Visita guidata a Bari vecchia con itinerario delle Donne

In il

8 marzo visita guidata circolo acli dalfino festa della donna

Il circolo Acli-Dalfino organizza per domenica 8 marzo: partenza da piazza Cattedrale, una visita guidata dedicata alle DONNE. Nel percorso saranno ricordate grandi donne della storia di Bari e visiteremo l’abitazione della Beata Elia di San Clemente, Palazzo Effrem, Palazzo Tanzi, “la Porta Bannere”, Castello con Isabella d’Aragona e Bona Sforza e tanti angoli suggestivi e caratteristici di Bari vecchia ricordando tutte le donne che nel pieno nascondimento, con i propri umili ed antichi lavori si sono distinte (la “pizzellara”, l’ostetrica, la fornaia, la “candenere” ecc.). Al termine della visita, nel sottano de coma Iannine, ci sarà una degustazione alla barese.

Il raduno è previsto in piazza Cattedrale alle ore 10:15 con partenza alle ore 10:30.
Informazioni e prenotazioni Circolo Acli-Dalfino tel. 0805210355


Antonello Vannucci in “Past the Saint past the party”

In il

antonello vannucci teatro fava

Antonello Vannucci
in
“Past the Saint past the party”
al Teatro Fava di Modugno (Bari)

Past the Saint past the party, traduzione maccheronica del noto proverbio barese “Passate u sande, passate la feste” è uno spettacolo scritto ed interpretato da Antonello Vannucci che ha al centro Bari vista e ‘tritata’ dal punto di vista dell’autore. Sul palco Antonello descriverà in modo ironico quello che accade nella sua città, attraverso aneddoti che in generale rispecchiano le abitudini del Sud. Nato e residente nel capoluogo pugliese, bancario nella quotidianità, Antonello Vannucci accompagnato dalla sua chitarra, rivisita in barese le hit musicali, in particolare le più famose canzoni straniere, riducendole a vere e proprie bombe comiche fino a ottenere un risultato totalmente inatteso. Come sempre accade negli show di Vannucci saranno presenti rocamboleschi personaggi e la vita vissuta, quella di ogni giorno, di una città che ama trasformare qualunque termine a modo proprio, anche quelli del linguaggio bancario. Nel suo percorso artistico ha collaborato con il celebre duo Toti e Tata e con il loro autore Gennaro Nunziante. Con quest’ultimo ha scritto il brano “Sambaolo – la samba del Cep”. Ma la sua affermazione nell’ambito della canzone comica che arrivato grazie a due personaggi di origine tarantina, ovvero il presentatore Mauro Pulpito e l’autore, regista e assessore alla cultura del capoluogo jonico Fabiano Marti. In poco tempo è riuscito a solcare palcoscenici importanti, tra i quali il “Festival del Cabaret” di Martina Franca.

Info e prenotazioni al 3273856042


A Castellana Grotte, “Donne parole e musica in festa” VIª edizione

In il

donne parole e musica in festa 2020 castellana grotte

Donne – parole e musica in festa
VIª edizione
domenica 8 marzo 2020 ore 19:00

A seguito del DPCM emanato ieri, comunichiamo il differimento a data da destinarsi della manifestazione Donne, parole e musica in festa prevista per domenica prossima.
Ci auguriamo che si possa dare luogo, in un futuro non troppo lontano, a quella piccola magia che, da sei anni, è l’8 marzo delle donne castellanesi.
Grazie della vostra attenzione!

