinatore nazionale di Avviso Pubblico, l’associazione per la promozione della cultura della legalità democratica nella politica, nella Pubblica Amministrazione e sui territori da essi go- vernati.

Continuano anche gli incontri al Sancti Nicolai Convivum, con Vauro Senesi, intellettuale da sem- pre impegnato nelle battaglie civili e profondo conoscitore del ’68, che racconterà la sua personale rivoluzione culturale attraverso le tavole d’autore raccolte nel volume La zecca, dove la sua matita irriverente è un affondo alla politica e un invito all’umanità e ai grandi valori civili.

Nel Teatro Traetta, alle 20.30, invece, Gianni Ciardo, attore e mattatore della comicità made in Puglia, protagonista del teatro quanto del cinema di quegli anni, intratterrà il pubblico con una chiacchierata sul filo della memoria, accompagnato da Antonio Stornaiolo nel dietro le quinte di un periodo leggendario ed effervescente per il pubblico tanto quanto per gli addetti ai lavori.

Si chiude in bellezza, domenica 3 novembre al Teatro Traetta alle 21.00 con 66/67, lo spettacolo teatral-musicale, nato dal sodalizio artistico tra Alessio Boni e Omar Pedrini. 66/67 –unione degli anni di nascita rispettivamente dell’attore e del musicista- è un susseguirsi in scena di musica e vi- sual, recitato e cantato per coinvolgere il pubblico con la poeticità di alcuni dei brani più potenti ed emozionanti della storia della musica (John Lennon, Lou Reed, Pink Floyd, Simon & Garfunkel, David Bowie, Bob Marley) molti dei quali tradotti in italiano e recitati da Boni per essere più facil- mente comprensibili.

Un teatro-canzone capace di tracciare un excursus su 40 anni di musica che hanno incantato più di
una generazione.

Dal 31 ottobre per tutta la durata della manifestazione, si celebrerà il culto dei morti secondo la tra- dizione messicana del Dia de los muertos, festività dichiarata patrimonio immateriale dell’umanità dall’UNESCO. Nella quattrocentesca Torre Angioina l’artista messicana Yanira Delgado allestirà una tavola-altare con di più di 50 posti, circondata di luce, e colma di cibo, per ricordare i propri cari, attraverso una gioiosa convivialità fatta di musica, immagini e tanti ricordi. L’istallazione Siamo Polvere Di Stelle rappresenterà il giorno dei morti per celebrare la vita.

PROGRAMMA:

30 ottobre | ore 21.00
LA RIVOLUZIONE NELL’ANIMA – Il recital Il ’68 e le rivoluzioni per la libertà.
Canzoni e musiche dal vivo di RAF, voce narrante Cosimo Damiano Damato, voce recitante GABRIELLA LABATE.
A pagamento
Teatro Traetta – Largo Teatro, Bitonto (Ba)
Info per l’acquisto dei biglietti presso il botteghino teatro tel. 080 374 26 36 – dal martedì al venerdì dalle 18:00 alle 20:00

30 ottobre | ore 21.00
GHERARDO COLOMBO “Il libro dell’incontro – Vittime e responsabili della lotta armata a confronto”.
Dialoga con Michele Emiliano, presidente della Regione Puglia.
Una riflessione sul ruolo della giustizia in Italia negli anni di piombo.
Gratuito
Sancti Nicolai Convivium – piazza Cattedrale 35
Ingresso libero

31 ottobre | dalle ore 19.00
L’impegno e la morale: il cinema politico di Elio Petri Con l’analisi e visione di estratti dei film: – “Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto”, 1970 – “Todo Modo”, 1976
A cura di Paola Di Gravina, esperta di cinema, docente di discipline audiovisive
Gratuito
Officine Culturali Largo Gramsci , 7

31 ottobre | ore 20.00
PUPI AVATI CINEMA ’68.
Uno dei Maestri del cinema italiano racconta gli anni del 68 attraverso il Cinema.
Gratuito
Teatro Traetta Largo Teatro

31 ottobre | ore 22.00
VITTORIO SGARBI
“L’ARTE POP: PITTORI, POETI E CONTAMINAZIONI ( DA WARHOL A ROTELLA, SCHIFANO E MOLTE ALTRE STORIE)
Gratuito
Chiesa San Francesco d’Assisi (detta La scarpa) – Via Ferrante Aporti

1 novembre | dalle ore 19.00
Romanzi criminali: il cinema poliziottesco italiano Con l’analisi e visione di estratti dei film: – “Milano Calibro 9”, Fernando Di Leo, 1972 – “La legge violenta della squadra anticrimine”, Stelvio Massi, 1976
A cura di Paola Di Gravina, esperta di cinema, docente di discipline audiovisive
Gratuito
Officine Culturali – Largo Gramsci, 7

