Rassegna cinematografica SPACE WORDS III – Cineforum Fantaestate

In il

space words III planetario sky skan

Per rendere questa estate “fanta”, il Seminario di Storia della Scienza, l’Apulia film commission e il Planetario di Bari sono lieti di invitarvi alla rassegna cinematografica Space Words III.

Questi gli appuntamenti in calendario:

6 Giugno – “Cube”
introduce Lorenzo Leporiere Campanile

20 Giugno – “Coherence”
introduce Eleonora Loiodice

27 Giugno – “Her”
introduce Francesco Paolo de Ceglia

Ogni appuntamento inizierà alle 20 presso il Planetario Sky Scan e a seguire la proiezione del film sarà presso la sede dell’Apulia Film Commision
L’ingresso è GRATUITO!

Info tel: 3934356956


A Bari, “CINEMA SHOW”: il cinema fra storia, tecnica e creatività

In il

cinema show bari 2019

Dopo tre edizioni realizzate a Foggia, martedì 14 e mercoledì 15 alla Mediateca Regionale Pugliese (via Zanardelli, 30, ingresso libero), fa tappa a Bari “Cinema Show”. L’evento, prodotto da Apulia Film Commission e finanziato dalla Regione Puglia ‐ Assessorato Industria Turistica e Culturale nell’ambito del progetto “Mediateca Regionale”, a valere su risorse del Bilancio Ordinario della Regione Puglia, è realizzato da MAC Film e Tutto Digitale con la partnership tecnica di Fujifilm e K5600. Il programma prevede workshop esclusivi con professionisti e tecnici del cinema, proiezioni, incontri con autori e storici, presentazioni ed esposizioni di nuove tecnologie.

Ricchissimo il programma dei due giorni, che si aprirà martedì 14 alle 10 con il professor Orio Caldiron, storico, saggista e docente dell’Università La Sapienza di Roma, che, accompagnato da suggestive proiezioni, intratterrà il pubblico con una lectio magistralis dal titolo, “C’est juste une image”: 10 grandi direttori della fotografia per 10 grandi film. A seguire Massimo Vaghi, accompagnato dal film maker Filippo Chiesa, e insieme a Stefano Belli, direttore di Tutto Digitale, presenterà le ultime tecnologie di Fujifilm nell’ambito delle fotocamere mirrorless next gen.

Nel pomeriggio, il colorist Stefano Ricco, racconterà, con esempi pratici, come funziona il suo lavoro rispetto alle esigenze tecniche della televisione, in particolare della Rai TV, mentre Gianni Morè, subito dopo, parlerà della nuova professione di fotovideomaker al servizio di aziende ed agenzie di pubblicità. A chiudere l’intensa giornata, alle 17.30, ci penserà nuovamente Orio Caldiron che, insieme ad Anton Giulio Mancino, docente dell’Università di Macerata, presenterà il libro da lui curato, “Cinema: il destino di raccontare” di Giacomo Debenedetti, edito da La nave di Teseo.

Da non perdere anche la seconda giornata, mercoledì 15 alle 10, che inizierà con un workshop curato da Mario Tani di MAC Film, sulla nascita e l’evoluzione del linguaggio cinematografico, dalle origini all’estetica 2.0, a cui seguirà, sulla stessa linea narrativa, il fotografo Gianni Cataldi che proietterà le foto del reportage Soy Cubano come occasione per raccontare l’estetica della fotografia ed il suo lavoro in giro per il mondo.

Seguirà un breve intervento del fonico Tommaso Danisi sulle tecniche di ripresa e post produzione del suono, immediatamente seguito da Sébastien Barbedienne che, insieme al Direttore della Fotografia Nicola Saraval, illustrerà le novità del catalogo K5600 come occasione per fare il punto sulle nuove tecniche di illuminazione LED. Vale la pena fermarsi a seguire l’intervento successivo, a cura di Stefano Belli e Mario Tani, in cui si racconterà dell’infinità battaglia dei formati di ripresa video, dai primi esperimenti analogici fino ai più sofisticati e futuribili metodi di conservazione dei dati. A chiudere l’evento ci sarà Giantommaso Bafunno, ingegnere pugliese e fondatore di Icecam Gimbal che presenterà gli ultimi modelli di stabilizzatori da lui disegnati e costruiti.

Infine, si ricorda che per tutta la durata dell’iniziativa sarà allestito, nell’area attigua alla sala conferenze, uno spazio espositivo a cura dei partner dell’evento (Fujifilm e K5600) con una zona Touch & Try, per consentire al pubblico partecipante di provare tutte le tecnologie di ultima generazione e confrontarsi in tempo reale con i tecnici e gli specialisti delle aziende presenti. “Cinema Show” si preannuncia sin da subito come un appuntamento imperdibile per chi, a qualsiasi livello, amatore o professionista, sia interessato all’immagine in movimento. Basta dare un’occhiata al programma per averne conferma. L’ingresso all’evento è libero previa iscrizione inviando una mail a cinemashow@macfilm.it. A coloro che parteciperanno a tutti gli incontri in programma, sarà rilasciato un attestato di partecipazione firmato MAC Film e Tutto Digitale.