Sala delle cerimonie del Palazzo comunale di Castellana-Grotte
In occasione della “Giornata internazionale della donna” e con il patrocinio del Comune di Castellana-Grotte, a partire dalle ore 19:00 di domenica 8 marzo 2020, l’associazione di promozione sociale ViviCastellanaGrotte darà luogo alla VI edizione di “Donne – parole e musica in festa”.
Presso la Sala delle Cerimonie del Palazzo Comunale, diciassette donne – per età, professione e formazione differenti, ma ognuna egualmente rappresentativa del femminile nella nostra società – daranno voce ad altrettante autrici. Molti i temi: la vita, la giovinezza, la natura, l’amore, la maternità, la violenza, l’abbandono, la guerra, l’intolleranza, la spiritualità.
Alla presenza del sindaco Francesco De Ruvo, dell’assessore comunale alla cultura Vanni Sansonetti e di Daniela Lovece, presidente del sodalizio organizzatore, le protagoniste dell’edizione annuale si alterneranno, in un crescendo di emozioni, alle giovanissime musiciste Giada Estenso e Valeria Abbruzzi, alunne della Scuola secondaria di I grado ”Viterbo”.
Protagoniste dell’edizione annuale di ‘’Donne, parole e musica in festa’’ saranno Rosa Biasi, agente di Polizia municipale, Aia Belhaj, alunna della terza classe della Scuola primaria, Manuela De Luca, insegnante di sostegno, Mariami Bokuchava, alunna della prima classe della Scuola primaria, Maria Laura Di Bello, avvocata, Anita Paolillo, assistente sociale specialista e responsabile comunale II settore, Claudia Lucia Giorgio, alunna del liceo linguistico, Flora Giradi, dipendente settore bancario locale, Rosa Di Muccio, commercialista e presidente So.C.R.A., Claudia Buongiorno, biologa, Bianca Maria Minoia, psicologa, Daniela De Bellis, funzionaria SAPAB Città metropolitana di Bari, Martina Sgobba, alunna del liceo scientifico, Stefania Lupo, volontaria Comunità papa Giovanni XXXIII, Maddalena Rizzi, mamma e moglie, Maria Pia Lovero, imprenditrice nel settore socio-sanitario, Isa Franco, chinesiologa del benessere, Carmela Pellegrini, dirigente scolastica. Ad introdurre i brani e le lettrici, il giornalista e docente Andrea La Volpe.
Per approfondire

Perché l’8 marzo a Palazzo?
Nel nostro Paese, come al di là del mare, la donna vede vacillare le proprie conquiste. Un soffitto di vetro ne limita la carriera politica, professionale e accademica. La maternità può corrispondere alla perdita del lavoro e la rappresentanza politica femminile ha bisogno di essere garantita da una quota rosa. Ancora oggi, c’è chi pensa che una donna debba guadagnare meno di un uomo, che debba prioritariamente venire  giudicata per la propria avvenenza. Per non parlare della violenza di genere, cui ViviCastellanaGrotte ha dedicato momenti di riflessione a cadenza annuale a partire dal 2013. Una serata a Palazzo non cambierà lo stato delle cose, ma un atto d’omaggio alle donne che vivono e operano nella nostra comunità è un atto dovuto.


Le protagoniste e i brani
Ogni anno, arduo il compito della selezione: molte le donne castellanesi che fanno onore al loro sesso e alla loro città. L’obiettivo è sempre quello di fornire un campione realmente rappresentativo della nostra società, fatto di medici e avvocate, ma anche di braccianti agricole, disoccupate e mamme, psicologhe ed casalinghe, operaie e atlete. Quanto ai brani, si persevererà nello sforzo di mettere in luce voci meno note, vicine e lontane, nel tempo e nello spazio.
Come per tutte le edizioni, di grande aiuto la sensibilità artistica di Marisa Clori nelle fasi organizzative della manifestazione.

Per informazioni:
cell. 3391241657 – email info@vivicastellanagrotte.it


Festa della Donna alle Grotte di Castellana, visita a tariffa ridotta per tutte le donne

In il

festa della dona grotte di castellana

Promozione per la Giornata Internazionale della Donna
GROTTE DI CASTELLANA, 7 E 8 MARZO 2020 INGRESSO RIDOTTO PER LE DONNE

Un fine settimana di promozioni alle Grotte di Castellana, che in occasione della Giornata Internazionale della Donna, nei giorni sabato 7 e domenica 8 marzo, riserveranno la possibilità per tutte le donne che vorranno visitare il complesso carsico di accedervi con biglietto ridotto (13 euro al posto di 16 euro per l’itinerario completo che comprende la Grotte Bianca, 10 euro invece di 12 euro per la visita parziale).