1 novembre | ore 20.30
IL BALLETTO DI BRONZO – concerto I pionieri del rock progressivo italiano
Gratuito
Teatro Traetta – Largo Teatro

1 novembre | ore 21.00
GIULIANO TURONE
presentazione del libro ITALIA OCCULTA
Italia occulta documenta con nettezza un passato torbido ancora non del tutto conosciuto.
Dialoga con l’autore, Davide Carlucci, sindaco di Acquaviva delle Fonti e giornalista.
Gratuito
Biblioteca Comunale – Museo Civico Eustachio Rogadeo – Via Giandonato Rogadeo, 52

1 novembre | ore 22.00
CARLO MASSARINI E DIODATO
Storie e note degli anni settanta con i racconti di Carlo Massarini e la musica di Diodato
Gratuito
Sancti Nicolai Convivium – Piazza Cattedrale, 35

2 novembre | dalle ore 19.00
Potere e contropotere: il cinema-memoria di Francesco Rosi Con l’analisi e visione di estratti dei film: – “Cadaveri eccellenti”, 1976 – “Tre Fratelli”, 1981
Gratuito
Officine Culturali – Largo Gramsci , 7

2 novembre | ore 20.30
GLI ANNI DEL TEATRO RIVOLUZIONARIO – GIANNI CIARDO dialoga con ANTONIO STORNAIOLO
Con Gianni Ciardo, attore e mattatore della comicità made in Puglia, una chiacchierata sul filo della memoria, nel dietro le quinte di un periodo leggendario ed effervescente per il pubblico tanto quanto per gli addetti ai lavori.
Gratuito
Teatro Traetta – Largo Teatro

2 novembre | ore 21.00
VLADIMIRO SATTA
presentazione del libro I NEMICI DELLA REPUBBLICA. STORIA DEGLI ANNI DI PIOMBO.
Dai primi episodi violenti nel ’68 alle bombe e alla lotta armata, la storia di come l’Italia democratica è riuscita a sconfiggere il terrorismo rosso e nero. Dialoga con l’autore, Pierpaolo Romani, coordinatore di Avviso Pubblico.
Gratuito
Biblioteca Comunale – Museo Civico Eustachio Rogadeo – Via Giandonato Rogadeo, 52

2 novembre | ore 22.00
LA RESISTENZA NON È FINITA – VAURO SENESI, L’ULTIMO RIVOLUZIONARIO
Presentazione del libro La zecca, una raccolta di 320 tra vignette e tavole, dove la matita irriverente di Vauro è un affondo alla politica e un invito all’umanità e ai grandi valori civili.
Gratuito
Sancti Nicolai Convivium – piazza Cattedrale, 5

3 novembre | dalle ore 19.00
Dagli anni 80 agli anni 2000: crepuscolo e rinnovamento di un genere tutto italiano Con l’analisi e visione di estratti dei film: – “Gli Invisibili” di Pasquale Squitieri, 1988 – “La seconda volta”, Mimmo Calopestri, 1995
Gratuito
Officine culturali – Largo Gramsci, 7

3 novembre | 21.00
66/67 – ALESSIO BONI e OMAR PEDRINI – spettacolo musicale Un progetto musicale nato dall’unione artistica tra Alessio Boni e Omar Pedrini per trasmettere la poeticità dei testi della storia della musica che dagli anni ‘60 ad oggi hanno composto la colonna sonora della vita di tanti.
A pagamento
Teatro Traetta – Largo Teatro, Bitonto (Ba)
Info per l’acquisto dei biglietti presso il botteghino teatro tel. 080 374 26 36 – dal martedì al venerdì dalle 18:00 alle 20:00


BITalk: Raf – La rivoluzione nell’anima, il recital

In il

bitalk la rivoluzione dell anima

La rivoluzione è l’armonia della forma e del colore e tutto esiste, e si muove, sotto una sola legge: la vita.
 [Frida Kahlo]
Fragile e potente, inquieta e ribelle, Frida Kahlo, pittrice messicana rivive attraverso la voce di Gabriella Labate, in scena con Cosimo Damiano Damato e Raf, nello spettacolo “La rivoluzione nell’anima”.
I pensieri di Frida e i versi della poetessa iraniana Forugh Farrokhzad, affidati all’anima vibrante di Gabriella per raccontare lo spirito immortale di donne impavide capaci di combattere per la libertà.