1° GIORNATA ‐ MARTEDÌ 14 MAGGIO 2019

Ore 10:00 – “C’est juste une image”: 10 grandi direttori della fotografia per 10 grandi film Lectio magistralis di Orio Caldiron (Università La Sapienza – Roma);
Ore 11:30 – Apertura spazio Touch&Try a cura dei partner tecnici;
Ore 12:00 – Nuove tecnologie al servizio dei film maker del futuro: “fare cinema” con le fotocamere mirrorless next gen. con Stefano Belli (Tutto Digitale), Filippo Chiesa (Film Maker) e Massimo Vaghi (Fujifilm);
Ore 15:00 – Lavorare con il colore fra correzione e creazione: il compito del colorist con Stefano Ricco (RAI TV);
Ore 16:30 – Essere fotovideomaker: una nuova professione al servizio di aziende e agenzie pubblicitarie con Gianni Morè (Fotografo e videomaker);
Ore 17:30 – Il lavoro del critico cinematografico. Presentazione del libro: “Cinema: il destino di raccontare” di Giacomo Debenedetti edito da La nave di Teseo con Orio Caldiron (Università La Sapienza – Roma) e Anton Giulio Mancino (Università di Macerata) Comunicato stampa del 26/04/2019

2° GIORNATA ‐ MERCOLEDÌ 15 MAGGIO 2019

Ore 10:00 – Nascita e sviluppo del linguaggio cinematografico dalle origini all’estetica 2.0 con Mario Tani (MAC Film);
Ore 11:30 – L’estetica dell’immagine nell’era delle macchine digitali mirrorless con Gianni Cataldi (Fotografo e autore del reportage Soy Cubano);
Ore 12:30 – “Anche l’orecchio vuole il suo occhio”: il suono ai tempi della cinematografia DSLR con Tommaso Danisi (Fonico di presa diretta);
Ore 14:30 – Teorie della luce e dell’illuminazione nell’era dei proiettori LED con Sébastien Barbedienne (K5600) e Nicola Saraval (Direttore della fotografia);
Ore 15:30 – Dall’analogico al digitale: l’infinita battaglia dei formati di ripresa con Stefano Belli (Tutto Digitale) e Mario Tani (MAC Film);
Ore 16:30 – “Guarda come (non) dondolo”: i nuovi stabilizzatori per il cinema leggero con Giantommaso Bafunno (Icecam Gimbal).

Info. 080/5405685


BIFEST 2019 – 10ª edizione del Bari International Film Festival

In il

bifest 2019 bari international film festival

L’edizione 2019 del Bif&st – edizione del decennale – si svolgerà dal 27 aprile al 4 maggio.

Il M° Ennio Morricone, 90 anni compiuti lo scorso novembre, autore di straordinarie colonne sonore che hanno segnato la storia del Cinema, due volte Premio Oscar (alla carriera nel 2007 e per The Hateful Eight nel 2016), sarà uno dei grandi protagonisti della edizione 2019, quella del Decennale, del Bari International Film Festival (Bif&st), una delle rassegne cinematografiche italiane di maggior successo – senza dubbio la più importante del Sud Italia – in programma nel capoluogo pugliese dal 27 Aprile al 4 Maggio prossimi. Per ora l’autore delle musiche di Novecento, Mission, Gli Intoccabili e di numerose altre pellicole di successo, è l’unico ospite di questa nuova edizione del Festival la cui presenza è nota, perché a lui sarà dedicata la grande retrospettiva di quest’anno (44 film) oltre ad essere insignito, nella giornata inaugurale, del Premio Federico Fellini Award for Cinematic Excellence, riconoscimento che andrà anche ad altre figure del cinema.

Come ogni anno la rassegna si dipanerà fra Teatro Petruzzelli e Cinema Multisala Galleria, con un maggiore coinvolgimento, quest’anno, anche del Teatro Margherita, reduce da un restauro che segna la sua nuova vita di contenitore culturale.  E proprio al Margherita, splendido edificio d’epoca liberty costruito sul mare con un sistema di palafitte, si terranno la conferenza stampa di presentazione dei film in concorso, gli appuntamenti di ‘Focus su…’ con i protagonisti del cinema italiano e cinque monologhi teatrali interpretati da attrici italiane. Altre location saranno il Teatro Van Westerhout e il Castello Angioino di Mola di Bari.

Fra le novità di questa edizione, annunciate la proiezione della copia restaurata di “Polvere di stelle”, il film con Alberto Sordi e Monica Vitti, in parte girato proprio a Bari, e la proiezione, durante la serata di apertura, del film muto “Napoli che canta” (1926), opera diretta dal regista campano Roberto Roberti (alias Vincenzo Leone, padre del celebre Sergio Leone) con performance live della cantante e attrice Lina Sastri. In programma anche una mostra fotografica dedicata agli ospiti protagonisti di tutte le edizioni del Festival.

Anche quest’anno celebri protagonsiti del cinema italiano e internazionale terranno le Lezioni di Cinema mattutin, così come ritroveremo la sezione ‘Panorama internazionale’ con i dodici film in concorso nel pomeriggio, e le serali Anteprime Internazionali al Teatro Petruzzelli. A latere del già citato omaggio al grande Ennio Morricone, nel teatro Margherita si terrà una mostra dei manifesti dei tanti film di cui Morricone ha firmato la colonna sonora, provenienti dalla Cineteca nazionale del CSC.