Restano invece invariati gli orari di visita rispetto ai mesi precedenti. Il 7 e 8 marzo, come in tutti i giorni fino alla fine del mese, sarà possibile prendere parte al percorso che conduce fino alla Grotta Bianca (itinerario di 3 km, durata 120 minuti circa) alle ore 10 e alle ore 12, mentre la visita parziale (itinerario di 1 km, durata 50 minuti circa) è prevista ogni giorno alle ore 13.

La Grotte di Castellana srl, società che gestisce uno fra i siti turistici a pagamento più importanti della Puglia, rende intanto noti i numeri di febbraio, che confermano l’andamento positivo dell’avvio del 2020. Se infatti a gennaio si è registrato un numero di visitatori pari a 4193 (2521 furono quelli dello stesso mese del 2019), si attesta a 4072 (rispetto ai 2523 dello stesso mese dello scorso anno) il numero dei turisti che hanno fatto visita alle Grotte a febbraio 2020. Segno positivo che si riscontra altresì nella grande attenzione che il sito carsico sta riversando su di sé anche grazie al costante ampliamento dell’offerta turistica e dei servizi ad essa dedicati, con uno sguardo più attento all’accessibilità. Con la promozione, ad esempio, del progetto “Grotte 100% Accessibili” in occasione della Bit di Milano all’inizio di febbraio o qualche giorno fa in diretta su UnoMattina, noto programma di RaiUno, fra i più seguiti della fascia mattutina settimanale, che ogni mattina dà il buongiorno a circa un milione di telespettatori.

Ulteriori informazioni sulle Grotte di Castellana sono disponibili sui canali social ufficiali e sul sito www.grottedicastellana.it


8 Marzo Night Run Bari

In il

Il giorno 8 marzo, per tutti coloro che vorranno aderire, in ricordo delle donne che morirono in una fabbrica, si terrà si una corsa passeggiata “delle donne” così chiamata per l’occasione,ma alla quale possono partecipare tutti. L’ intento è di richiamare in modo simbolico, divertente e sano, questa festa che ricorda un evento tragico che ha dato l’avvio all emancipazione femminile.
Allora uniamoci tutti in una “Marcia del ricordo”, unica richiesta indossare qualcosa di giallo colore simbolico e tanta allegria.
All’evento parteciperà il nostro sempre attento assessore allo sport Pietro Petruzzelli.
La partenza è prevista alle 21:00 in piazza del Ferrarese… per proseguire lungo la muraglia, lungomare e città vecchia ritornando in piazza del Ferrarese.


Donne – parole e musica in festa a Castellana Grotte

In il

donne parole e musica in festa castellana grotte

In occasione della “Giornata internazionale della donna” e con il patrocinio del Comune di Castellana-Grotte, a partire dalle ore 19:00 di venerdì 8 marzo 2019, l’associazione di promozione sociale ViviCastellanaGrotte darà luogo alla V edizione di “Donne – parole e musica in festa”.
Presso la Sala delle Cerimonie del Palazzo Comunale, una ventina di donne – per età, professione e formazione differenti, ma ognuna egualmente rappresentativa del femminile nella nostra società – darà voce ad altrettante autrici. Molti i temi: la vita, la giovinezza, la natura, l’amore, la maternità, la violenza, l’abbandono, la diversabilità, l’intolleranza, l’emigrazione.
Alla presenza del sindaco Francesco De Ruvo, dell’assessore comunale alla cultura Vanni Sansonetti, dell’assessore comunale ai servizi sociali Maurizio Pace e di Daniela Lovece, presidente del sodalizio organizzatore, le protagoniste dell’edizione annuale si alterneranno in un crescendo di sincere emozioni.
Ad introdurre i brani e le lettrici, il corrispondente sportivo di ViviCastellanaGrotte Pino Dalena, sensibile gentiluomo d’altri tempi. Intermezzi musicali della pianista dodicenne Sofia Elefante.
A fine manifestazione, poi, piccolo rinfresco “autogestito”.