30 ottobre – La rivoluzione nell’anima
ore 21:00
Teatro Traetta – largo Teatro, Bitonto (Ba)
Biglietti su Vivaticket.it
tel. 080 374 26 36 – dal martedì al venerdì dalle 18:00 alle 20:00

Il programma completo del BITalk 2019


BITalk – Gherardo Colombo e Il libro dell’incontro

In il

gherardo colombo bitalk

GHERARDO COLOMBO – Talk – “Il libro dell’incontro – Vittime e responsabili della lotta armata a confronto” .
Dialoga con Michele Emiliano, presidente della Regione Puglia.

Gherardo Colombo partendo dal libro “Il libro dell’incontro – Vittime e responsabili della lotta armata a confronto” ripercorre e riflette sul ruolo della giustizia in Italia negli anni di piombo.

30 ottobre 2019
ore 21:00
Ingresso libero fino ad esaurimento posti
Sancti Nicolai Convivium, Piazza Cattedrale, 35

Il programma completo del BITalk 2019


www.shakespeare7 | Settimana shakespeariana a Bitonto

In il

settimana shakespeariana teatro traetta bitonto

Www.shakespeare7, giunto alla sua settima edizione, è un festival itinerante ideato dalla compagnia Fatti d’Arte e promosso in collaborazione con l’Assessorato al Marketing territoriale – Turismo – Festival – Eventi – Governo partecipato – Polizia municipale del Comune di Bitonto e si svolgerà, dal 21 al 27 ottobre, in programma attività al Teatro Tommaso Traetta, nel centro antico della città, presso le Officine culturali site in largo Gramsci, 7 e non solo.
L’iniziativa è un percorso culturale e formativo fondato sull’opera di William Shakespeare e sulla sua diffusione, fruizione e conoscenza. Si avvale di azioni performative, di una programmazione specifica con spettacoli dal vivo e proiezioni, incontri letterari e incursioni urbane di visual art.
L’intera cittadinanza è coinvolta, ormai da anni, in questa full immersion nell’opera del drammaturgo inglese, un’azione che unisce lo spettacolo dal vivo alla formazione del pubblico.
La compagnia teatrale ‘Fatti d’Arte’ lavora a questo progetto in collaborazione con alcune realtà locali: la Società Cooperativa Sociale Ulixes e Ferrotranviara Bari-Nord.
La settimana, in programma ad ottobre, presenta un percorso storico, critico e artistico sulle opere più famose del ‘Bardo’, il fulcro della manifestazione è la presentazione dello spettacolo ‘Molto rumore per nulla’ diretto da Raffaele Romita al Teatro ‘Tommasio Traetta’ il 25, 26 e 27 ottobre.

LE ATTIVITÀ IN PROGRAMMA: SETTIMANA SHAKESPEARIANA
www.shakespeare7
21 – 27 ottobre 2019

Lunedì 21 ottobre
Dalle ore 20
Centro antico della città di Bitonto
SHAKESPEARE ON THE FLOOR
Incursioni di arte urbana
A cura di Fatti d’Arte e Quei Bravi Ragazzi

Martedì 22 ottobre
In mattinata sui treni della Ferrotramviaria Bari-nord
CI SCUSIAMO PER IL RITARDO
Storie di Shakespeare nell’immaginario comune
Performances di teatro

Mercoledì 23 ottobre
Dalle ore 20
Centro antico della città di Bitonto
SCORRERIE URBANE
A cura di Fatti d’Arte e Quei Bravi Ragazzi

Giovedì 24 ottobre
ore 18.30
Torrione Angioino di Bitonto
‘MUCH ADO ABOUT … LOVE’
Talk sull’opera scelta di W.Shakespeare a cura di Just British
INGRESSO LIBERO

Venerdì 25 – sabato 26 ottobre
ore 21
Teatro Traetta, Bitonto Largo Teatro 17
MOLTO RUMORE PER NULLA
A cura di Fatti d’Arte

Domenica 27 ottobre
ore 18
Teatro Traetta, Bitonto Largo Teatro 17
MOLTO RUMORE PER NULLA
A cura di Fatti d’Arte
ore 20.30
SHAKESPARTY
CAVEAU, Bitonto
Party con Dj set

INFO E PRENOTAZIONI:
3338553593 / 3483797668
Info@fattidarte.org


RADICANTO in concerto – “Le Indie di Quaggiù” Tour 2019

In il

radicanto le indie di quaggiu tour

Prodotto da Arealive con il contributo di Puglia Sounds, il nuovo album dei Radicanto esce il 13 settembre in contemporanea con il video del singolo “La gatta Masciara”. “Le Indie di Quaggiù” nasce dalla voglia di esplorare attraverso la forma “canzone” in chiave d’autore e acustica la musica del Mediterraneo. Il disco è frutto di ricerca, rielaborazione e dedizione verso le tradizioni popolari “vive”, che nel corso dell’ultimo decennio hanno fatto dei Radicanto una delle più interessanti realtà musicali italiane.