Sempre per le retrospettive, il pubblico ne troverà anche una sul tema dell’intolleranza, molto attuale in questa particolare congiuntura storica. In programma la proiezione di 14 film tra i quali “Intolerance” di David W. Griffith (1961), pellicola che ha ispirato il titolo della retrospettiva. Torna anche la sezione ‘Cinema e scienza’ che quest’anno toccherà i temi dell’acqua, della sete e della guerra.

NUMERI E NOMI DI UN FESTIVAL DI SUCCESSO

Il Bif&st-Bari International Film Festival conta ogni anno 75.000 spettatori e, in appena nove edizioni, è divenuto uno dei più importanti eventi cinematografici italiani grazie alla sua vastissima offerta di alto valore culturale (il programma del 2018 ha presentato oltre 300 eventi in 8 giorni).
Il Bif&st, posto sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, è promosso dalla Regione Puglia con il Comune di Bari e prodotto dalla Fondazione Apulia Film Commission.
Margarethe von Trotta è il presidente del festival. Il regista Ettore Scola, che per molti anni lo ha presieduto, è il presidente onorario. Il direttore è Felice Laudadio, presidente del Centro Sperimentale di Cinematografia, ex direttore della Mostra di Venezia e della Casa del Cinema di Roma, e già presidente di Cinecittà Holding. La sede principale del Bif&st è uno fra i teatri più belli del mondo, il Teatro Petruzzelli (nella foto durante una Lezione di cinema), cui si aggiungono altre 12 sale occupate dal festival.

Tra gli ospiti ai quali nel corso degli anni è stato conferito il Federico Fellini Award for Cinematic Excellence, per aver illuminato il mondo del cinema con il loro contributo artistico, si segnalano: Jean-Jacques Annaud, Fanny Ardant, Luis Bacalov, Costa-Gavras, Stephen Frears, Abbas Kiarostami, Andrej Končalovskij, John Madden, Alan Parker, Jacques Perrin, Michael Radford, Edgar Reitz, Volker Schlöndorff, Barbara Sukowa, Bertrand Tavernier, Max von Sydow, Margarethe von Trotta, Andrzej Wajda; e fra gli italiani: Gianni Amelio, Antonio Albanese, Dario Argento, Pupi Avati, Marco Bellocchio, Bernardo Bertolucci, Andrea Camilleri, Claudia Cardinale, Sergio Castellitto, Liliana Cavani, Cristina Comencini, Pierfrancesco Favino, Sabrina Ferilli, Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo, Giancarlo Giannini, Tonino Guerra, Virna Lisi, Mario Martone, Giuliano Montaldo, Laura Morante, Nanni Moretti, Ennio Morricone, Ornella Muti, Nicola Piovani, Francesco Rosi, Sergio Rubini, Ettore Scola, Toni Servillo, Paolo Sorrentino, Vittorio Storaro, Paolo e Vittorio Taviani, Giuseppe Tornatore, Armando Trovajoli, Carlo Verdone, Paolo Virzì. Ognuno di questi grandi professionisti ha tenuto una Masterclass per un pubblico composto ogni volta da circa 1.400 persone che hanno affollato quotidianamente il Teatro Petruzzelli.
Le serate di gala del festival, nello storico Teatro Petruzzelli, presentano le Anteprime internazionali di film altamente spettacolari, tra i quali, nel 2010: Nine di Rob Marshall, Amabili resti di Peter Jackson, American Life di Sam Mendes; Bright Star di Jane Campion. Nel 2011: Il discorso del re di Tom Hooper, Il buongiorno del mattino di Roger Michell, London Boulevarddi William Monahan. Nel 2012: Molto forte, incredibilmente vicino di Stephen Daldry, Marigold Hotel di John Madden, Titanic 3D di James Cameron. Nel 2013: Come un tuono di Derek Cianfrance, Una fragile armonia di Yaron Zilberman, Uomini di parola di Fisher Stevens,  Stoker di Chan-wook Park. Nel 2014: Noah di Darren Aronofsky, Grand Budapest Hotel di Wes Anderson, The Invisible Woman di Ralph Fiennes, Gigolò per caso di John Turturro.  Nel 2015: L’ultimo lupo di Jean-Jacques Annaud, Ex Machina di Alex Garland, Ritorno al Marigold Hotel di John Madden, Miss Julie di Liv Ullmann. Nel 2016:  Agnus Dei di Anne Fontaine, Zona d’ombra di Peter Landesman, L’uomo che vide l’infinito di Matt Brown. Nel 2017: La tenerezza di Gianni Amelio, Miss Sloane di John Madden, Get Out di Jordan Peele, Le divan de Staline di Fanny Ardant, Land of the Gods di Goran Paskaljevic, Return to Montauk di Volker Schlöndorff etc. Nel 2018: The Captain di Robert Schwenkte, Unsane di Steven Soderbergh, Prima che la notte di Daniele Vicari e l’edizione restaurata di Ultimo tango a Parigi di Bernardo Bertolucci in world première.
Altri 12 film di tutto il mondo vengono selezionati ogni anno per la sezione competitiva Panorama internazionale, ospitata nel Teatro Petruzzelli, con premi al miglior regista, miglior attore protagonista e migliore attrice protagonista. Tra i registi dei film presentati in questa sezione: Lucas Belvaux, Paul Bettany, Marion Hansel, Annemarie Jacir, Lech Majewski, Goran Paskaljevic, Lone Scherfig, Brad Silberling, Liv Ullmann, Iram Haq, Samuel Tilman, Pantelis Voulgaris, Aleksej Fedorchenko.
Oltre a film fuori concorso, eventi speciali, laboratori e incontri con gli autori, il Bif&st presenta 2 concorsi riservati ai film italiani: il primo dedicato ai migliori film di lungometraggio distribuiti in sala o passati nei festival nell’ultimo anno, e un altro alle migliori Opere prime e seconde più recenti.
Il Bif&st inoltre ricerca negli archivi filmici e televisivi numerosi documenti inediti e preziosi, relativi a grandi personaggi, molti dei quali sono stati ambasciatori del cinema italiano nel mondo: le Retrospettive su Carmelo Bene, Franco Cristaldi, Vittorio Gassman, Federico Fellini, Marco Ferreri, Fritz Lang, Marcello Mastroianni, Dino Risi, Francesco Rosi, Ettore Scola, Alberto Sordi, Giuseppe Tornatore, Gian Maria Volonté sono tra le più ampie mai dedicate a questi maestri.

