L’isola dei Baffosi

Si chiama ‘Isola dei Baffosi’ e no, non è l’ennesimo format visto, rivisto e anche un po’ posticcio che la tv ci propina ma, al contrario, una iniziativa solidale e benefica in vista della Pasqua. Qualche analogia, però, con il rinomato reality-show che in queste settimane sta andando in onda sui nostri schermi c’è!
L’ ‘isola’, innanzitutto, è il canile sanitario di Bari. Poi i ‘naufraghi’ che sono, per l’appunto, ‘baffuti’ a 4 zampe, ovvero alcuni dei tanti (troppi, purtroppo) cani ospiti dello stesso. La differenza con la tv, tutt’altro che ‘sottile’, è che non siamo davanti un gioco, anzi: la ‘sfida’ per i quattro cuccioli protagonisti della trovata è quella reale e quotidiana della sopravvivenza.
E’ questa l’idea dei volontari: con l’acquisto di un uovo di cioccolato, al costo di dieci euro, è possibile ‘scegliere’ di aiutare Annibale, Spirit, Lupo o Ilary e condurli alla ‘salvezza’. Una sorta di ‘televoto’ o ‘aiuto da casa’, in vista del premio finale per il più ‘suffragato’: la vittoria, ovvero nientepocodimeno che l’adozione, quello che possiamo immaginare sia il sogno di qualsiasi ospite del canile.
Un modo simpatico per accendere i riflettori sul tema dell’abbandono e del conseguente sovraffollamento delle strutture sanitare nonché sulla facilità con la quale in tv sentiamo parlare di ‘ sfide per la sopravvivenza’, quando, a due passi da noi, ogni giorno c’è davvero chi lotta per un boccone o una coperta, sia pure che si parli degli amici a quattro zampe.
Le uova potranno essere ritirate direttamente in canile. Altrimenti, fanno sapere gli organizzatori che già nei mesi scorsi avevano organizzato una raccolta fondi con la vendita di calze della befana, presto saranno resi noti i punti dove sarà possibile acquistarle.
Noi non possiamo che plaudere a questa bella iniziativa e invitare quanti più lettori possibili a scegliere di fare una buona azione.

Info: Canile sanitario di Bari

Condividi