Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

IL GALLO D’ORO di Nikolaj Rimskij-Korsakov in scena al Teatro Petruzzelli

il gallo d'oro teatro petruzzelli

11 novembre 2021 - 17 novembre 2021

Agenda:

GIOVEDì 11 NOVEMBRE 2021 - 20:30
VENERDì 12 NOVEMBRE 2021 - 20:30
SABATO 13 NOVEMBRE 2021 - 18:00
DOMENICA 14 NOVEMBRE 2021 - 18:00
MARTEDì 16 NOVEMBRE 2021 - 20:30
MERCOLEDì 17 NOVEMBRE 2021 - 18:00

IL GALLO D’ORO di Nikolaj Rimskij-Korsakov
Teatro Petruzzelli – BARI
dall’11 al 17 Novembre 2021

Opera fantastica in un prologo, due atti ed un epilogo, basato su “Il racconto del gallo d’oro” di Aleksandr Puškin del 1834

direttore Yevgeny Brazhnik
regia Dmitry Bertman
scene e costumi Ene-Liis Semper
disegno luci Thomas Hase
coreografie Edwald Smirnov
maestro del coro Fabrizio Cassi

Orchestra e Coro del Teatro Petruzzelli

Allestimento scenico | Helikon Opera di Mosca

SINOSSI
Prologo.
Un astrologo ammonisce gli spettatori di fare attenzione al senso della fiaba, inventata ma istruttiva.

Atto primo.
Nel palazzo dello zar Dodon è riunito il consiglio. Lo zar si lamenta: sogna solo di dormire, ma i nemici minacciano il suo regno, mentre i suoi figli danno irrealizzabili suggerimenti militari. Giunge in soccorso l’astrologo, che consegna allo zar Dodon un uccello meccanico, un galletto-statua e una sentinella-sveglia che segnala i pericoli con il suo ‘chicchirichì’. Dodon si vuole sdebitare: alla prima occasione l’astrologo gli potrà chiedere tutto ciò che desidera. Lo zar si mette a letto, mentre la nutrice Amelfa gli canta filastrocche sui dolciumi. Ma la ninna-nanna è interrotta dall’allarme del gallo. Lo zar, assonnato, manda i giovani alla guerra e si rimette a dormire. Ma anche il secondo sonno è interrotto dal gallo: il nemico sopraggiunge, e questa volta egli stesso deve andare ad affrontarlo a capo di un esercito di veterani.

Atto secondo.
L’armata di vegliardi spaventati descrive gli orrori della guerra, e Dodon scopre i cadaveri dei figli che si sono uccisi a vicenda. Da una tenda compare la regina di Cemachan, una fanciulla di orgogliosa bellezza, che intona un inno al sole. La regina dichiara di essere venuta a conquistare il regno di Dodon armata solo del suo fascino. In una scena di seduzione canora: la regina descrive la sua sensualità, la sua innocenza, persino la sua nudità. I figli si sono uccisi per lei, ma Dodon, ormai pazzo d’amore, non se ne cura. Si dichiara malinconica e infelice, e Dodon si offre di consolarla; ella lo trascina in una danza ammiccante e maliziosa. La regina lo deride, ma si fa portare nel suo regno.

Atto terzo.
Nel regno di Dodon c’è apprensione: il popolo osserva con terrore il galletto immobile. Giunge il corteggio degli sposi, con animali e umani: vesti sgargianti, selvaggi, nani, giganti. Ritorna anche l’astrologo, che chiede allo zar in sposa la regina, come compenso per il gallo, con insistenza e malgrado il rifiuto di Dodon, finendo per prendersi un colpo di scettro in testa che lo fa stramazzare al suolo. Il gallo si alza il volo e becca la testa dello zar, mentre la regina scompare. Il popolo è attonito: lo zar è morto e non gli resta che intonare un canto di compianto.

Epilogo.
L’astrologo resuscitato spiega: il pubblico non si turbi per il sangue sparso, solo lui e la regina sono figure vive, gli altri illusione: fantasmi e povere larve.

Interpretato da:
Lo Zar Dodon
Mikhail Guzhov (11-13-16 nov)
Alexey Dedov (12-14-17 nov)

Lo Zarevic Guidòn
Dmitrii Khromov

Lo Zarevic Afròn
Dmitry Yankovskiy

Il Voevoda Polkan
Dmitrii Skorikov (11-13-16 nov)
Grigory Solovyev (12-14-17 nov)

Amelfa
Kseniia Viaznikova

Un Astrologo
Ivan Volkov (11-13-16-17 nov)
Mikhail Seryshev (12-14 nov)

La Zarina di Šemacha
Lidia Svetozarova (11-13-16 nov)
Anna Grechishkina (12-14-17 nov)

Il gallo d’oro
Maiia Barkovskaia

Informazioni utili

Dettagli

Inizio:
11 novembre 2021
Fine:
17 novembre 2021
Categorie Evento:
, ,
Tag Evento:
, ,

Luogo

Teatro Petruzzelli
Via Alberto Sordi 1
Bari, Ba 70121 Italia
+ Google Maps
loading...

Condividi