Per il programma completo del Bif&st 2019 clicca qui


Festival del Cinema Africano Asia e America Latina in Puglia 2019

In il

Festival del Cinema Africano Asia e America Latina in Puglia 2019

La Scatola Blu in collaborazione con Apulia Film Commission, Coeweb e MFN – Milano Film Network vi aspetta l’1 e il 3 aprile al Cineporto di Bari per due imperdibili appuntamenti con il Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina, in una prima edizione Off (o Dopo Festival).

Saranno presenti in sala i registi dei film proiettati e la direttrice del festival Annamaria Gallone.

INGRESSO GRATUITO

PROGRAMMA:

1 aprile 2019 ore 21:00 @ Cineporto di Bari
YOMEDDINE, di A.B. Shawky – EGITTO – 2018
Beshay – guarito dalla lebbra – non ha mai lasciato la colonia dei lebbrosi nel deserto egiziano dove ha vissuto fin dall’infanzia. A seguito della morte di sua moglie decide di andare alla ricerca delle sue radici.
Un viaggio che gli farà attraversare tutto l’Egitto e durante il quale affronterà il il mondo con tutte le sue sofferenze, le sue avversità e i momenti di grazia. Alla ricerca di una famiglia, un posto dove appartenere, un po’ di umanità.
Film presentato in concorso al Festival di Cannes 2018
OSPITI: Il regista A.B. SHAWKY e la direttrice del festival ANNAMARIA GALLONE

03 aprile 2019 ore 21:00 @ Cineporto di Bari
KABUL, CITY IN THE WIND, di Aboozar Amini – AFGANISTAN
2018
Il film è ambientato nelle strade di Kabul: strade in cui la morte è ormai parte del paesaggio quotidiano (lo stesso regista si è trovato a girare alcune scene a pochi passi da un attentato suicida). Ma più che la morte, è la vita che con tutte le forze cerca di farsi largo in un contesto così disperato quello che interessa al regista, che racconta
storie di quotidiana, poetica sopravvivenza.
Film presentato all’International Documentary Film festival.
OSPITI: Il regista ABOOZAR AMINI e la direttrice del festival ANNAMARIA GALLONE

Il Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina è arrivato alla sua 29^ edizione, si terrà dal 23 al 31 marzo a Milano. Con la sua longevità e il suo lavoro di accurata ricerca è ormai da considerarsi una delle manifestazioni cinematografiche più importanti in Italia.
INFO: https://www.festivalcinemaafricano.org/

Il Festival Cinema Africano Asia e America Latina in Puglia è realizzato con il sostegno di Apulia Film Commission


LOOP Festival 2019: il programma della IVª edizione

In il

loop festival 2019 bari

LOOP è il festival multimediale che connette il mondo della musica contemporanea con il meglio del filmmaking internazionale

Un viaggio audiovisivo che parte da quattro esperienze sonore di fondamentale rilievo planetario, quelle di PJ Harvey, Arctic Monkeys, Massive Attack e Kendrick Lamar.
Loop coordina un approfondimento dinamico sui registi, le tecniche e gli immaginari sviluppati nella loro videografia, affiancando nomi di straordinario interesse come Michel Gondry, Spike Jonze, Jonathan Glazer, Richard Ayoade, Roman Coppola, Nabil, John Hillcoat, Sophie Muller, Seamus Murphy, Dave Meyers, W.I.Z., Hiro Murai e molti altri.

Evento speciale della quarta edizione di LOOP Festival è la serata dedicata alla musica indie italiana mascherata, con ospite Davide Toffolo dei Tre Allegri Ragazzi Morti, che sarà anche protagonista di un live acustico.

Proiezioni di videoclip, cortometraggi e opere filmiche per raccontare la carriera di quattro icone della musica contemporanea e la scena dei gruppi/cantanti italiani mascherati ai Cineporti di Puglia / Bari :: Lecce :: Foggia.

