Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Festival Centro del Mundo

14 dicembre 2016 - 17 dicembre 2016

Agenda:

vedi programma

FESTIVAL CENTRO DEL MUNDO 2016

Il 14 dicembre il concerto di ANTONELLA RUGGIERO & RADIODERVISH che aprono il FESTIVAL CENTRO DEL MUNDO 2016
L’evento organizzato a Bari dai Radiodervish.
Il programma di questa seconda edizione affronta la tematica dell’accoglienza e dell’incontro tra mondi e tra esseri umani.

Programma del Festival CENTRO DEL MUNDO 2016:

14 dicembre 2016, ore 21.00
Teatro Showville Bari – Posto unico 25 euro >>>Acquista Biglietti
“Lungo le vie del Cuore. Concerto di Antonella Ruggiero e dei Radiodervish” in versione acustica con quartetto d’archi.
“Lungo le vie del cuore” è un concerto unico che nasce dall’incontro tra la splendida voce ed il repertorio di Antonella Ruggiero e le canzoni mediterranee dei Radiodervish.
Accompagnati da una piccola orchestra d’archi Antonella Ruggiero e i Radiodervish danno vita ad un’intima grammatica musicale dell’amore declinato in mille sfaccettature da quello terreno a quello più spirituale.
Attraverso una scelta delle canzoni più conosciute e più rare dei rispettivi repertori il concerto disegna un’inedita mappa del cuore alla ricerca di emozioni oggi sempre più preziose per orientarsi in un epoca di paura e confusione.

15 dicembre 2016, ore 21.00
Teatro Sitara Bari biglietto – 10 euro
Disegnare con le parole
Reading artistico dei versi del grande poeta siriano Nizar Qabbani
con Nabil Bey e Massimo Colazzo
“Disegnare con le parole” è un progetto che nasce da un’idea di Nabil Bey (Nabil Salameh) e Massimo Colazzo, con la collaborazione di Carlo Mazzotta.
Le letture sono tratte dall’antologia “Le mie poesie più belle”, una selezione a cura dello stesso poeta e tradotta per la prima volta in italiano da Nabil Bey (voce e autore dei Radiodervish) e Silvia Moresi (studiosa arabista e docente di lingua araba). Amore, sesso e liberazione della donna sono gli argomenti principali delle poesie di Nizar Qabbani, uno dei più importanti e famosi poeti arabi contemporanei, ma ancora quasi sconosciuto in Italia.
Una cornice musicale, ambientazioni sonore e un’installazione video a cura di Carlo Mazzotta, accompagnano la lettura, facendo da ricamo emozionale ai versi del poeta siriano.
La dualità narrativa conduce l’ascoltatore dapprima dentro i suoni originali delle poesie di Qabbani, attraverso la musicalità dei versi declamati in arabo da Nabil, che riporterà in scena il loro suono autentico, per poi svelare il mistero e scoprire pian piano le immagini disegnate dal poeta con le parole, quando gli stessi versi riprenderanno forma in italiano nelle vibrazioni della voce di Massimo Colazzo. “Disegnare con le parole” è una lettura a due voci che fonde il suono primitivo delle parole di Qabbani e il senso delle stesse. Il suono che accarezza il cuore e il senso che inebria le mente.

16 dicembre 2016, ore 20.30
c/o Associazione convochiamociperBari,
Via Garruba 148 Bari – biglietto 10 euro
Conferenza Musicale multiculturale.
Con la Skanderband: laboratorio musicale ideato da Michele Lobaccaro.
Nel venticinquennale dell’arrivo della Nave Vlora a Bari una riflessione su più piani riguardo la migrazione albanese nelle sue varie fasi: l’arrivo, l’accoglienza, la convivenza, l’integrazione, la migrazione di ritorno con testimoni, esperti e il laboratorio musicale Skanderband.
Skanderband è il titolo del primo album dell’orchestra-laboratorio musicale multiculturale Skanderband che vede la partecipazione della Fanfara Tirana e un brano firmato da Ambrogio Sparagna. La Skanderband nasce da un’idea di Michele Lobaccaro, musicista e autore dei Radiodervish, con l’intenzione di far interagire le tradizioni musicali delle due sponde dell’Adriatico italiana ed albanese. Un viaggio non solo nello spazio geografico ma anche nel tempo, tenendo conto che alcuni brani sono conservati gelosamente da cinque secoli nella memoria storica delle antiche comunità arbereshe stabilitesi nel sud Italia. Infatti storicamente l’arrivo e lo stanziarsi dell’antica migrazione albanese del XV secolo, guidata dal grande eroe Skanderbeg, ha dato luogo alla nascita delle comunità Arbereshe la cui tradizione, lingua, religione e musica è ancora viva ai nostri giorni.
Quella degli arbereshe è una storia di integrazione e convivenza che prosegue, curiosamente, con la recente migrazione albanese. In particolare quella che, a partire dal 1991, ha generato nuove forme di incrocio culturale che vede protagonisti sia musicisti albanesi che artisti italiani – pugliesi, affascinati e curiosi verso la ricca tradizione albanese. In particolare nel laboratorio è stato raccolto un repertorio, al quale è stato dato un indirizzo musicale originale, grazie alla partecipazione di musicisti che sono custodi dell’antica tradizione poetica e musicale Arbereshe, ancora viva e dinamica a San Marzano (Ta), Piana degli Albanesi (Pa) e nei diversi altri centri Arbereshe diffusi nelle regioni del meridione d’Italia.

17 dicembre 2016, ore 21.00
Auditorium Chiesa di San Sabino Bari – Ingresso libero
L’Escargot in concerto, serata di musiche e BalFolk
Il quartetto L’Escargot propone l’ascolto e la condivisione del proprio universo musicale fatto di poesia, sogno, magia, gioco, malinconia, gioia, lentezza. Un mosaico di emozioni che alla grazia della classicità intreccia i sapori e i colori della tradizione popolare mediterranea.
Una serata che unisce la musica alla danza nella pratica del Balfolk nel quale i ballerini e i suonatori occupano uno spazio consacrandolo alla lentezza e alla gentilezza dell’ascolto reciproco di menti cuori e corpi, del ballo e dello stare insieme con grazia.

Informazioni utili

Dettagli

Inizio:
14 dicembre 2016
Fine:
17 dicembre 2016
Categorie Evento:
,
Tag Evento:
, , , , ,

Luogo

Bari
Bari, Ba 70100 Italia + Google Maps
loading...

Condividi