Perché l’8 marzo a Palazzo?
Nel nostro Paese, come al di là del mare, la donna vede vacillare le proprie conquiste. Un “soffitto di vetro” ne limita la carriera politica, professionale e accademica. La maternità può corrispondere alla perdita del lavoro e la rappresentanza politica femminile ha bisogno di essere garantita da una quota rosa. Ancora oggi, c’è chi pensa che una donna debba guadagnare meno di un uomo, che – a prescindere dal suo ruolo – debba sempre essere giudicata per la sua avvenenza. Per non parlare della violenza di genere, cui ViviCastellanaGrotte ha dedicato momenti di riflessione a cadenza annuale a partire dal 2013. Una serata a Palazzo non cambierà lo stato delle cose, ma un atto d’omaggio alle donne che vivono e operano nella nostra comunità è un atto dovuto.


Le protagoniste e i brani
Ogni anno, arduo il compito della selezione: molte le donne castellanesi che fanno onore al loro sesso e alla loro città. L’obiettivo è sempre quello di fornire un campione realmente rappresentativo della nostra società, fatto di medici e avvocate, ma anche di braccianti agricole, disoccupate e mamme, psicologhe ed estetiste, operaie e atlete. Quanto ai brani, si persevererà nello sforzo di mettere in luce voci meno note, vicine e lontane, nel tempo e nello spazio.



Come per tutte le edizioni, di grande aiuto la sensibilità di Marisa Clori nelle fasi organizzative della manifestazione. Per la locandina di quest’anno, da segnalare il contribuito artistico della dodicenne Caterina Ciliberti, talento in erba molto promettente, in arte “Chiyuki” che, in giapponese, sta per “saggezza” e “bellezza”.

Per informazioni: info@vivicastellanagrotte.it


Giornata Mondiale dei Diritti delle Donne Pugliesi ordinariamente…straordinarie

In il

Giornata Mondiale dei Diritti delle Donne pugliesi ordinariamente...straordinarie

La STARGATE Universal Service AdV organizza in occasione della “GIORNATA MONDIALE DEI DIRITTI DELLE DONNE” un incontro-dibattito con le Donne della nostra bella Puglia che si distinguono con il loro amorevole lavoro nelle rispettive responsabilità affinché i Diritti delle #Donne vengano accettati e rispettati.

Durante l’incontro “Donne Pugliesi Ordinariamente Straordinarie” ci sarà un reading di poesie seguito da interventi letterari e personali da parte delle ospiti, donne pugliesi che si sono distinte per il loro operato e nella loro quotidianità.

L’incontro sarà allietato da musica e opere d’arte dedicati alla protagonista della giornata: la Donna.
“Ringrazio le associazioni che partecipano a questo incontro-dibattito , afferma la Presidente della STARGATE, la Sig.ra Mariella Ragnini de Sirianna,- tra cui il Centro Studi Diritto del Lavoro, l’Associazione culturale Italo-Ellenica ‘Pitagora’di Bari, la UILDM, la Tuchsa, ‘Puglia d’Amare’ quotidiano d’informazione.”

La Giornata internazionale della donna celebra i progressi in ambito economico, politico e culturale raggiunti dalle donne in tutto il mondo. Questo riconoscimento si basa su un principio universale che prescinde da divisioni, siano esse etniche, linguistiche, culturali, economiche o politiche.
Nel corso dell’evento si discuterà inoltre degli sconvolgenti fatti di cronaca nazionale che riportano casi di violenza e femminicidio in preoccupante aumento e si cercherà di informare ai possibili segnali di allarme che devono motivare a denunciare e a proteggersi quanto prima.

Tutte le donne partecipanti riceveranno da parte dell’Adv STARGATE un attestato di riconoscimento sociale per il loro operato annuale.