L’artwork della terza edizione di LOOP Festival è di DAVIDE TOFFOLO, fumettista di fama internazionale e cantante e leader dei Tre Allegri Ragazzi Morti. Tra i suoi lavori: Pasolini (2005), Cinque allegri ragazzi morti (2008, serie completa), Graphic Novel is Dead (2014), Il Re Bianco (2018) e il Cammino della Cumbia (2018). Pubblica per Coconino Press, Rizzoli Lizard, Bao Publishing e Oblomov.

Direzione artistica di Michele Casella.

INGRESSO GRATUITO

PROGRAMMA

◉ Martedì 5 marzo 2019, ore 21 @ Cineporto di Bari
Focus on :: PJ HARVEY
raccontata da Claudio Todesco
giornalista de Il Sole 24 Ore

La rocker che ha unito poesia e sensualità, riscrivendo la storia della musica britannica. La sua storia partendo dall’attitudine blues-folk per arrivare alle ibridazioni più avventurose.

◉ Martedì 12 marzo 2019, ore 21 @ Cineporto di Bari
Focus on :: ARCTIC MONKEYS
raccontati da Luca Pacilio
direttore di Spietati.it

La band arrivata dal web che ha sovvertito le dinamiche della musica inglese, una miscela esplosiva di rock melodico, punk e ritmiche accelerate ad altissimo tasso adrenalinico.

◉ Giovedì 14 marzo 2019, ore 21 @ Cineporto di Lecce
Focus on :: MASSIVE ATTACK
raccontati da Ennio Ciotta
giornalista del Quotidiano di Puglia

◉ Martedì 19 marzo 2019, ore 21 @ Cineporto di Bari
Focus on :: MASSIVE ATTACK
raccontati da Fabio Deluca
giornalista di RadioRai

◉ Giovedì 21 marzo 2019, ore 21 @ Cineporto di Foggia
Focus on :: MASSIVE ATTACK
raccontati da Alessandro Licusati
giornalista di Radio Nova

La storia del trip-hop e di un nuovo modo di intendere la musica, raccontata attraverso una straordinaria videografia e una serie di brani di eccezionale impatto emotivo.

◉ Martedì 26 marzo 2019, ore 21 @ Cineporto di Bari
Focus on :: KENDRICK LAMAR
raccontato da Nicola Gaeta
giornalista di Musica Jazz

Il nome più importante fra i rapper della moderna scena planetaria, un narratore che è anche maestro del ritmo contemporaneo.

APRILE // EVENTO SPECIALE

◉ Martedì 2 aprile 2019, ore 21:00 @ Cineporto di Bari
DAVIDE TOFFOLO :: Indie Italiana Mascherata
con live in acustico di Davide Toffolo (Tre Allegri Ragazzi Morti)

Il meglio della musica italiana? Senza dubbio si cela dietro le maschere di una manciata di band, raccontate da Davide Toffolo attraverso i loro video. Al termine delle proiezioni, il leader dei Tre Allegri Ragazzi Morti si esibirà in una performance in acustico realizzata per il Loop Festival.

LOOP Festival è realizzato con il sostegno di Apulia Film Commission e di Puglia Sounds


La Storia di un Italiano: Alberto Sordi – 37 appuntamenti ad ingresso gratuito nella Mediateca Regionale Pugliese

In il

La Storia di un Italiano Alberto Sordi Cinestorie live

Da mercoledì 6 febbraio inizia ufficialmente il ciclo di proiezioni della serie televisiva di Alberto Sordi, “Storia di un Italiano”. Nell’ultima versione, riveduta e corretta, Sordi ci racconta la “Storia di un Italiano” attraverso il suo pensiero ed il suo lavoro cinematografico. Trentasette puntate in ventisette appuntamenti dal vivo. Si tratta di un progetto dell’Associazione Culturale “aroruA” che, con la Mediateca Regionale Pugliese, presenta il ciclo di incontri ”La storia di un Italiano”. La rassegna di proiezioni è realizzata con il sostegno di Apulia Film Commission e Regione Puglia, in collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinematografia CSC – Cineteca Nazionale, il Politecnico di Bari e con il patrocinio di Rai Radio Televisione Italiana Puglia. Ogni proiezione sarà introdotta e condotta da Benedetto Gemma e Guerino Amoruso che con l’approfondimento radiofonico Cinestorielive in diretta su Radio Social Web, racconteranno la vita e le opere del grande Alberto Sordi. Aneddoti, interviste e ospiti, arricchiranno la storia di questo grande Attore con la collaborazione del pubblico e degli operatori culturali.

Ecco il programma dettagliato dei 37 episodi, nelle sue tematiche, della serie completa “Storia di un Italiano” che verranno proiettati secondo il seguente calendario. Ingresso Gratuito alle ore 16:00 in Mediateca Regionale Pugliese, via Zanardelli 30 a Bari.

