Stadio della Vittoria

stadio-della-vittoria-bari

Lo stadio fu costruito per celebrare la vittoria italiana della prima guerra mondiale. Il primo evento sportivo tenutosi fu la partita di calcio Bari-Comense del 16 dicembre 1934, terminata con il risultato di 3-1 per il Bari. Il 23 novembre 1944 vi si giocò il Bambino Bowl, la prima partita di football americano in territorio italiano di cui si abbia notizia, vinto dalla Technical School sui Playboys per 13-0. Nel 1972 lo stadio ha subito la demolizione della torre di Maratona che un tempo sormontava l’entrata all’arena. Tra il 1996 e il 1997 si è proceduto al restauro dell’impianto, iniziato in occasione dei XIII Giochi del Mediterraneo, che interessò la ridefinizione e l’intonacamento della facciata, un opportuno adeguamento delle strutture agli standard di sicurezza correnti ed il restauro dei danni subiti durante il periodo di occupazione dei circa 20.000 profughi albanesi, giunti nel 1991 a bordo della nave Vlora. Oltretutto si procedette anche al completamento delle parti rimaste non terminate per mancanza di fondi negli anni trenta e alla riedificazione degli interni. Per anni l’Arena della Vittoria è rimasta il massimo centro sportivo calcistico del capoluogo pugliese; fino a quando, nel 1990, fu terminata la costruzione dello stadio San Nicola, attualmente il più grosso impianto della regione. Oggi lo stadio ospita le partite casalinghe della squadra locale di rugby, l’A.S. Tigri Rugby Bari, ed oltre ad essere usato come sede per tornei speciali e concerti è anche adibito ad uso teatrale, ospita una biblioteca per ragazzi ed attività museali ed espositive. Lo stadio della Vittoria in tempi recenti è stato tappa dei concerti di nomi famosissimi nel panorama musicale italiano tra cui Laura Pausini, Vasco Rossi, Ligabue, Eros Ramazzotti, Renato Zero, Ennio Morricone, Fiorello, Jovanotti e prima ancora nel 1987 i Duran Duran, e ancora prima nel 1980 i Rockets.
I galletti vi hanno giocato, in 56 anni, 956 partite ufficiali (fra serie A, serie B, C e IV Serie) divise in 528 vittorie, 272 pareggi e 145 sconfitte e con 1316 goal fatti e 656 subiti. Sommate alle numerosissime amichevoli ivi disputate s’arriva ad un totale di circa 1200 gare. L’ultimo incontro giocato al suo interno è stato la finale di coppa Mitropa 1990 Bari-Genoa, vinta dai padroni di casa per 1-0. Curiosamente si tratta dell’unico trofeo internazionale vinto dal Bari.
(sullo sfondo della foto la Fiera del Levante)

Condividi