Con la pubblicazione dell’album riparte anche l’attività live dei Radicanto, che hanno già fissato le prime date di un esteso tour che li porterà in giro per i palchi di tutte Italia.

Ingresso Libero

Radicanto – Le Indie di Quaggiù Tour 2019
(date in aggiornamento)

10/09 Matera Palazzo Lanfranchi

13/09 Taranto Caffè Letterario

15/09 Roma Festival Agorà

16/09 Terni Libreria Feltrinelli

22/09 Roma Festival Agorà con Raiz

02/10 Bari Museo Civico, Radicanto Duo

04/10 Ruvo di Puglia, Ruvo Coro Festival

11/10 Bitonto Teatro Traetta Festival Di Voce in Voce

12/10 Bitonto Teatro Traetta Festival Di Voce in Voce

13/10 Teatro Traetta Festival Di Voce in Voce

19/10 Varsavia Festival Di Voce in Voce

20/10 Stettino Festival Di Voce in Voce

21/11 Altamura Museo Del Vino Festival Suoni della Murgia

22/11 Lecce Fondo Verri

23/11 Settimo Torinese Suoneria

06/12 Bari Vallisa Festival Di Voce in Voce

07/12 Bari Vallisa Festival Di Voce in Voce


Giornata nazionale delle Famiglie al museo 2019: i luoghi visitabili a Bari e provincia

In il

giornata delle famiglie al museo 2019 bari

Domenica 13 ottobre 2019 il Polo Museale della Puglia aderisce alla consueta edizione della Giornata delle Famiglie al Museo, coinvolgendo nella manifestazione l’intera rete museale e proponendo un ricco calendario di attività destinate a tutti i tipi di pubblico. 
Per l’occasione tutti i musei predispongono una serie di iniziative specificamente rivolte alle famiglie con bambini di età prescolare o di scuola primaria, supportati nell’organizzazione e nella promozione dell’evento dal team di esperti professionisti della Giornata Nazionale delle Famiglie al Museo. 
Organizzata anche quest’anno in collaborazione e con il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, l’edizione 2019 delle F@MU punterà l’attenzione sul tema C’era una volta al Museo – l’arte dello Storytelling, eccezionale strumento di mediazione culturale attraverso cui raccontare e promuovere il nostro straordinario patrimonio.
Se il Museo Archeologico Nazionale di Canosa di Puglia proporrà per l’occasione uno spettacolo di marionette e una piccola mostra sui giocattoli nel mondo antico, a Canne della Battaglia si evocherà Annibale e la storia del sito attraverso letture teatralizzate e visite guidate rivolte ai bimbi e alle famiglie. Al Museo Nazionale Jatta di Ruvo di Puglia l’Associazione Culturale La Capagrossa giocherà con l’iconografia antica e le abilità grafiche di ciascuno dei piccoli partecipanti alle attività.
E ancora al Castello Svevo di Bari si andrà alla ricerca di personaggi storici, animali e creature fantastiche che popolano la sua Gipsoteca, mentre la Galleria Nazionale della Puglia di Bitonto proporrà al pubblico C’era una volta lo storytelling sui miti del mondo antico illustrati in alcune opere della Galleria.
Non mancano ricchi programmi e attività per bambini anche al Museo Nazionale Archeologico di Altamura, al Museo Nazionale Archeologico di Gioia del Colle, al vicino Parco Archeologico di Monte Sannace e al Museo Nazionale Archeologico di Egnazia (Fasano – Br); qui il gioco – quiz Parola di Reperto condurrà le famiglie in un’insolita visita guidata all’interno del parco e del museo.
Infine il Museo Nazionale Archeologico di Manfredonia partecipa alla Giornata F@MU 2019 aprendo le porte del castello dalle ore 14:30 sino alle ore 19:30 con ultimo ingresso alle ore 19:00.
Con l’occasione le guide turistiche abilitate presenti sul territorio potranno accompagnare i visitatori nel castello e fruire della sala convegni adibita per l’occasione a laboratorio per bambini.
Per conoscere nel dettaglio la programmazione offerta dal Polo Museale della Puglia, si rimanda alla piattaforma web predisposta per la diffusione degli eventi in ambito nazionale, nonché ai riferimenti dei singoli luoghi della cultura promotori delle attività: http://www.famigliealmuseo.it