Mercoledì 6 Febbraio
 – “1900” 
Durata 74 min.
Martedì 12 Febbraio
 – “Imperatori e Fascismo”
 Durata 65 min.
 – “8 Settembre 1943”
 Durata 63 min.
 (Totale durata 128 min.)
Martedì 26 Febbraio
 – “L’immediato dopo guerra”
 Durata 64 min.
Martedì 5 Marzo
 – “Il Dopoguerra: La ricostruzione e l’arte di Arrangiarsi”
 Durata 67 min. – “Il Dopoguerra: L’arrivo dei partiti”
Durata 55 min. (Totale durata 122 min.)
Giovedì 7 Marzo 
– “La DC, la rinascita e il mito del Cinema” 
Durata 69 min.
Martedì 12 Marzo
 – “La Rinascita e il Teatro”
 Durata 81 min.
Giovedì 21 Marzo
 – “Vitelloni e Raccomandati” 
Durata 50 min. 
– “Il Boom e le prime Raccomandazioni”
 Durata 60 min.
 (Totale durata 110 min.)
Giovedì 28 Marzo 
– “La Famiglia del Boom”
 Durata 62 min.
 – “La Mafia e Little Italy” 
Durata 64 min.
 (Totale durata 126 min.)
Martedì 2 Aprile
 – “I Nuovi Ricchi e la TV”
 Durata 58 min. – “Turismo e Seduzione”
 Durata 62 min.
Giovedì 4 Aprile
 – “Le Vacanze” 
Durata 66 min.
Martedì 9 Aprile
 – “I Latin Lovers” 
Durata 67 min. – “Brevi Amori”
 Durata 52 min. (Totale durata 120 min.)
Giovedì 18 Aprile
 – “Il Cinematografo”
 Durata 67 min.
Martedì 7 Maggio 
– “Siamo tutti Mutuati”
 Durata 63 min.
Giovedì 9 Maggio
 – “La Contestazione” 
Durata 74 min.
Giovedì 16 Maggio
 – “W gli Sposi”
 Durata 72 min. 
– “I Problemi della Coppia” 
Durata 50 min. 
(Totale durata 121 min.)
Giovedì 23 Maggio
 – “Il Divorzio” 
Durata 39 min. 
– “Feste, Lusso e Denaro” 
Durata 63 min. 
(Totale durata 102 min.)
Giovedì 30 Maggio
 – “Giochi d’Azzardo”
 Durata 54 min.
 – “L’Emigrazione 1”
 Durata 48 min.
 (Totale durata 102 min.)
Martedì 4 Giugno
 – “L’Emigrazione 2”
 Durata 69 min.
Giovedì 6 Giugno
 – “La Giustizia e la Morte 1” 
Durata 74 min.
Giovedì 15 Giugno
 – “La Giustizia e la Morte 2”
 Durata 55 min. 
– “Borgo Rosso”
 Durata 48 min. 
(Totale durata 103 min.)
Giovedì 20 Giugno
 – “Alla ricerca di Sé Stessi”
 Durata 90 min.
Giovedì 27 Giugno 
– “Anni 80: Le Comunità e le Vacanze Intelligenti” 
Durata 78 min.
Martedì 2 Luglio
 – “L’Automobile”
 Durata 62 min.
Giovedì 4 Luglio
 – “La Droga” 
Durata 67 min.
Giovedì 11 Luglio 
– “Terrorismo e Guardie del Corpo”
 Durata 74 min.
Giovedì 18 Luglio 
– “Uomo e Robot”
 Durata 89 min.
Giovedì 25 Luglio 
– “2000” 
ULTIMA PUNTATA
 Durata 74 min.

Attore di prosa, di cinema o cantante?
Indeciso su cosa sarebbe diventato in futuro, Alberto Sordi, oggi può raccontarci cento anni di Storia d’Italia, rendendola interessante e divertente soprattutto per i giovani studenti, grazie ai tanti personaggi che ha interpretato nella sua lunga carriera cinematografica.
Un attore dal successo senza fine, la cui carriera iniziò col doppiaggio: fu voce di Cary Grant e persino di Marcello Mastroianni, senza dimenticare che è stata la vera voce storica di Oliver Hardy in Stanlio e Ollio grazie alla vittoria di un concorso promosso dalla Metro Goldwyn Mayer tra la fine del ’37 e il 1939.
Alle scuole elementari il piccolo Alberto già andava in tournée per l’Italia con la piccola compagnia del “Teatrino delle marionette” e a 10 anni cantava da soprano nel Coro delle voci bianche della Cappella Sistina; da un giorno all’altro (un miracolo?) la sua voce subì una metamorfosi passando a quella di basso e diventando una delle caratteristiche distintive più apprezzate dell’amato attore.
Debitore ai Bersaglieri per aver accolto per sé da piccolo le feste del pubblico della fanfara in corsa, come se quegli applausi fossero per lui, negli anni del servizio militare è stato musicista, come il padre, ed ha suonato piatti e timpani nella Banda Presidiaria.


Giornata della Memoria: le iniziative in programma in città per commemorare le vittime dell’olocausto

In il

giornata memoria shoah bari

Giornata della Memoria: le iniziative in programma in città per commemorare le vittime dell’olocausto

In occasione del 27 gennaio, Giornata della Memoria istituita nel 2005 dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite per commemorare le vittime dell’Olocausto, sono diverse le iniziative in programma nella città di Bari che godono del patrocinio del Comune – assessorato alle Culture.
In occasione del 27 gennaio, Giornata della Memoria istituita nel 2005 dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite per commemorare le vittime dell’Olocausto, sono diverse le iniziative in programma nella città di Bari che godono del patrocinio del Comune – assessorato alle Culture.