La Presidente dichiara: “È grande e va riconosciuto il lavoro di tante donne professioniste che con il loro operato dimostrano intelligenza, rettitudine e moralità , ed è per questo che premieremo con parole di merito e attestato di riconoscimento alcune donne magistrato,avvocato, ma premieremo con la stessa fierezza e convinzione anche le donne che hanno dovuto scegliere duramente tra carriera e famiglia e sono mamme straordinarie che nei ritagli di tempo si dedicano e prodigano appieno nel sociale.
Ciascuna donna -conclude- è ordinariamente straordinaria e vogliamo scoprirlo…raccontandoci.”

L’evento, giunto alla sua V edizione, è libero e aperto al pubblico.
Mariella Ragninibis

PROGRAMMA:

VENERDÌ 8 MARZO 2019
Ore 9,30
SALONE EX POSTE DELL’UNIVERSITÀ
PIAZZA CESARE BATTISTI,1 -BARI-
INCONTRO-DIBATTITO
Ore 16,30
Performance di artisti, musica e poesia


Una mimosa che profuma di speranza. CORaggio Donne!

In il

Una mimosa che profuma di speranza CORaggio Donne

La Giornata internazionale della donna ricorre l’8 marzo di ogni anno per ricordare sia le conquiste sociali, economiche e politiche, sia le discriminazioni e le violenze di cui le donne sono state e sono ancora oggetto in quasi tutte le parti del mondo.

“Onda d’urto uniti contro il cancro Corato”, in collaborazione con la Fidapa Corato, il giorno 8 marzo 2019 presso la biblioteca comunale, alle ore 18 00, vuole omaggiare l’universo femminile con una riflessione dal profondo significato simbolico su come il dramma della malattia oncologica è un ulteriore testimonianza del coraggio delle donne che non si lascia scalfire, nonostante tutto, da questa violenza interiore e fisica ancora misteriosa. Fanno riflettere le percentuali: tra le donne, il tumore della mammella (29,3 per cento), il tumore del colon-retto (12,6 per cento), il tumore del polmone (11,1 per cento), il tumore della tiroide (5,8 per cento) e quello del corpo dell’utero (4,7 per cento).

Dal 1946, per iniziativa della parlamentare comunista Teresa Mattei, in Italia il ramo fiorito di mimosa viene offerto alle donne il giorno dell’8 marzo per la Giornata Internazionale della Donna:
dove il cancro distrugge noi fiduciosi speriamo nella rinascita, come la primavera dopo l’inverno.

Nel nostro territorio registriamo tanti nuovi casi e ciò non può lasciarci più indifferenti, soprattutto quando ormai in ogni famiglia si fanno i conti con la sofferenza. Molte sono le donne che vivono il loro disagio poi nella solitudine perché la vergogna di vedersi guardate quando la propria bellezza non è più poesia ma paura. Ma il nostro impegno è un canto alla vita, alla serenità, alla voglia di farcela, di non arrendersi. Per questo invitiamo chiunque risponde a questa sensibilità a farci compagnia in questa ricerca di senso e di risposte.

Ci aiuteranno nella riflessione:
dott.ssa Ivana Pomodoro – nutrizionista
dott.ssa Maria Grazia Cirsella Sergio – psico- oncologa
dott.ssa Maria Cusmai – medicina estetica potenziativa

LabClinique presenterà “t’insegno un trucco”:
la gioia di dedicare alle pazienti oncologiche trattamenti di medicina estetica, pensate ai reali bisogni di donne speciali con esigenze particolari.

Al termine saranno distribuiti coupon per screening:
– densitometria
– esami tiroide
– marcatori tumorali
– medicina estetica

Vi aspettiamo numerose.

un grazie speciale a:
Comune di Corato per il patrocinio
Centro Diagnostico Coratino
PIvelab
LabClinique


“Donn’amor – Omaggio al nome di donna” al Castello Svevo

In il

donnamor omaggio al nome di donna

Donn’amor – Omaggio al nome di donna
Affetti ed emozioni nella monodia italiana del Seicento

Giovanna Carone – voce
Giuseppe Petrella – tiorba e chitarra barocca
Pippo D’Ambrosio – percussioni

Musiche di S. d’India, J.H. Kapsberger, C. Monteverdi, E. Radesca, T. Merula, G. Frescobaldi