Altamura (BA) – Museo Nazionale Archeologico
Tel. +39 0803146409

Bari – Castello Svevo
Tel. +39 0805213704

Bitonto (BA) – Galleria Nazionale della Puglia “G. e R. Devanna”
Tel. +39 080 099708

Canne della Battaglia (BT) – Antiquarium e Parco Archeologico
Tel: +39 0883510993

Canosa di Puglia (BT) – Museo Archeologico Nazionale
Tel. +39 0883664716

Gioia del Colle (BA) – Museo Nazionale Archeologico
Tel. +39 0803481305

Monte Sannace (BA) – Parco Archeologico
Tel. +39 0803483052

Ruvo di Puglia (BA) – Museo Nazionale Jatta
Tel. +39 0803612848


Di Voce in Voce Festival 2019: il programma della XIª edizione

In il

di voce in voce 2019 bitonto teatro traetta

Prende il via la XI edizione del festival metropolitano “Di Voce in Voce”, Tre giorni di musica al Teatro “Traetta” di Bitonto.

PROGRAMMA:

VENERDI’ 11 OTTOBRE 2019 ore 20.00
TEATRO “TRAETTA” – BITONTO
LIBRARO, DAMIANI, CHIMENTI “REAL…MENTE NAPOLI” (Omaggio alla Canzone Napoletana)
LA MANNA, SAVORETTI, BOLOGNESE, LA VOLPE “IL DESERTO E LA NEVE”

SABATO 12 OTTOBRE 2019 ore 20.00 TEATRO “TRAETTA” – BITONTO
CLAUDIO PRIMA “DENTRO LA CITTA’”
ENRICO FINK “I CANTI DE SCOLA”

DOMENICA 13 OTTOBRE 2019 ore 19.00 TEATRO TRAETTA – BITONTO
CHIARA CASARICO “MA CHE COLPA ABBIAMO NOI” (omaggio al ’68)
RADICANTO “LE INDIE DI QUAGGIU’”

Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti


“Il Diritto in Piazza”: il Festival 2019 è dedicato alla Salute

In il

il diritto in piazza 2019 bitonto

Torna “Il Diritto in Piazza” a Bitonto: il Festival 2019 è dedicato alla Salute
Dal 27 al 29 settembre la terza edizione dell’evento: si parlerà di cibo, sport, ambiente rapporto medico-paziente e libertà di scelta sulle cure. Fra i relatori anche Gianni Rivera. Sul palco medici, giuristi, politici e personalità di spettacolo e società civile. Grande show finale con Stornaiolo e Signorile .

“Alla Salute!”. Un augurio e un programma per la terza edizione de “Il Diritto in Piazza”, il Festival organizzato dal Centro Studi Sapere Aude che quest’anno si svolgerà dal 27 al 29 settembre a Bitonto con più appuntamenti divisi fra piazza Cavour e il Teatro Traetta. Un evento affermatosi rapidamente come riferimento per cittadini “assetati di Diritto” e che quest’anno toccherà un tema complesso e delicato come quello del Diritto alla Salute attraverso dibattiti, spettacoli teatrali, proiezioni cinematografiche ed eventi musicali.

“Il Diritto in Piazza” sarà inaugurato venerdì 27 settembre alle 17.30 nel Teatro Traetta da, fra gli altri, l’avvocato Michele Coletti, presidente del Centro Studi Sapere Aude, e dal sindaco di Bitonto Michele Abbaticchio. Il primo giorno si terrà un dibattito e a seguire ci sarà una proiezione cinematografica. Sabato 28 si partirà dalla mattina e si svolgeranno due dibattiti seguiti da uno spettacolo musicale. Domenica 29 altri due dibattiti, fra cui quello che vedrà protagonista il politico ed ex calciatore Gianni Rivera: il campione d’Europa 1968 e vicecampione del Mondo 1970 sarà protagonista di un focus su Salute e Sport. La partecipazione a tutti questi appuntamenti è libera e gratuita. Il 29 sera il grande spettacolo finale “Più Shakespeare per tutti” (info prenotazioni: 3383939157 e 3337961801), una produzione Teatri di Bari con Antonio Stornaiolo e Vito Signorile, a ricordare come la cultura possa essere una panacea per molti mali. Tutti gli appuntamenti si svolgeranno a Bitonto, nel Teatro Traetta e in piazza Cavour.


Info. 0803742636