“La memoria è un obbligo di chi rimane – commenta l’assessore alle Culture Silvio Maselli -. Ma con il tempo tutto sfuma, anche la tempra morale di una generazione che, uscita dalla seconda guerra mondiale, aveva dedicato la propria esistenza a impedire che accadessero altri olocausti. Oggi, però, l’olocausto è proprio della memoria collettiva. A questo servono dunque le numerose iniziative che patrociniamo e incoraggiamo a svilupparsi in città: perché l’orrore e la devastazione non accadano mai più”.

Dal 21 gennaio all’8 febbraio negli spazi della Mediateca Regionale Pugliese, in via Zanardelli 30, sarà allestita la mostra “Il campo di concentramento nazista-tedesco Konzentrationslager Auschwitz”, l’esposizione curata dal Museo Statale di Auschwitz-Birkeanau realizzata in collaborazione con l’associazione pugliese Italo Polacca, l’Istituto della Memoria Nazionale, l’ufficio consolare dell’Ambasciata della Repubblica di Polonia in Roma, il segretariato regionale del Ministero dei Beni Culturali per la Puglia, il dipartimento Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione del Territorio della Regione Puglia, la Mediateca Regionale Pugliese, l’Apulia Film Commission, l’assessorato alle Culture, Turismo, Partecipazione e Attuazione del Programma del Comune di Bari.

Un percorso fotografico e documentario estremamente accurato che ricostruisce la tappe della nascita e progressiva espansione del campo nel contesto della storia politica e militare europea, a partire dall’aggressione tedesca fino alla liberazione del campo, avvenuta il 27 gennaio del 1945 ad opera delle truppe dell’Armata Rossa.

Nel corso della cerimonia di inaugurazione, alle ore 17 del 21 gennaio, saranno proiettati i documentari “Ambulans” e “Archeologia” a cura del Museo Statale di Auschwitz-Birkenau, che saranno accompagnati dagli interventi musicali di Maria Serena Salvemini al violino e del maestro Pietro Laera al pianoforte (associazione culturale musicale “Nel Gioco del Jazz”) e di Giovanna Carone e Mirko Signorile con il loro progetto Far Libe.

Per tutta la durata della mostra, dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 13.30, gli istituti scolastici potranno prenotare la visita alla mostra ed eventualmente assistere alla proiezione di un film a scelta tra “Train de vie” di Radu Mihaileanu (1999) e “Concorrenza sleale” di Ettore Scola (2001).

Dal 21 gennaio al 9 febbraio, il Museo Archeologico di Santa Scolastica ospita “Binario 21”, un progetto culturale ideato da Marluna Teatro di Trani, con il supporto organizzativo dell’agenzia Guastella Communication di Bari, in partnership con le guide turistiche di Confguide Bari, e il patrocinio di Regione Puglia, Consiglio Regionale Pugliese, Assessorato alla Pubblica Istruzione Regione Puglia, Città Metropolitana e del Comune di Bari.

Dal binario 21 della stazione centrale di Milano, trasformato oggi in memoriale della Shoah, partivano i convogli carichi di deportati ebrei diretti ai campi di sterminio nazisti. Dal binario 21, il 30 gennaio 1944 circa 650 ebrei, tenuti in prigionia nel carcere di San Vittore, vennero condotti ai campi di Auschwitz-Birkenau, e solo 22 riuscirono a tornare vivi.

“Binario 21” è un viaggio nella memoria per non dimenticare il passato, per essere consapevoli della terribile capacità dell’uomo di commettere orrori, un viaggio che ha l’ambizione di smuovere coscienze, che si articola in tre momenti: una performance teatrale, di 15/20minuti, presentata all’interno di un carrozza di un treno merci, liberamente ispirata alle testimonianze di chi ha viaggiato su uno dei treni partiti dal binario 21; una mostra fotografica illustrata da una guida, con testimonianze di lettere e ritrovamenti all’interno dei campi di concentramento di Auschwitz–Birkenau e una installazione video in cui musicisti e cantanti si esibiscono all’interno del campo di concentramento ormai abbandonato in memoria delle vittime dell’Olocausto.

La mostra sarà inaugurata domani, sabato 19 gennaio, alle ore 17, con le autorità e la stampa, e aperta alle scuole e al pubblico a partire da lunedì 21 gennaio.

Il 26 e il 27 gennaio, il Museo osserverà un’apertura straordinaria, con orario continuato dalle 10 alle 21. Ai visitatori verrà offerto un percorso per visitare sia il Museo di Santa Scolastica, sia per il percorso performativo allestito nel Museo Archeologico di Santa Scolastica – Ingresso Bastione – lungomare Imperatore Augusto.

Anche quest’anno, in occasione della Giornata della Memoria, Coop Alleanza 3.0 organizza, a livello nazionale, una attività di raccolta e donazione di volumi sul tema della Shoah realizzata sui territori locali.

A Bari, nell’ipermercato di Japigia, per tutta la giornata di sabato 26 gennaio sarà possibile acquistare e donare libri (per ragazzi/e e adulti) che saranno raccolti e poi destinati da Coop Alleanza 3.0 agli Spazi Sociali per Leggere realizzati dalla rete di Bari Social Book per continuare il lavoro prezioso di implementazione di piccole Biblioteche della Memoria e un utilizzo attivo e proattivo dei libri raccolti.


“NECÓLE tra Uomo e Santo: Rinascita” proiezione gratuita alla Mediateca Regionale Pugliese

In il

necole tra uomo e santo rinascita mediateca regionale pugliese

Le Associazioni ARTIEMIELE e IL BORGO DELLE ARTI propongono:
NECÓLE
episodio pilota della omonima serie televisiva di Ivan Cacace
13 dicembre proiezione film ore 18:00
Mediateca Regionale via Zanardelli, 30 – Bari

INGRESSO LIBERO

Introduzione di Pio Meledandri –
Presidente Associazione Artiemiele
Interverranno:
Ivan Cacace – autore e regista
Nicola Cutino – storico
Pino Cacace – attore
Saranno presenti gli attori Ciro Neglia e Pino Colucci, la scenografa Serena Iannotta, Adriano Buzzanca e Riccardo Marino funzionari del MIBAC.
In contemporanea con blighty – esposizione di Fotografie di Francesco Rega.
Patrocinio culturale: Mediateca Regionale, Apulia Film Comission e Regione Puglia

Sintesi della trama:
Bari, città radiosa del sud Italia, ha un incremento turistico in vertiginosa ascesa ed un’attenzione ormai internazionale alle sue tradizioni e alle bellezze paesaggistiche, architettoniche e storiografiche.
Tuttavia questa città lamenta ancora problemi di ordine pubblico, difficoltà ambientali, ma soprattutto una diseguale evoluzione nei comportamenti di una frangia di cittadini che perseverano in arroganza, prepotenza e supponenza.
La fiducia verso il prossimo è ormai cosa rara, e la fede in Dio, viene messa duramente alla prova dai tempi difficili.
Queste negatività si ripercuotono inevitabilmente sul processo di crescita collettiva della città.
La testardaggine di alcuni dei suoi abitanti è ormai un fatto tacitamente accettato, ma c’è qualcuno le cui parole risuonano talmente solenni, da coinvolgere, quali che siano le orecchie che le ascoltano.
C’è qualcuno che gli abitanti di questa città non possono proprio ignorare. Questo qualcuno è il Santo Patrono di Bari: San Nicola che è tornato per redimere coloro che operano ancora nel male.
Necóle non è altro che la storia di queste apparizioni in città.
Il santo si manifesta come fosse un supereroe dei tempi moderni, ma la sua arma è il verbo.
Egli non uccide, egli non ferisce, semplicemente indica la strada, grazie anche alla allure mistica con cui si manifesta.
Le apparizioni del Santo si intrecciano con le vite del Priore della Basilica di S. Nicola, Padre Thomas e del suo Sacrestano, Colino, un uomo incline alle crisi di fede. S. Nicola, nelle sue apparizioni ha l’aspetto di Padre Thomas.
Questo non sfugge a Colino, che è sempre l’unico testimone degli accadimenti.
Alcuni atteggiamenti del Priore inducono Colino a sospettare che sia Padre Thomas, a travestirsi da S. Nicola per combattere
il male. Per questo, Colino decide di smascherarlo, quasi per scongiurare una delle sue crisi di fede: se è
il Parroco a travestirsi da Santo vuol dire che Dio non esiste.


Illustrazioni e disegni, mostra di Claudio Losghi Ranieri nella Mediateca Regionale Pugliese

In il

illustrazioni e disegni claudio losghi ranieri

Nella Mediateca Regionale Pugliese, esposizione di illustrazioni e disegni di Claudio Losghi Ranieri, dal 18 ottobre al 14 novembre 2018.
Una mostra con le migliori opere dell’artista che vi farà immergere nel suo mondo.

Inaugurazione 18 ottobre ore 17:30

Mediateca Regionale Pugliese
via Giuseppe Zanardelli, 30 – Bari
Infotel: 080 5405685 – 331 8963577


In Viaggio con i Nenets – Yamal Siberia

In il

In Viaggio con i Nenets Yamal Siberia

L’Angolo Avventure di Bari torna anche per quest’anno con una serie di nuove avventure da raccontare!
Abbiamo voluto inaugurare l’anno invitando

ANTONIO PORCELLI

Medico di professione, viaggiatore autonomo, fotografo.

Titolo della serata: “IN VIAGGIO CON I NENETS” – YAMAL SIBERIA”

Un reportage di viaggio sui Nenets, tribù nomade che “vive” nella penisola di Yamal, nella parte occidentale della pianura siberiana. Nella lingua degli indigeni, yamal significa la fine del mondo: è un luogo remoto battuto dal vento, ricoperto di permagelo, fiumi serpeggianti e arbusti nani, e, da oltre mille anni, è la patria dei pastori di renne Nenet.

Vi aspettiamo il 4 Ottobre presso il Cineporto di Bari Pad 180 presso l’Apulia Film Commission.
Ben ritrovati amici dell’Angolo!

Ingresso libero
Info. 3496673722